Una finestra di dialogo per i beni culturali

Una finestra di dialogo per i Beni Culturali di ieri e di oggi
Sono moltissime le iniziative che vengono intraprese nelle Diocesi italiane in merito alla conservazione dei Beni Culturali Ecclesiastici, alla edificazione di nuove chiese, alla presentazione di nuove opere d’arte, alla discussione su tematiche attinenti al rapporto vivo tra architettura, arte e Chiesa. La nostra rivista, CHIESA OGGI architettura e comunicazione, nasce come strumento di documentazione, di informazione e di servizio. Il servizio consiste proprio nel mettere in comunicazione le diverse realtà che si muovono nel vasto mondo dell’architettura per la Chiesa, con tutto quel che questo comporta, con tutte le implicazioni nel campo progettuale, tecnologico, artistico, liturgico, ecc. Gli Uffici diocesani che si occupano dell’edificazione di nuove chiese e del mantenimento dei Beni Culturali Ecclesiastici sono l’interlocutore di tutti coloro che a diverso titolo stanno partecipando o desiderano partecipare al progetto della chiesa e al suo rinnovamento. CHIESA OGGI architettura e comunicazione è l’unica rivista specializzata nell’architettura della chiesa in tutte le sue articolazioni: l’unica rivista che raggiunge sia le parrocchie italiane, sia chi nell’ambito professionale o imprenditoriale ha fatto dell’edificio chiesa una parte importante, talvolta esclusiva, della propria specializzazione.

BOLOGNA
San Petronio: la Basilica incompiuta
Dal 4 ottobre al 6 gennaio, il Museo Civico Medievale di Bologna presenta l’esposizione “La Basilica incompiuta. Progetti antichi per la facciata di San Petronio”. Sono esposti 24 progetti per il completamento della facciata della Basilica di San Petronio, elaborati tra il XVI e il XVIII secolo, di proprietà del Museo di San Petronio e recentemente restaurati dalla Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico e Demoantropologico. Con essi, sono esposti modelli d’epoca, ritratti dei grandi committenti, dipinti, medaglie, documenti sulle vicende della celebre basilica. Tra gli architetti che si sono avvicendati all’edificazione della basilica, a partire dal 1390, i cui progetti di facciata sono esposti nella mostra, figurano Antonio di Vincenzo, Domenico Aimo da Varignana, Arduino Arriguzzi, Baldassarre Per uzzi, il Vignola, Giulio Romano e Cristoforo Lombardo, il Palladio, Alberto Alberti, Girolamo Rainaldi, Carlo Francesco Dotti e Mauro Tesi.

PIACENZA
Millenario di Santa Giustina Nel corso del 2001 si è celebrato il millenario della traslazione dei resti di santa Giustina, la compatrona della Diocesi e contitolare della cattedrale piacentina, da Roma a Piacenza. Diverse le manifestazioni e le iniziative attuate: pellegrinaggi, sacre rappresentazioni, pubblicazioni di volumi storici, incontri di carattere storico. Per ricordare l’evento del millennio, la Consulta diocesana presieduta da Mons. Domenico Ponsini ha deciso di realizzare una mostra che documenti come la pittura e la scultura contemporanee possono riproporre oggi l’esempio della santa di Nicomedia. Gli artisti che intendono partecipare con proprie opere originali, devono presentarle entro la fine dell’anno in corso. Per informazioni occorre rivolgersi all’Ufficio diocesano per i Beni Culturali (tel.: 0523308328 – 05233308318). Anche scrittori, poeti, musicisti sono chiamati a presentare i propri lavori.

Queste pagine sono a disposizione delle Curie diocesane: qui possono presentare le iniziative che hanno intrapreso, che stanno realizzando o che intendono concretizzare in futuro. Una iniziativa di una singola diocesi può essere fonte di ispirazione per altri, può essere motivo di dibattito, può essere occasione per suggerire soluzioni nuove a problemi specifici. Siamo sicuri che altri vorranno comunicarci le loro iniziative e che il flusso di informazioni, proposte, analisi, suggerimenti, richieste che su queste pagine troveranno ospitalità, sarà sempre più ricco e fecondo. Inviate la Vostra comunicazione per posta elettronica: chiesaoggi@dibaio.com

DIOCESI DI PINEROLO
XVI Biennale di arte contemporanea Si è svolta dal 12 ottobre al 4 novembre la XVI Biennale di arte contemporanea. Le opere esposte, di Dina Bellotti, Maurizio Frisinghelli, Mina Marra, Paolo Paschetto e Mario Rudelli sono presentate nel catalogo “L’arte e il mistero cristiano”, con introduzione del Card. Paul Poupard e commento del Prof. Mario Marchiando Pacchiola. «L’arte e la fede – scrive il Card. Poupard – congiunte in feconda simbiosi conducono l’uomo nella sua mai repressa ricerca d’interiorità e di pace. L’arte e la fede continuano insieme la Città di Dio tra gli uomini. Lontano dal divertimento effimero, l’arte e la fede ci interpellano a non cadere nell’indifferenza, a gustare nuovamente il sacro, a far rinascere Dio nei nostri cuori».

ARCIDIOCESI DI PESCARA – PENNE
Corso di edilizia liturgica Il quinto corso di edilizia liturgica, organizzato dall’Arcidiocesi di Pescara – Penne, Commissione diocesana per l’arte sacra e i beni culturali, e dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose G.Toniolo, si svolgerà a partire dal 6 febbraio al 25 maggio 2002. Il Corso è organizzato dal responsabile dell’Ufficio Edilizia di Culto della Diocesi, Don Antonio De Grandis, coadiuvato dall’Arch. Paola Renzetti. Il Corso è articolto in lezioni teoriche che trattano aspetti liturgici, filosofici, teologici e architettonici degli spazi per la celebrazione. Il programma prevede anche incontri tematici con esperti, seminari, sopralluoghi. I corsisti avranno a disposizione dispense, diapositive, libri, riviste e una specifica bibliografia.

DIOCESI DI AREZZO – CORTONA – SANSEPOLCRO
Verso Cimabue
Nella Loggia di San Donato, presso la Cattedrale di Arezzo, dall’aprile 2001 al gennaio 2002 è allestita la mostra “Verso Cimabue – Crocifissi e croci dipinte nella diocesi di Arezzo (secoli XII-XIII)”. Scrive S.E. Mons. Gualtiero Bassetti,Vescovo della Diocesi di Arezzo – Cortona – Sansepolcro: «La mostra ha come oggetto esempi dell’iconografia del Cristo in Croce, così cara alla cultura medievale centro-italiana; iconografia della quale il territorio della Diocesi rappresenta un importante centro di diffusione…. Il passaggio dalla rappresentazione del Cristo come Tr iumphans a quella del che raffigura Gesù, sofferente soggetto della Redenzione, segna una tappa significativa nella storia della Chiesa, di cui il motore fu la specifica, particolare devotio degli Ordini mendicanti». Il testo del catalogo, edito da Edifir, espone in sintesi la storia delle rappresentazioni del martirio cristiano. Ignoto del sec. XII Crocifisso policromo Legno di sorbo, Arezzo, Museo Diocesano. Maurizio Frisinghelli “L’arca”. Dina Bellotti “Paolo VI accende il cero pasquale”. Ignoto dei primi decenni del sec. XIII Croce dipinta, pittura su tavola. Margarito d’Arezzo (documentato nel 1262) Croce dipinta Pittura su tavola.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)