UN NIDO D’AQUILA

Ad Albisola, sulla Riviera Ligure di Ponente

Questa villa, arrampicata su una roccia scoscesa a picco sul mare, è giocata sulle grandi finestre ad arco superpanoramiche.

La costruzione era originariamente un gigantesco box che un personaggio locale era riuscito a far sorgere in una zona eccezionalmente panoramica. Cambiata di mano, il nuovo proprietario (un giovane industriale farmaceutico) ha chiamato l’architetto Sergio Ratto (www.sergioratto.it) per trasformare questo bunker di cemento in una villa accogliente, arredata in modo semplice e minimale. Questa villa poteva avere solo un affaccio, quello stupendo verso il mare, perché dietro è incastrata in un terrapieno: di qui l’andamento molto allungato del soggiorno. L’altro elemento fortemente caratterizzante erano le finestre già esistenti, delle aperture ada rco lunghe più di due metri.Una tipologia che dà molti problemi sia per lapertura dei vetri che per la chiusura ermetica con elementi oscuranti. L’architetto Ratto ha risolto elegantemente il problema mettendo ad ogni finestra un montante centrale e aprendo le due ante a battuta sovrapposta. All’nterno si è cercato di utilizzare materiali antichi, come il pavimento travertino, in un contesto essenziale, riscaldando il tutto con stesure di arancio brillante. Il soffitto che per le sue dimensioni veniva concepito come basso ed incombente è stato ricoperto con ina lunga volta a botte ribassata che si appoggia sui lati corti del soggiorno.Secondo l’architetto questa è stata una delle operazioni più importanti per la riusvita della casa.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)