UN LOFT INTORNO AL PATIO


Milano. Conversione di un complesso industriale. Progetto Walter Galante, architetto.

Un capannone industriale degli anni ‘50 è stato completamente trasformato dall’intervento di ristrutturazione. Sono nate tre nuove unità abitative che si inanellano attorno a un patio centrale.

Progetto di Walter Galante, architetto
Servizio di Daniela Cerri
Foto Francesco Morgana
Testo di Rosella Tongini Folli, ingegnere

Parte di un insediamento industriale, il capannone presentava, prima dell’intervento, una struttura semplice organizzata ad open space con una copertura in parte piana e voltata nella parte centrale. Tre unità abitative sono state il risultato dell’intervento.
La parziale demolizione della copertura, all’ingresso dell’edificio, ha permesso la realizzazione di una zona verde e degli ingressi delle tre nuove unità. Tale operazione ha permesso di restituire un nuovo prospetto caratterizzato da grandi volumi per gli ingressi svuotati da ampie finestre. Le caratteristiche formali dei prospetti privi di affacci verso
l’esterno hanno imposto la necessità di creare nuove aperture per garantire l’illuminazione e l’areazione delle abitazioni; il progetto ha previsto quindi di realizzare un patio interno ad ogni abitazione, disposto centralmente, attorno a cui si articolano gli ambienti secondo schemi distributivi complessi e nello stesso tempo flessibili.

Ogni abitazione comprende quattro livelli: un piano interrato con zone di servizio, relax e benessere; un piano terra, con zona giorno e servizio da una parte del patio, e con cucina e soppalco dall’altra parte. I piani superiori ospitano la zona notte e servizi. Elemento caratterizzante la zona living è il solaio del primo piano realizzato con una nervatura portante di putrelle a vista. Si accede all’abitazione da un piccolo giardino, attraverso il nuovo volume dell’ingresso. Il primo ambiente che si incontra è l’ampia zona living che riaffaccia sul patio interno.

Biografia

WALTER GALANTE, architetto
Nasce a Milano nel 1966. Frequenta la Facoltà di Architettura del
Politecnico di Milano dove si laurea in progettazione architettonica nel
1992 (tema della tesi: "La tipologia a corte nella riqualificazione della
città"). Continua la sua formazione a Milano presso alcuni Studi di architettura tra cui Ferrante Villa (docente a Venezia). Continua la sua esperienza di progettazione e gestione cantiere seguendo alcuni interventi presso lo studio MPS di Trento. Dal 1995 svolge la libera professione a Milano.

QUALITÀ DELL’INTERVENTO

Centralità del progetto: recuperare un vecchio capannone industriale degli anni Cinquanta destinandolo ad edilizia residenziale.
Innovazione: reinterpretare il concetto di loft creando unità abitative i cui spazi si articolano su più livelli attorno al volume unico centrale del patio.
Uso dei materiali: nobili quali il travertino nei rivestimenti esterni e negli interni, il cemento armato faccia a vista nel setto portante della scala; il materiale vetroso nel rivestimento dei bagni.
Nuove tecnologie: sistemi domotici regolano il benessere igrotermico e illuminotecnico e l’impianto di allarme.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)