La tradizione artigianale senza dimenticare la tecnologia

La tradizione dell’arredamento di montagna ha un’esperienza di secoli, si è affinato con l’evoluzione dei tempi ma ha sempre mantenuto il costante contatto tra la mano dell’artigiano e la materia viva, il legno, e il risultato sono mobili di grande fascino, ricchi di storia, che sono testimoni di valori eterni. Ma non bisogna dimenticare che oggi la tecnologia offre numerosissimi prodotti che ci rendono la vita più semplice, più comoda e più rilassata; e allora, perché trascurarli nella casa di montagna, che è pur sempre un rifugio di quiete, di tranquillità e di relax?Le immagini che qui mostriamo documentano l’attività di una storica bottega artigiana del legno, che da circa un secolo realizza prodotti di alta qualità continuando a lavorare una materia prima d’eccellenza (rovere, noce, abete e larice di alta montagna, tutti adeguatamente stagionati) come si usava un tempo, con l’intervento diretto dalla mano dell’artigiano, ovviamente aiutata dalla tecnologia più attuale, ma sempre con quel tocco in più che solo può conferire al mobile, alla boiserie, ai complementi un alto valore aggiunto di bellezza e di fascino. Solo la grande competenza del falegname sulla materia prima, adeguatamente stoccata nel suo magazzino, e sulla sua lavorazione può condurre al mobile d’eccellenza, realizzato senza collanti. Nel numero 84 di Case di Montagna abbiamo erroneamente attribuito il servizio fotografico, che è di Silvano Ferraris – A.D. Studio. (Vittorio Gianoli)Boiserie – Scale – Arredamenti
www.vittoriogianoli.com

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)