Un’oasi di pace

Si trova sulle prealpi del lombardoveneto questa antica dimora della fine del ‘500, abilmente ristrutturata nel pieno rispetto delle preesistenze. L’austera struttura, dai possenti muri in pietra, viene ingentilita dal giardino, realizzato “al naturale”, e dalla zona di ingresso, in ciottoli e ringhierina in ferro battuto, che forma una specie di ballatoio. L’ingresso alla casa infatti è a un livello più alto del prato assolato dove è organizzata la semplice zona di soggiorno all’aperto.
Deliziosa la fontanella in pietra contornata da cespugli fioriti.

This ancient house of the end of the 16th century is in the Lombardy-Veneto Alps. It was skilfully restored in the full respect of pre-existing elements. The severe structure with imposing stonewalls is softened by the garden and by the entrance area in pebbles with a small wrought iron balustrade, which becomes a kind of balcony. Indeed, the house entrance is at a higher level in respect of the meadow, where there is a simple open-air living area. The small stone fountain edged by blooming bush is very nice.

Nelle foto: l’ingresso, con l’ampia apertura che guarda il giardino e la boiserie, in larghe doghe di legno al naturale, che
copre in parte le pareti. Una splendida collezione di piatti e due antiche lampade in ferro battuto e lavorato incorniciano
la porta ad arco. Una cassapanca dotale in legno laccato, con stemmi delle famiglie degli sposi, che completa l’arredo dell’ingresso.

Side: the entrance with the large opening facing the garden and the boiserie in large natural wooden staves, which
covers a part of the walls. A very nice plates’collection and two ancient wrought iron lamps frame the arched door. In
the bottom picture: a dowry chest in polished wood with the crest of weds, which completes the entrance furnishing.

Sotto: Il salotto con un imponente camino in stile inglese in pietra a spacco e bocca del fuoco rifinita in legno lavorato. L’arredo della sala da pranzo è una copia di quello del castello di Asolo e ogni sedia reca lo stemma della Repubblica di Venezia. Preziosi i lampadari in alabastro di Volterra, i quadri alle pareti, i tanti oggetti disposti con arte. Importante il camino con ampia bocca del fuoco in pietra rustica. Da notare il sopraporta lasciato in mattoni a vista.

Left: the sitting room with an English-style imposing fireplace in crack stone and fire mouth finished with deco-rated
wood. Bottom: the furnishing of the dining room is equal to the one of Asolo castle and each chair has the crest of the
Venice Republic. Valuable chandeliers in Volterra alabaster, wall paintings and many skilfully positioned objects. The fireplace with large fire mouth in country stone is imposing. The door top decoration in bricks at sight is interesting.

Nella zona notte, il disimpegno mostra il soffitto aperto per mettere in vista le travi del tetto. I monconi di trave che
reggono la porzione di soffitto restante (trasformata in balconata con zona annessa adibita a studio) sono stati appoggiati su colonne romaniche. La camera da letto è un ambiente sobrio, arricchito dai molti dipinti alle pareti, dai mobili in legno scuro (da notare il bellissimo letto con testiera e pediera sagomate e intagliate). Il camino è chiuso da antine e realizza un capace contenitore. Nella camera singola dominano il letto in ferro battuto e l’enorme specchio con cornice lavorata e dorata.

In the night area, the access room shows an open ceiling to put at sight the roof beams. The pieces of beam, which support the rest of the ceiling and was turned into balcony with an adjacent area used as a studio, have been laid on
Romanic columns, the bedroom is sober and enriched from many wall paintings, black-wooden furniture (to be noticed
the wonderful bed with moulded and carved head and foot), The fireplace is shut by small doors and used as large
container. In the single room the wrought iron bed and the very large mirror with decorated and gilded frame are
predominant.

Colonne e decorazioni in gesso

La colonna nasce nell’architettura classica in primo luogo con funzione strutturale, cioè reggere il peso di una parte dell’edificio, ma subito dopo diviene un importante elemento decorativo con le scanalature del fusto, che creano un effetto chiaroscurale, e con le decorazioni dei capitelli che con le loro multiformi volute vanno a denotare lo stile architettonico: naturalmente il materiale in cui sono costituite è la pietra tipica del luogo.
Molto più tardi, nel Rinascimento e soprattutto nel Barocco, le colonne diventano elemento fondamentale dell’architettura ma spesso senza funzione strutturale, solo come scansione ritmica dello sp
azio; in certi casi, anziché la pietra vengono usati i più economici stucco o gesso, facilmente modellabili nelle decorazioni più fantasiose. Nello stesso tempo la tendenza decorativa degli ambienti si esplica anche con rosoni, velette, lesene, cornici, modanature, ricami tridimensionali che nello stucco o gesso trovano i loro materiali tipici, con cui abili artigiani riescono a creare un mondo di fantasiosi ornamenti. Oggi questa tradizione secolare e artigiana continua, potenziata dai mezzi tecnologici odierni, così che possiamo aggiungere al nostro ambiente l’ornata bellezza di una colonna o di un rosone di gesso

Plaster columns and decorations

In classical architecture columns were primarily devised as load bearing building structures. However, immediately after columns turned into an important decorative element thanks to the chiaroscuro effect provided by fluting, in addition to the decorations featuring on capitals, with their varied and decorative volutes. The local stone was of course the material used to build columns. Much later, during the Renaissance period and particularly during the Baroque period, columns became a crucial architectural element although they were often used to mark space at regular intervals rather than being used as load bearing structures. At times, either stucco or gypsum were used instead of stone, as they were cheaper and could be easily moulded into the most fanciful decorations. At the same time, decorations took the shape of rose windows, velette, pilasters, cornices, mouldings, three-dimensional lacework typically made with plaster or chalk that skilful craftsmen used in order to create a whole load of original decorations. Nowadays, this age-long handcrafted tradition still carries on with the help of additional technological devices, thus allowing us to add
the decorative beauty of a plaster column or a rose window to our rooms.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)