Una cascina d’inizio ‘800 con


Un complesso rurale appena fuori Milano

Un arredo eclettico tra antico e moderno fa rivivere una costruzione rustica di qualità

Eclectic antique and modern furniture gives a new lease of life to a quality rustic building

Progetto di Tiziano Ciceri, architetto e Linda Rivolta, interior designer
Testi di Walter Pagliero
Foto di Athos Lecce

Ènata come struttura collettiva per organizzare la vita dei contadini all’interno di una grande tenuta. A questo fine, attorno a una vasta corte quadrata, sono stati costruiti tanti piccoli appartamenti a schiera su due piani. Era l’inizio dell’800 e alcuni utopisti pensavano di rendere più razionale la vita e più felici gli uomini costruendo grandi edifici “su misura”dove svolgere in modo ordinato sia l’attività lavorativa che quella privata. Era l’inizio di un pensiero collettivista che voleva organizzare le persone all’interno di un rivoluzionario progetto comunitario.

Originally the building was a collective structure used to organise the life of farmers on a large holding, which explains the many small apartments on two levels built around a large square courtyard.
This was the beginning of the nineteenth century, when utopian thinkers believed they could give men a more rational and happy life with large custommade buildings in which they could go about their work chores and private life in orderly fashion.

La grande corte quadrata con le case unifamigliari a schiera sui lati è una tipologia tardo-ottocentesca creata per aiutare la socializzazione dei contadini addetti alla tenuta.

The large square courtyard with rows of single-family houses on the sides is a late-nineteenth century format, created
to help the socialization of farmers on the estate.

GLI AUTORI DEL PROGETTO
Tiziano Ciceri, architetto
Nato a Seregno nel 1963, si è laureato nell’88 al Politecnico di Milano con indirizzo “Restauro architettonico”.
Nello stesso anno ha iniziato l’attività professionale a Cesano Maderno dove, oltre allo studio di progettazione, ha uno show – room d’arredamento di circa mille mq e un proprio laboratorio di falegnameria.

Linda Rivolta, interior designer
nata a Giussano nel 1983, si diploma nel locale Liceo Artistico Sperimentale. Dal 2004 collabora con l’arch. Ciceri nello studio e progettazione di architetture d’interni servendosi di un programma 3D che permette di muoversi nell’appartamento in una realtà virtuale.
Punti fondamentali delle loro realizzazioni sono: la ricerca di uno stile personale studiato sul cliente, una particolare attenzione nella scelta dei materiali, un servizio “chiavi in mano”.

Il fienile è diventato un open space mansardato con soppalco

Tutto l’arredo, quello antico e quello modernissimo, è in un unico spazio

Probabilmente i contadini qui ospitati erano mezzadri a cui toccava la metà di ogni cosa allevata o raccolta. Perciò avevano bisogno del fienile per asciugare in un ambiente ventilato l’erba che doveva trasformarsi in fieno. Adesso che si è trasformato in un complesso residenziale per famiglie nucleari non più dedite all’agricoltura, i fienili costruiti con grandi archi per assicurare l’aerazione diventano soggiorni dove l’arco si presenta come un elemento formale di prestigio. E l’ambiente si presta a ricevere mobili antichi.

It was the beginning of a collectivist thought that wanted to include people inside a revolutionary community project. No doubt the farmers who lived here were sharecroppers who would get half of everything they harvested or bred. This means they needed a barn for drying, in a ventilated room, the grass that would later become hay. Now that it has been converted into a residential complex for families no longer concerned with agriculture, the barns built with arches to ensure ventilation are now living rooms in which the arches are now used as a formal element of prestige.

La scala che porta al soppalco è stata progettata da Arredamenti Ciceri e realizzata da Tekart Scale di Romano di Lombardia.
Sotto la scala vi è una cassapanca spagnola del ‘700.
I mobili sono tutti di famiglia. Notevole è l’armadio a due ante piemontese del primo ‘900, dove sono appoggiati
fiori secchi di ortensie come si usava nel periodo liberty.
Il pavimento è a listoni di rovere massello sbiancato smoky e spazzolato.

The staircase that leads to the mezzanine was designed by Arredamenti Ciceri and made by Tekart Scale, Romano of Lombardia.
Beneath the staircase there is an eighteenth-century Spanish chest.
All furniture belongs to the family. Particularly noteworthy is the double-door Piedmontese 1900s wardrobe with dried hydrangea flowers on the top – a common practice during the Liberty period.
The floor in solid oak planks has a smoky-white and wire-brushed finish.

Una cucina ultramoderna in acciaio accanto a patinati mobili dell’800

Pranzo, cucina e salotto si contendono l’attenzione

I tre archi servono a sorreggere il tetto mantenendo libera l’aerazione di tutto il piano

Una cascina dell’800 con eleganti archi strutturali

Nella loro abitazione precedente i proprietari avevano mobili di famiglia, soprattutto ottocenteschi, che consideravano parte della loro vita. Trasportarli in questo spazio così particolaree lontano dalle tipologie abitative poteva essere un azzardo. Invece i grandi archi, con la loro forte pres
enza architettonica, si sono rivelati uno scenario ideale e un po’ operistico per questo tipo di arredamento.

Furthermore, the setting is ideally suited to antique furniture.
In their previous home the owners had family furniture, mainly from the nineteenth century, which they considered to be a part of their lives.
Transporting them to this special setting, far removed from the usual type of home, was a gamble. But the large arches, with their strong architectural presence, turned out to be the ideal, almost operatic, setting for this type of apartment.

Le sedie in noce di metà ‘800 sono poste intorno a un tavolo con piano di cristallo sostenuto da un basamento in terracotta eseguito in Toscana.
La straordinaria vista panoramica dal soppalco.

The chairs in walnut from the mid-nineteenth century are positioned around a table with glass top supported by a
terracotta base made in Tuscany.
The striking view from the mezzanine.

La cucina in acciaio inox è il modello Electra disegnato da Pietro Arosio per Ernestomeda.
La cappa aspirante integrata nel piano è della serie Vario 200 di Gaggenau.
Piano cottura Foster.

The stainless steel kitchen is the Electra model designed by Pietro Arosio for Ernestomeda.
The cooker hood integrated into the top is from the Vario 200 series by Gaggenau.
Foster hob unit.

Una cascina dell’800 con eleganti archi strutturali

Le capriate originali invadono piacevolmente lo spazio del soppalco utilizzato come zona studio

Non contenti di tale risultato (gli archi del fienile che si sposavano bene con i mobili di famiglia) i proprietari, forse convinti dai giovani progettisti, hanno osato ancor di più mettendo in open space col salotto classico e il pranzo
ottocentesco una cucina hi-tech, tutta in acciaio inox ed elettrodomestici di ultima generazione.
Ed è curioso osservare come questo abbinamento tuttaltro che consueto aggiunga all’insieme un tocco di modernità e di eleganza fuori schema, quella, per intenderci, più legata alla personalità che alle mode.
Con questo comportamento disinvolto si supera di slancio ogni clichè “rusticheggiante”.

Not content with the result (the arches of the barn that went well with the family furniture) the owners, perhaps
encouraged by the young architects, dared even more by introducing, in the open-space setting with the living room and nineteenth-century dining area, a

Incassati a filo nel pavimento vi sono due box doccia Megius mod. Rasodoccia. Lavabo Flaminia mod. Nuda 95. Sanitari
Flaminia modello Spin. Rubinetteria Fantini della serie Café.

Built-in and flush with the floor, there are two Megius shower cubicles, Rasodoccia model. Flaminia washbasin,
Nudo 95 model.
Flaminia sanitaryware, Spin model. Fantini taps and fittings, Café series.

La camera da letto padronale è l’unico ambiente dotato di un arredo d’epoca di gusto ottocentesco. Da notare
il rouleau per ricamare.

The master bedroom is the only room with its own nineteenth century furnishings.
Notice the embroidery rouleau.

BAGNO MODERNO IN UNA STRUTTURA ANTICA
Nel bagno la perfetta fusione tra arredo tecnico, quindi moderno, e soffitto con travi d’inizio ‘800, dovuta soprattutto al taglio astratto dei volumi ( piatto doccia è a filo e i cristalli sembrano partire da terra). Il bagno risulta così un parallelepipedo quasi vuoto, dove fa da protagonista il soffitto assai materico e patinato dal tempo. I sanitari sono bianchi e minimali, la doccia appena definita dai vetri quindi trasparente. Il pavimento è a doghe di rovere massiccio per legare col soffitto.

QUALITÀ DELL’INTERVENTO
Centralità del progetto: il restauro conservativo del fienile di una cascina d’inizio ‘800 è l’occasione per un open space dove far coesistere i mobili di famiglia ottocenteschi con una cucina ipermoderna tutta in acciaio.
Innovazione: si è ricavato un suggestivo soppalco nella parte alta della capriata.
Uso dei materiali: acciaio, vetro, pietra e tanto legno per creare superfici molto materiche e calde.
Nuove tecnologie: vetri molto coibenti.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)