ARCHITETTURA FARE PENSARE

La scala protagonista

C’è una qualità teatrale, scenografica in certe abitazioni: là dove alcuni elementi di arredo riescono ad acquisire un
ruolo di particolare significato.

La tradizione antica cui rimanda il materiale, il ferro, non impedisce esiti di grande modernità. Nel campo dell’arredamento, di interni ed esterni, una spiccata sensibilità per il design contemporaneo, ha permesso a Maurizio Bonansea di imporsi con una produzione di grande versatilità e di inconsueta modernità.
La scala in fondo è qualcosa che va al di là dell’arredo: è parte della struttura stessa della casa; anche quando è una scala interna all’appartamento. Ma vi sono eccezioni. Scale che diventano sculture. Nel disegno riescono a raccogliere suggestioni fantastiche, riflessi lontani di forme che accompagnano la vita. La scala a chiocciola in fondo si avvolge
con andamento elicoidale riproducendo le caratteristiche delle forme viventi; alcune conchiglie, per esempio, o le chiocciole, appunto. Forme di questo tipo hanno sempre ispirato la produzione di oggetti, e la ricerca dell’imitazione
della natura è sempre stata un capitolo importante nello sviluppo dell’arte e della tecnica. Oggi nella forma della scala a chiocciola possiamo ravvisare l’elica del DNA, per esempio. Ma questa capacità suggestiva si realizza solo laddove l’oggetto è capace di trascendere se stesso: di presentarsi con un potere evocativo. Questo avviene quando l’oggetto cessa di essere mero strumento ed entra nell’ambito di quel che rende la casa un luogo denso di riferimenti dal valore emotivo, denso di significati. La linea di demarcazione tra produzione artigianale e opera artistica è talvolta molto difficile da tracciare. Lo è senz’altro nel caso dei complementi d’arredo Bonansea di Buriasco (Torino).

Altro è allineare gradini, altro svolgerli in una linea di eleganza, così che la scala che sale sia protagonista, quasi che non necessitasse altro per dar senso compiuto alla spazio che la attornia. Il gioco stesso dell’accostamento dei materiali
completa l’opera, articolandola in una dimensione nuova e inconsueta. Ringhiere, cancelli e altri elementi disegnati da
Bonansea sono tutti realizzati su misura, nel fedele rispetto di gusti e richieste del cliente, ma conservano sempre spiccati attributi originalità e modernità. In particolare le scale manifestano una inconsueta coerenza tra funzione
d’uso e impatto estetico. L’aspetto funzionale può portare a svilire l’oggetto: sta alla sensibilità dell’artefice renderlo eloquente proprio in virtù della sua funzione, ma anche al di là di questa. Le scale di per sé si prestano al gioco,
con il loro avvilupparsi in spire, la loro presenza acquista un ruolo decisivo nell’ambiente. Quelle di Bonansea sono fatte accostando diversi materiali: ferro, legno, ceramica, vetro. In una meravigliosa festa di colori e forme.

condividi :
Cappella della Santa Croce a Sedona, Arizona (USA)
17/09/2007
Arte per la liturgia
12/04/2007