Un Nautilus di cristallo

Guardando l’isola Gallinara

Servizio di: Tiziana Zanchi
Foto: Athos Lecce

In Liguria, ad Albenga, un attico confortevole ed avvolgente, con perfetta intesa fra i desideri della committenza e l‘interpretazione esecutiva. Un’ellittica ed aerea scala di cristallo, un sinuoso camino dalla svettante cappa, argentee colline, oleandri ed un cobaltineo mare da cui sbuca un’inaspettata piccola isola. Gli ingredienti scenografici per una favola ci sono tutti, ma al “ciack” non apparirà un’affascinante Cenerentola che scalza scende la scala di cristallo, perché non siamo su di un set cinematografico ma nell’accogliente casa di Emilio Dalla Valle, serio e valido professionista. Gli ultimi due piani della signorile palazzina di famiglia “fin de siècle” sono in posizione davvero privilegiata per la visuale che spazia incontrastata a 360 gradi, dal mare alle colline. La prima forte sensazione che si prova entrando è di caldo e confortevole benessere, ci si trova immediatamente a proprio agio e ciò significa che l’obiettivo prefissato è stato pienamente raggiunto, perché Emilio Dalla Valle voleva spazi ampi e accoglienti, da vivere convivialmente con amici ed ospiti, luce naturale e godere del paesaggio circostante.

Formalizzati questi dictat, senza ulteriori vincoli, dà incarico allo Studio Lanati di Alassio. Potendo progettare a tutto campo, Carlo Lanati applica la sua filosofia architettonica basata su due elementi primari, fuoco e cerchio, coniugati da un grande rispetto per l’uomo e l’ambiente. Il focolare simbolo di conforto e benessere, la linea curva di protezione, rappresentano insieme il senso profondo della casa. Eliminando pareti divisorie ed in parte la soletta, Lanati realizza due piani compenetrati, integrati ed uniti sia dalla cappa del camino, il fuoco, sia dalla scala spiraliforme, la linea curva. Il grande salone funge da zona pranzo e soggiorno con soluzione di continuità e prende luce da due ampie terrazze affacciate l’una sul mare, l’altra sulle colline. Spazi ideali per sorseggiare un drink, consumare un brunch inseguendo o evitando il sole.

L’arredo accosta a sobri mobili d’epoca, le moderne sculture di Susanna Lanati, come il tavolino ovale in legno e ferro dal seducente titolo “Due”. Studiato per sostare innanzi al camino, ad esso si integra perfettamente con quella sua curva che racchiude l’abbraccio di due giovani morbidi corpi. In verità tutto sembra pensato per indurre lo sguardo a posarsi sul camino che occupa quasi per intero la parete di fondo e che con la svettante cappa invade il piano sovrastante. Una presenza rassicurante, nonostante la maestosità, smussato, sinuoso, intriga in un rincorrersi di curve, anse e volute, un gioco di riscontri ed echi barocchi. In questo, Carlo Lanati è maestro: ama i camini, li progetta e disegna, ne modella l’armatura e li plasma. L’idea della scala di cristallo nasce per creare un effetto di leggerezza, una spirale conica di gradini digradanti, il primo alla base largo 175 cm, l’ultimo 125, che in una sola voluta porta al piano superiore.

La soglia d’accesso è risolta con un semicerchio di marmo Verde Alpi che riprende l’adombratura glauca dei gradini. La luminosità opalescente è resa da una lamella in vetro color bianco latte fra le altre trasparenti. Questo multistrato prodotto dalla Saint Gobin è resistentissimo ed insonoro. Preziosa la collaborazione tecnica della Vetreria Garello di Albenga. La struttura della scala è in ferro e per essa Carlo Lanati si è avvalso dell’abile manualità dei fabbri Porro e Pericoli di Albenga. La sagomatura spiraliforme delle fasce portanti è stata eseguita in loco, così come la saldatura dei supporti di sostegno e dei gradini. Di fittizio ed ingannevole in questa casa non v’è nulla. L’aria di avvolgente conforto, complice la suggestiva bellezza dei luoghi, può sbrigliare la fantasia tanto da immaginare un vissuto scenico. Non me ne voglia dunque il padrone di casa, anfitrione ottimo.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)