Un maniero per villa

Servizio di: Luisa Carrara
Foto: Athos Lecce
Testo: Leonardo Servadio

C’erano i guerrieri asserragliati. Le stanze erano piccole, le scale anguste e ripide. Le mura spesse, possenti. Il medio
evo è stata l’epoca dello splendore dei castelli: ma non erano edifici comodi da abitare. Manieri come questo, sulle colline senesi sono più recenti: assomigliano già alle ville signorili e la fortificazione resta un po’ come un vezzo: certamente ha ancora la funzione di difendere i suoi occupanti, ma non c’è più quel senso di arroccamento, di isolamento che permea le figure dei castelli più antichi. Sono residenze, dal sapore antico, e sorgono eminenti sulla campagna.

There were barricaded warriors, small rooms, steep narrow stairways, and thick strong walls. The Middle Ages was a period of magnificent castles, yet these were not comfortable places in which to live. This house overlooking the hills of Siena is more recent; it already looks more like a manor house than a castle, with fortifications having been placed more by force of habit than anything else. Doubtless it was still used to defend its occupants, but there is no longer that sense of entrenchment more commonly found in castles. These residences that stand out over the countryside take you back to the past.

Nelle foto precedenti: viste esterne del castello e il giardino, con la siepe a labirinto per le passeggiate cortesi.
Gli arredi sono in prevalenza dei secoli XVII e XVIII. La sala grande è imperniata sul vetusto camino, su cui sta una
“Madonna con Bambino” del XVI secolo. Le strutture in legno dei tetti caratterizzano il tono generale degli ambienti.

Sono arredi che nella loro schiettezza rimandano a epoche lontane, in cui presente era ancora l’essenzialità dell’aspetto marziale. Ma pur nel rispetto di questa tradizione il confort si manifesta. Nella dovizia di pentolame appeso, nell’ampiezza del divano, nei fiori che ornano la mensa.

The simplicity of the furniture is an echo of distant epochs in which the essentiality of military style was still present.
Although respecting this tradition, comfort here is not missing and can be seen in the abundance of hanging pots and pans, the size of the sofa, and the flowers that adorn the table.

All’esterno è la forma a farla da padrona: si chiama “castello delle quattro torra” e
il suo profilo è ben eloquente. All’interno sono i materiali che parlano: e dicono con le loro
venature intrise di secoli quanto grande sia la forza che si nasconde tra questi muri.
Un’architettura fatta di essenzialità e di antica sapienza.

I luoghi del riposo vivono di colore: qui azzurro, lì rosso. Lo sfondato del pavimento nella stanza ricavata entro la torre, pone in evidenza l’altezza, forse ancora più della vista che si gode dalle ampie finestre. Ma è la tonalità scura, antica, bruciata dal tempo del cotto, originale nella pavimentazione, a spiegare meglio di qualunque altro elemento di arredo
la verità di queste stanze.

Rest areas are full of colour with blue and red here and there. The trompel’oeil of the floor in the room between the
two towers emphasises height, more even than the view from the large windows. Yet it is the dark, old and timeworn
tonality of the terracotta floor that best explains the truth about these rooms.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)