Trasformare un monolocale di 28mq

Trasformare un monolocale di 28 mq, dividere per aumentare lo spazio

Progetto di: Augusta d’Ascanio e Valerio Menotti, architetti

Il monolocale proposto, ha una superficie di soli 28 mq. Lo stabile in cui si colloca è a Milano e risale a parecchi anni fa (circa sessant’anni). La struttura dell’appartamento ha caratteristiche particolari: i muri perimetrali, infatti, non sono regolari e hanno uno spessore di circa 50/60 cm e l’altezza dei locali è di 3,30mt. L’obiettivo principale della soluzione proposta è di razionalizzare lo spazio particolarmente ridotto e soprattutto rispondere pienamente alle esigenze dei giovani proprietari che hanno acquistato il piccolo appartamento e che prevedono di sposarsi entro breve tempo. La pianta, nello stato attuale, evidenzia un doppio affaccio, un locale bagno con due soli elementi (lavabo e water) e una serie di nicchie ricavate nello spessore del muro. Le opere relative alla demolizione e alla costruzione, (v. pianta delle modifiche), risultano di modesta entità. L’intervento più consistente, infatti, riguarda la sistemazione delle pareti esistenti, la realizzazione di soppalchi, il rifacimento totale della pavimentazione e degli impianti. Le rifiniture, in questo caso, incidono maggiormente sul costo totale dell’intervento dove la scelta dei materiali risulta fondamentale e la realizzazione di mobili anche su misura aumenta la spesa di ristrutturazione.

Nella pianta di progetto, lo spazio è stato suddiviso in tre locali collegati tra loro da un piccolo disimpegno: un’ampia zona giorno dove si svolgono diverse funzioni, il piccolo locale studio e il bagno. All’ingresso dell’appartamento, troviamo lo spazio riservato alla conversazione, alla socializzazione e al relax organizzato con un divano letto e un mobile per la televisione attrezzato anche con mensole e vani a giorno. Le due nicchie esistenti sono state utilizzate come guardaroba e mobile contenitore (sfruttando l’altezza del locale), sotto la finestra, dietro il divano, è stato posizionato un mobile a ribalta per riporre e ordinare molti oggetti. La parete attrezzata della cucina si trova di fronte all’ingresso, è lineare, semplice e ha tutti gli elementi necessari per lo svolgimento delle funzioni primarie. È composta da frigorifero, lavello ad angolo, lavastoviglie, piano cottura, forno e una cassettiera. La zona pranzo è organizzata con un piccolo tavolo che si estrae dalla base della cucina e le sedute sono state realizzate sotto la finestra mediante una panca estensibile e in parte a ribalta (v. particolari).

La cucina aperta sul soggiorno, come in questo caso, presenta degli svantaggi, il disordine e gli odori, infatti, sono sempre presenti all’interno del locale (anche in presenza di aerazione naturale). Risulta importante, quindi, pensare ad un modello di cucina semplice, realizzata con materiali facili da pulire, con pensili sviluppati in altezza per sfruttare al meglio le pareti del locale e con una cappa magari a scomparsa con determinate caratteristiche di aspirazione. Dalla zona giorno si passa al locale studio e locale bagno attraverso un piccolo disimpegno; il tratteggio sulla pianta di progetto indica un ribassamento del soffitto per la realizzazione di piccoli soppalchi dove poter organizzare e riporre oggetti ingombranti e voluminosi. Il piccolo locale studio ha una parete attrezzata con cassettiere e scrivania sotto la finestra, una panca a ribalta (angolo lettura) e una nicchia utilizzata come armadiatura avente una profondità di cm 60 (tutto su misura). La seconda soluzione relativa al locale studio consente di sostituire la panca posizionata sotto il soppalco con un piccolo lettino per neonati. Nella pianta di progetto il locale bagno, risulta più ampio e attrezzato infatti è stato organizzato con una doccia all’ingresso di cm 80X80 e porta in cristallo curvato, un lavabo sospeso (senza colonna) poco profondo con sopra uno specchio lungo tutta la parete e un mobile contenitore con piano in marmo che continua anche sotto la finestra e che ospita la lavatrice. I due sanitari, infine, hanno un ingombro particolarmente ridotto. La proposta progettuale relativa al piccolo appartamento, evidenzia una composizione e un’organizzazione dello spazio semplice e funzionale.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)