Vivere nel chiarore


Una piccola cascina ristrutturata diventa uno spazio che si dilata nella luminosità.

A small renovated farmhouse uses light to give an impression of space

Progetto di Michelangelo Chiti, architetto
Servizio di Sara Sperolini
Foto di
Atos Lecce
Testo di Leonardo Servadio

Il pergolato è usualmente un’area privilegiata nel rapporto tra casa e ambiente circostante, ma ha anche un che di provvisorio. In questa casa nella campagna lucchese è inteso invece come permanente estensione del soggiorno: il divano e le poltroncine che arredano questo angolo dal sapore contemplativo ne sono testimonianza. Si tratta di una scelta progettuale, espressione di uno stile di vita e di un modo di intendere la casa: come luogo della trasparenza e del chiarore. L’edificio diventa perimetro che definisce uno spazio di luce: questa resta in esso misurata e addomesticata, resa consona alla comodità dell’abitare. Per questo il pergolato è coperto da una lastra di cristallo che difende dalla pioggia ma non occulta lo spettacolo del cielo. E sul vetro, quando batte il sole, un cannicciato può sempre schermare l’eccesso di irraggiamento.

The pergola is usually a privileged area with regards the rapport between house and surrounds, but it also has something provisional about it. In this house in the countryside of Lucca it is a permanent extension of the living room, as can be seen by the sofa and armchairs that furnish this little corner of meditation. It is a question of design, the expression of a style of life and a way to conceive the home: a place of transparency and light. The building turns into a
perimeter that defines a space of light, which is controlled, measured, and made to suit living comforts. This is why the pergola is covered with glass that protects against the rain but does not obstruct the view of the sky.

La forma dalle sinuose anse della piscina pone in rilievo il pacato insinuarsi dell’edificio nella natura, girando attorno agli alberi con rispettoso ossequio.
Anche il pergolato sottolinea la continuità tra ambiente coperto e spazio libero.

The curves of the swimming pool set off the gentle manner in which the building establishes itself in the natural surround, working its way around trees with deference. The pergola also underlines continuity between covered area and free space.

La pavimentazione di piastrelle in cotto, distribuite a mosaico, offre uno spunto di adesione alla tradizione che si confronta con la modernità del pergolato trasparente. Nasce così una continuità mediata dalla morbida gradazione luministica, tra ambiente libero e la casa. Il pergolato è luogo dello “stare”, ma anche passaggio. E’ salotto con
divano e poltrone, e il vicino barbecue sagomato ne complementa lo spazio rendendolo atto al vivere quotidiano. Ma nella sua funzione di passaggio è schermo che ombreggia e copre, e introduce alla casa: è arioso atrio suggestivo.

Cane matting is applied to the glass when there is too much sun. The terracotta mosaic paving provides a return to tradition that contrasts with the modern appeal of the transparent pergola. This creates mediated continuity with graded levels of light between the free space and the home. The pergola is a place in which to stay, yet it is also
a passageway.

Le dimensioni degli ambienti non sono esprimibili solo in misure lineari,
esse derivano anche dalla relazione tra luce e colore.
E il chiarore allarga gli spazi, abbatte i confini.

Sopra: la piscina vista dal pergolato. Ha la forma naturale del lago e la struttura di copertura ne avvolge una porzione, che diventa porto protetto, luogo atto al gioco, passaggio sicuro per entrare con gradualità nell’acqua. Il rivestimento della piscina è Mosaico Bisazza; l’impianto di depurazione Culligan; la pavimentazione in cotto di Sannini; le luci per esterni sono de I Guzzini.

Above, the swimming pool seen from the pergola. It has the natural shape of a lake and is covered in part by the pergola; this area acts as a safe haven in which to play or gradually enter into the water. Bisazza Mosaic pool lining; Culligan filtering system; Sannini terracotta paving; I Guzzini outdoor lighting.

LA NOBILTA’ DEL BARBECUE
Il fatto che vi siano barbecue portatili associa questo strumento per cucinare alla brace o con la legna, alla scampagnata, al viaggio occasionale. In realtà il barbecue può essere “istituzionalizzato”, come elemento permanente in un “luogo” privilegiato del giardino. Come in questa villa toscana, dove è ubicato accanto alla piscina, in continuità col pergolato, ma separato e coperto con un tetto proprio, ambientato sullo sfondo degli alberi. E’ caratterizzato dalla sagoma stondata dei suoi profili, e da i corposi riccioli che raccolgono ai lati il loro movimento a onda.

Nell’interno il chiarore si diffonde all’intorno e dimostra che le soglie non sono barriere. Vivono di trasparenze, come la grande vetrata che separa/unisce soggiorno e pergolato. Tra le piastrelle in cotto del suolo e il marmo chiaro dei gradini, anche la pavimentazione offre una continuità articolata. E la vista si inoltra verso il piano superiore e attraversa
la porta vetrata. E’ un ambiente che non ha segreti, ma è pregno di intimità emotiva.

It is a living room complete with sofa and armchairs, and the nearby barbecue completes the space to make it suitable for everyday living. Yet as a passageway it is also a shield that acts as a shaded introduction to the house, an attractive and airy atrium.On the inside, light permeates everything and demonstrates that thresholds are not barriers.
They are transparent, like the large glass partition that separates/brings together the living room and pergola. And with terracotta tiles for the floor and light-coloured marble steps, the paving also offers structured continuity. The room holds no secrets, yet it is imbued with emotive intimacy.

Le soglie e il loro superamento: giardino, porta, scala…. i momenti di transizione
introducono alla casa, simboli di un passaggio verso il luogo amichevole e confortante.

La peculiare trasparenza della casa è sottolineata dalla presenza di un nido di rondine sotto la trave, in prossimità della parete che separa il soggiorno dalla zona notte. I mobili sono realizzati su misura. Le appliques sono di Venini, le altre luci di Terzani.

The particular transparency of the house is underlined by the presence of a swallow’s nest beneath the beams near to the wall that separates the living room from the sleeping area. All the furniture has been made to measure. Wall
lamps by Venini, other light fixtures by Terzani.

L’ ampiezza del soggiorno permette così di spaziare all’esterno con la vista, come di avanzare negli ambienti interni. Sopra la scala lo spazio della notte si preannuncia con una ringhiera che affaccia ai luoghi del vivere diurno.
Ma dal basso risulta evidente la presenza della copertura e con le travi bianche della sua struttura questa si si manifesta in tutto il volume che abbraccia.
E in questo abbraccio si realizza la continuità: anche al di là della traparenza stessa, è la sensazione di essere sotto un unico tetto, quel che dà il “LA” all’ambiente domestico. E lo intona a un’unica sintonia, così che soggiorno e camere da letto si affratellano: le stesse bianche travi scandiscono il soffitto, reggono lo stesso tetto…
Gli ambienti della notte sono rivestiti di identica luminosità, con le tinte chiare che, oltre al bianco, stemperano leggermente nel giallo delle tende, nell’ocra del bagno. L’architettura a volte ricerca l’impressione forte, tanto da apparire violenta.

The size of the living room means you can let the eye move freely to the exterior and to the rooms on the interior. Above the staircase the sleeping area is introduced by a railing that looks onto the day area.
Yet from below the white-beam ceiling can be easily seen throughout. In fact, this is what creates continuity. Beyond transparency itself, it is the feeling of being beneath the same roof that sets the tone to this domestic space, and it does this such that the living room and bedroom appear to be related in style: the same white beams mark the ceiling at regular intervals, support the same roof and so on.

La discrezione è una scelta: un linguaggio architettonico sussurrato, capace
tuttavia di mettere a proprio agio chi abita la casa,
di permeare gli ambienti con una corrente di magica simpatia.

Nel bagno i sanitari sono Pozzi-Ginori, le rubinetterie di Ponzi. Nella camera da letto il pavimento è in pietra africana sabbiata e lucidata.

Pozzi-Ginori sanitary fixtures in the bathroom, with Ponzi taps and fittings. Sandblasted and polished African stone for the bedroom floor.

IL MARMO E LA VENA

Le tonalità chiare che caratterizzano la casa, si mantengono anche nel bagno. Qui i sanitari sono disegnati con grafia simile a quella del barbecue: profili dalle morbide curve che si elevano a dossale, conferendo un tono di nobiltà all’insieme mentre allo stesso tempo offrono un riparo in più contro gli schizzi. Il marmo venato dal ruggine al grigio, presenta tonalità simili al materiale che si trova presso Siena e che si presenta in molteplici variazioni di giallo chiaro e rosato o tendente all’avorio. Il luogo più noto per la produzione del marmo di Siena è la Montagnola Senese. I calcari bianchi, gialli e grigi delle sue cave hanno soddisfatto per secoli la domanda dei cantieri delle grandi cattedrali, come quella di Siena o quella di Firenze. Si tratta di un materiale per sua natura ricco di luminosità, che lo ha reso preferito per la realizzazione di fregi e di motivi ornamentali, oltre che statue e rivestimenti interni di pregio. Tra le sue varietà caratteristiche si trovano il “Giallo Broccatello”, dorato e dalle venture scure, a volte violacee. Il “Nuvolato Etrusco”, blu
dorato. Il “Giallo Ocra”, il “Giallo Venato”, il rosato “Covenant”, il “Calcata” che presenta venature e chiazze giallo-rossiccio, il “Bianco arabescato”, il “Bardiglio”.

La scelta progettuale di questa casa parla invece un linguaggio diverso: quello della discrezione; del dialogo soave, della sottigliezza. Del sussurro, non del grido. Ma bastano accenni per rivestire un ambiente: uno specchio collocato in una nicchia sopra la testiera del letto che trasforma una porzione di muro in finestra di luce; la composta sintesi di
materiali antichi come il cotto e il legno con ampi cristalli che schiudono gli interni e ne fanno terrazzi. E’ architettura dell’abitare, senza esibizionismi.

The rooms in the sleeping area have the same level of brightness, with light-coloured hues in addition to white being toned down a little by the yellow of the curtains and the ochre in the bathroom.
A
rchitecture at times looks for such strong impressions that they sometimes come across as violent. Yet the design of this house speaks an altogether different language: one of discretion, soave dialogue, and subtlety. It whispers and does not shout. Only slight touches are required to adorn a room: a mirror placed above the head of the bed transforms a portion of wall into a window of light, or else the composed synthesis of old materials such as terracotta and wood with large glass partitions that open up interiors to form terraces. This is the architecture of home living, without ostentation.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)