360 Gradi

All’interno di questo servizio, oltre a realizzazioni di bagni di ogni stile, trovate le misure base degli elementi d’arredo e degli spazi minimi necessari ad un uso il più confortevole possibile.
servizio di Patrizia Colombo disegni di Rita Ghisalberti, architetto

Il bagno è divenuto ormai un locale bello da vivere e da esibire. Ma non ci si deve concentrare solo sull’estetica: uno splendido bagno può essere poco vivibile se non si tiene conto delle esatte misure degli elementi di arredo, ma soprattutto degli spazi di movimento. Razionalità ed estetica devono dunque trovare un equilibrio perfetto che vi permetterà di realizzare il bagno dei vostri sogni.

1. I disegni di queste pagine mostrano le misure minime di movimento nell’utilizzo dei sanitari e quindi le distanze indispensabili tra di essi per un uso ottimale del bagno. Sono indicazioni fondamentali per poter usufruire di questo locale con la dovuta comodità.

2. In un vecchio appartamento il bagno, lungo e stretto, è stato ristrutturato allargando la zona per la vasca che risulta così inserita in una nicchia. Di fronte, la parete è rivestita di specchio per dare un senso di maggiore ampiezza. Sul fondo, nella zona più luminosa, si staglia il lavabo dalle linee modernissime, sull’altro lato sono inseriti i sanitari e una doccia angolare. Da notare la parete che contorna la vasca, rivestita in tesserine di mosaico vetricolor, e la particolare tonalità del pavimento in pietra basaltina, che dona a questo bagno una particolare luce azzurrina, come una piscina.

La zona lavabo
Inserito in una nicchia, posto ad angolo o centralmente, il lavabo è forse l’elemento più caratterizzante del bagno, anche in considerazione dello spazio attorno, abbellito con specchi, lampade e a volte piccolo oggetti graziosi.

1. La particolare forma a cono rivesciato del lavabo consente di inserire il wc senza tener conto delle misure minime di distanza. In questo modo anche in locali molto piccoli si otterrà una soluzione funzionale.
2. In questo caso lo spazio ha permesso il posizionamento di lavabo e sanitari contro due pareti adiacenti. Il tono classico è sottolineato dalla statua posta su un alto piedestallo.
3. In un bagno dalla forma irregolare il lavabo è posto in diagonale per sfruttare l’angolo, altrimenti poco utilizzabile.
4. Acciaio, pareti a specchio, la preziosità del marmo pietra di luna sono i materiali che caratterizzano questo bagno. E’ un ambiente ricercato e molto curato nei dettagli, come mostra la piccola statua che adorna il lavandino.

1. Nella casa di campagna il bagno, che affaccia direttamente sul giardino, presenta mobili e boiserie in legno scuro, molto eleganti. Il lavabo contrasta per il colore candido ed è inserito come in una nicchia, con ribassamento del soffitto in cui sono inseriti faretti incassati, e a lato una vetrinetta per contenere tutto l’occorrente. Adeguati all’ambiente la piccola lampada, lo specchio ingranditore girevole e l’attaccapanni in ferro battuto dalle morbide volute.

2. Tutto bianco invece per questa razionale soluzione in una casa di città. Il lavabo è a semincasso, inserito in un mobile con antine che contiene anche la lavatrice. Un grigliato a mezza altezza, sempre bianco, definisce questa zona, isolando lo spazio destinato ai sanitari, ma lasciando comunque passare la luce. La divisione tra le due zone è ulteriormente sottolineata dall’utilizzo di materiali diversi per il pavimento. Gli spazi di contenimento non sono mai abbastanza. E’ indispensabile però fare attenzione alle altezze, per un comodo utilizzo anche della parte superiore dei mobili.

La vasca
Anche se lo spazio non è ampio, chi non vuole proprio rinunciare alla vasca potrà inserire un modello di piccole dimensioni

1. Un locale quadrato è stato visivamente modificato dall’inserimento di una vasca tonda e da un particolare ribassamento del soffitto che ne riprende la forma. Anche l’ingresso alla vasca è piuttosto mosso: vi si accede infatti mediante gradini rivestiti in marmo nero venato, che, a contrasto con il marmo chiaro, vengono messi in maggiore risalto. Un’altra particolarità interessante è la cornice dello specchio che viene ripetuta attorno alla finestra. E’ un ambiente molto ampio dove trovano posto anche una comoda poltroncina (rivestita da un tessuto di qualche tono più scuro della tinteggiatura delle pareti) e una fioriera.

1. In un’antica villa settecentesca, con stupendi soffitti a volta decorati, la vasca angolare ha rivestimento in pannelli di legno sagomati e contorno in marmo, materiali ripresi nel mobile che ospita i due lavabi incassati. La posizione angolare permette di utilizzare vasche di grandi dimensioni senza occupare spazi considerevoli, rendendo meno ingombrante il suo inserimento nell’ambiente.
2. La vasca ovale molto allungata è posta in un angolo e la sua forma vien
e sottolineata dalle differenti pavimentazioni. Interessante il sostegno del rubinetto e la parete con riquadri in vetrocemento.
3. “Sydney”, prodotta da Busco Industrie Riunite, fa parte di una vasta gamma di vasche e box idromassaggio della collezione Top Class. Capiente, ergonomica e dall’elegante design ha struttura in acrilico colato con rinforzo in fibre di vetro, telaio autoportante con piedini regolabili, finiture in bianco, cromato e dorato e può essere corredato da pannello elettronico e box doccia multifunzione.

Il marmo è un materiale molto utilizzato in bagno. Centro Affari Veneto propone la nuova collezione Pietre “Canova”, che presenta alcune interessanti caratteristiche tra cui la possibilità di avere un numero illimitato di formati e pezzi speciali, su misura. Una particolare lavorazione le rende non assorbenti e quindi facili da pulire.
Due soluzioni per evitare “allagamenti” in caso di utilizzo della doccia: pannello in vetro doppia anta richiudibile e pannello fisso in vetrocemento.

La doccia

Se il locale è abbastanza ampio si possono accontentare tutti i membri della famiglia, inserendo vasca e doccia. In caso contrario si opterà per la sola doccia. C’è però chi preferisce, indipendentemente dallo spazio a disposizione, scegliere una normale doccia o uno dei tanti modelli di doccia multifunzione.

1. Il tono raffinato di questo bagno è dato in massima parte dalle decorazioni dorate in mosaico che si alternano su pareti e pavimento. Lo spazio è sfruttato al massimo inserendo la doccia in un angolo e creando un divisorio a cui è appoggiato il lavabo d’angolo. Un tocco di ulteriore ricercatezza è dato dall’apertura in questo setto murario, abbellita da oggetti di pregio.
2. Calix ha raddoppiato il benessere contenendo le misure: “Bibox” è un box doccia per due persone con un design ergonomico per il massimo comfort interno e il minimo ingombro esterno. Bibox può essere completamente incassato nella parete. Realizzato in cristallo temperato dispone di molte funzioni: bagno turco, diffusore di essenze, idromassaggio, doccia scozzese… Misura cm 120 di larghezza, 87 di profondità e 222 di altezza totale. Calix – Palazzetti
3. Un piccolo bagno completamente avvolto da tesserine in mosaico bianco e grigio/azzurro. Il lavabo tondo in acciaio è appoggiato alla parete rivestita di specchio della doccia, che è dotata di una chiusura in vetro satinato azzurro. Accanto sono disposti i sanitari. In uno spazio ridottissimo gli architetti Giuseppe Merlano e Fabrizio Bartolomeo sono riusciti a creare un piccolo gioiello, in cui praticità ed estetica trovano un equilibrio perfetto. beppemerlano@libero.it

Personalizzare

Non c’è che l’imbarazzo della scelta: faretti che donano un’illuminazione suggestiva; specchi dalle forme insolite; decori sulle pareti; boccette di profumo in collezione; particolari accostamenti di colori e materiali. Un ulteriore tocco di fascino può essere dato da piccoli quadri alle pareti che regalano una sensazione di maggiore calore e intimità.

1. Sul lato corto del bagno una nicchia contiene il piccolo lavabo e lo specchio ovale; accanto, la finestrella. Una decorazione asimmetrica impreziosisce le pareti, mentre il soffitto è decorato a trompe l’oeil con disegno di un cielo azzurro.
2. E’ realizzato su progetto D&L Gian Farioli questo eccezionale ambiente con pareti e soffitto trattati ad encausto nuvolato nero. Le pareti sono ulteriormente decorate con strisce di specchio incorniciate da sottili liste di legno naturale. Anche il pavimento è particolare, in opaline e specchio.
3. Attorno al classico lavabo bianco una parte della parete è stata lasciata in pietra a vista e contornata da tre luci, con lampade a corolla, poste a semicerchio. Un piccolo mobile antico e i quadretti alla parete si intonano perfettamente.
4. Un locale ricco di personalità: la cornice dello specchio, appoggiato sul lavandino, è realizzata con legno, piume e conchiglie. Lo spazio è movimentato da rientranze e nicchie e dal soffitto a volta. Di sapore molto rustico, questo bagno possiede anche un’atmosfera quasi magica.
5. In una casa al mare niente di meglio di una decorazione di sassi e pezzi di specchio, inseriti su un’intonacatura grezza di colore caldo. Interessante la lampada a forma di stella che crea suggestivi effetti luminosi.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)