Un patio nascosto


Sulle colline vicine a Valencia (Spagna), la casa bioclimatica

L’edificio, in gran parte interrato, è concepito come regolatore del proprio clima interno e non necessita di ausilii energivori. L’architettura nasce dal rapporto con l’ambiente.

The building, mostly buried, is designed to regulate its indoor climate and does not require energy-consuming installations. The architectural design is based on the building’s rapport with the environment.

Progetto e foto di Luis de Garrido, architetto,
Servizio e testi di Leonardo Servadio

Un terreno in leggera pendenza verso sud: situazione ideale per chi progetta, come Luis de Garrido, secondo criteri ambientali.
L’edificio è stato disposto su tre livelli, tutti protesi verso sud e organizzati attorno a un patio centrale a mo’ di serra. Tutte le coperture di questi ambienti sono a giardino e si trovano a un’altezza solo leggermente superiore a quella
del prato: così si pongono in continuità col terreno circostante e sono praticabili. La parte centrale della casa, il patio coperto, ha altezza doppia. Gli spazi che gli ruotano attorno ospitano, al livello superiore, le camere da letto, a
quello inferiore, gli ambienti del giorno. I muri perimetrali portanti e curvi offrono forte inerzia termica e facilitano il risparmio di energia.

A lightly sloping and south-facing plot is the ideal situation for Luis de Garrido, whose designs are based on environmental considerations. The building is on three levels, all of which look south, arranged around a central greenhouse-style patio.

L’architettura sostenibile

Nasce dal progetto e lo informa in tutti i suoi aspetti. Anzitutto l’orientamento: dal rapporto dell’edificio col sole dipende in massima misura il mantenimento del clima interno. L’effetto serra va sfruttato e pianificato al meglio: di qui anche il problema della regolazione dell’ingresso della luce solare diretta o indiretta, tramite tende da sole e altre schermature fisse o mobili. L’architetto Luis de Garrido è uno dei pochi specialisti a livello internazionale capace di combinare tutti gli aspetti impliciti nel concetto di sostenibilità, che riguarda anche la possibilità di costruire riducendo la quantità di scorie
e di riciclare i materiali al termine della vita dell’edificio.

I muri curvi sono la caratteristica formale più evidente dell’edificio: giocando sulla loro configurazione, l’architetto ha definito uno spazio articolato, come un lungo corpo che trapela dal prato in segmenti. La pendenza non è forte, tuttavia
i muri si prestano anche come strutture di contenimento che garantiscono, col loro sovradimensionamento, la permanenza dell’edificio nel tempo. L’architettura è arte in cui necessità, utilità e bellezza si integrano in modo armonico.

La sostruzione invece della costruzione: sotto terra invece che sopra la terra.
In questo modo il controllo climatico
è semplificato in tutte le stagioni. E ne guadagna la qualità del vivere.

La maquette mostra una vista aerea della casa: essa
trapela dal suolo mostrando solo una parte del suo
volume abitabile. Nelle facciate verso sud si aprono
grandi vetrate: i due oblò laterali al livello basso sono
una soluzione formale consona con il profilo
ricurvo dei muri strutturali e di contenimento. Nella
pagina a sinistra, due viste dello spazio centrale interno
a doppia altezza. Grazie alle sue ampie vetrate, funge un
po’ da “giardino d’inverno”, a diretto contatto
visivo con il giardino esterno. E’ un ambiente tipo “loft”,
a spazio continuo e fluido.

Il prato e la casa

Il problema nasce dal fatto che la concezione razionalista può portare a supporre una contrapposizione tra natura e progetto.
In realtà avviene esattamente il contrario: il progetto è
continuazione della natura, vive dello scoprire nell’ambiente
potenzialità nascoste, consone all’abitare. Come Emilio
Ambasz, Luis de Garrido usa la terra per climatizzare gli edifici.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)