ARCHITETTURA FARE

I segreti del fuoco


I consigli di Eurotrias

Combustibile: per la stufa sono adatti tutti i tipi di legna nonché i bricchetti di legno. Utilizzare soltanto legna secca
(livello di umidità relativa del 15–20%). Usare dei pezzi di legna del diametro di 4-10 cm. La lunghezza raccomandata
è di 25-33 cm; per l’utilizzo nelle stufe-forno la lunghezza dei ciocchi di legna è determinata dalla profondità del focolare. La stufa non deve essere usata per bruciare rifiuti o materiali di scarto. Non usare combustibili liquidi!
Verifica del tiraggio: prima di accendere la stufa, controllare sempre il tiraggio della canna fumaria. Accartocciare della
carta di giornale, posizionarla sulla griglia, accenderla e chiudere lo sportello. Se la fiamma è chiara e rivolta verso
l’alto, il tiraggio della canna fumaria è sufficiente. Se le condizioni del tiraggio non sono buone, si deve mettere in
movimento dell’aria nella canna fumaria.
Accensione: con un carico d’accensione pari a circa il 10% della quantità massima di legna da bruciare. Lo scopo di
questo carico d’accensione è di scaldare il focolare prima dell’aggiunta del carico vero e proprio. Riscaldando il focolare
con un carico piccolo, che brucia velocemente, si ottiene una combustione pulita durante la fase del riscaldamento.
Per la fase di accensione è bene utilizzare dei pezzettini di legna secca dello spessore di 1-3 cm.
Per l’accensione del carico, posizionare sul fondo della griglia delle schegge di legno, della corteccia di betulla
oppure della carta di giornale e appoggiarvi sopra i pezzettini di legna.

condividi :
Rapporti e ricerche
05/09/2006
UNA SCALA D’AUTORE
07/02/2014