ARCHITETTURA FARE

pavimenti e rivestimenti

 

 

La cucina ha ripreso il ruolo centrale che aveva tradizionalmente ed è ridiventata il cuore della casa: naturale che per pavimento e pareti si scelgano materiali belli, igienici, duraturi e resistenti a tutto.
Se l’uso tende a ricadere sulle scelte abituali, ceramiche a pavimento e a parete, con un’ampia possibilità di disegni e colori, non vanno dimenticati materiali, altrettanto validi, come marmi, pietre, cotto e parquet.

In questa mansarda progettata dall’architetto Comployer, l’abbinamento giusto è tra monocottura in tonalità chiara e calda a pavimento, granito grigio sui piani di lavoro e legno alle pareti. La particolarità di questa accogliente cucina in muratura sono le piastrelle decorate dallo scultore Pîno Castagna con motivi di foglie autunnali. La serie “Alfabeto delle sete” evoca il prezioso tessuto e quindi sensazioni tattili, grazie allo smalto satinato piacevole al contatto, resistente e di facile pulizia. Ceramica Bardelli
Le luminose atmosfere del Sud della Francia sono evocate nella serie “Provenzale”, monocottura in pasta bianca. Cerim “Shabui” in giapponese vuol dire “eleganza non esaltata” e tale criterio connota queste porcellane fini che prendono l’aspetto delle migliori ardesie. Ceramica Rex “Sintech” è un grès fine porcellanato che riprende in chiave tecnologica la materialità e il cromatismo delle rocce granitiche. Floor Gres

condividi :
Federica Visconti
21/09/2009
Redazione
18/04/2007