ARCHITETTURA FARE PENSARE

La Risoluzione della Giuria

Alvaro Siza – La Chiesa di Santa Maria in Portogallo – Progetto Vincitore

La Risoluzione della Giuria

Pubblichiamo il testo della risoluzione del Comitato Scientifico della Fondazione Frate Sole, che agisce come Giuria del Premio Internazionale di Architettura Sacra.

Il Comitato Scientifico ha preso in esame i 99 progetti pervenuti alla Fondazione nell’ambito del concorso “Premio Frate Sole”. Il Premio Internazionale di Architettura Sacra “Frate Sole”, nell’edizione 2000, seconda dalla sua istituzione, e fondato con lo scopo di svolgere un’azione di sensibilizzazione e promozione nel campo della “chiesa costruita” affinché i principi della semplicità e della purezza delle forme siano intesi come elementi poetici in grado di fare dello spazio sacro un luogo di esaltazione spirituale, è conferito all’architetto Alvaro Siza per la chiesa del complesso parrocchiale di Marco de Canevezes a Porto, Portogallo.
Il Comitato ritiene evidenziare come questa opera nel campo del sacro si costituisca in continuità con la sua ricerca architettonica verso una spazialità carica di poesia. Il Comitato ha riconosciuto in quest’opera valori di alta significazione plastica e poetica, generatori di un senso di spazialità sacra ottenuti per mezzo di forme e materiali essenzialmente minimali ed esemplarmente ele-mentari come materia e come trattamenti.
Con l’impianto esterno la chiesa si pone nel contesto della preesistenza in maniera da generare spazi a dimensione controllata e a scala domestica, in grado peraltro di realizzare effetti di complessità e dinamicità carichi di forti tensioni di relazione.
Dal punto di vista dell’espressione nello skyline urbano il volume emblematico mostra la sua riconoscibilità inserendo nel paesaggio un segno forte ove la stereometria pura dei volumi assegna al costruito una valenza astratta immediatamente riconducibile al tema del sacro. L’interno il cui accesso è appena preannunciato dall’invito formato dalla rientranza simmetrica del fronte principale, coperto solo di cielo, è dichiaratamente elementare, così da rendere all’aula il senso di una partecipazione naturale e immediata.
Lo spazio diventa chiaramente luogo dell’incontro per effetto della vivacizzazione ottenuta con il controllo della luce che è contemporaneamente fonte di astrazione per le aperture alte sul soffitto e senso di presenza nel sito, per il taglio secco e netto all’altezza dell’occhio dei partecipanti.
Tre vibrazioni formali rendono alla spazialità interna il segno forte e poetico di un rapporto come musicale con le superfici piane euclidee.
Le due forme convesse, che sorgono a fianco dell’altare, generano una proiezione energetica dello stesso verso l’assemblea, e la grande parete a sinistra della navata con il suo gonfiarsi a vela verso l’interno, aggiunge mistericamente morbidezza al rigore geometrico e conferisce al tutto una consonanza emozionale.
Pavia, 15 giugno 2000

Il Comitato Scientifico
Enzo Bianchi, Teologo, Priore della Comunità di Bose, Vercelli (I)
Arch. Mario Bosi, Presidente Ordine degli Architetti di Pavia (I)
Frédèrich Debuyst, Storico, Direttore di “Art d’Eglise”, Ottignies (B)
Prof. Cecilia De Carli, Docente di Storia dell’Arte Contemporanea, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano (I)
Arch. Glauco Gresleri, Consultore della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa, Direttore di “Parametro”, Bologna, (I)
Arch. Giuseppe Maria Jonghi Lavarini, Direttore di “CHIESA OGGI architettura e comunicazione”, Milano (I)
Arch. Josè Oubrerie, Docente di Design, University of Columbus, Ohio (USA)
Dott. Simonetta Ravizza, Stilista, Pellicceria Annabella, Pavia (I)
P. Costantino Ruggeri, Scultore attivo nella costruzione di edifici sacri, sostenitore di una nuova coerenza nel fondamentale contributo dell’arte alla configurazione mistica dello spazio sacro, Pavia (I)
Arch. Piero Sartogo, Docente, Membro dell’American Institute of Architects, Roma (I)
Arch. Giorgio Trebbi, Direttore di “Parametro”, Bologna (I)
Prof. Stanislaus Von Moos, Docente di Storia dell’Arte e dell’Architettura al Politecnico di Zurigo (CH)

I Progettisti
Alt, Bergem, Britz
A.O.I
Archibald
Artigas Arquitectos
Barato, Ruffatto, Stocco,Visentin
Belea
Berarducci
Berner, Keller, Schwander
Bianchi
Bielsa
Bilancioni
Boccone, Cattaneo
Botta
Bozzini, Borghi
Brader
Browne
Brunoni
Busso von Busse
Carbajal Navarro
Caretta, Kupferschmid
Carvalho, Dias
Contini
Cordero
Cortesi
Curós Vilá
De La Cuadra Virgili
De Lima, Drummond
Dias
Di Lenz, Di Dietrich
Dioni
England
Ferrero
Ferrier
Fiorillo
Gabetti & Isola
Gálvez Pérez
Giacomel
Gonçalves
Gordillo Garçia
Hare
Hunziker
Irarrázabal
Jampen
Kees Regtop
Kostial
Künnapu & Padrik
Larrañaga
Lobos
Lodigiani
Lund & Slaatto
M.M.A.R.Arquitectes
Mazzoleni
Mbanefo and Associates
Menon
Mestelan, Gachet
Mezza
Morandi
Moreno
Moro
Niemczyk
Nishijima
Overland Partners
Pedraz Derqui
Pedrocchi
Pellegrini
Pereira
Pereira Christmann
Perrone
Purcell, Edwards, López, Soffia
Randazzo, Callegari
Rebeschini, Schiavon,Visentin
Reguzzoni
Reichert
Rigatuso
Rossetti
Ruch
Rybarcák
Rybenchuk
Sakakura Associates
Scarpignato
Schenk
Schneider
Shigeru Ban Architects
Sikula
Sitarcík
Siza
Studio Trucco
Sulka
Tesar
Tomita
Torres Vérez
Uwizeyimana,Woitas
Vidalis
Von Gerkan, Marg und Partner
Vsetecka,Vsetecková
Wakui
Weber

 

condividi :
Coccole e delizie
22/06/2010
Tendenze eclettiche
02/04/2007