TORRE ODEON – Il volto nuovo della città

Simbolo stesso della progressione in campo edilizio, il grattacielo a volte sembra essere antagonista rispetto all’intorno urbano: elemento dominante a volte estraneo. Con questo progetto Dujovne e Hirsch propongono una soluzione capace di mediare la differenza tra l’altezza e la dimensione orizzontale della città.

La caratteristica saliente della Torre Odeon (35 mila mq, per uffici e parcheggi) è data dalla concezione che si manifesta nella base: quattro elementi in evidenza, caratterizzati dal colore scuro, abbracciano gli spigoli e parte delle facciate dei primi quattro livelli.
In questo modo la torre dispone di due dimensioni verticali: quella del corpo centrale e quella delle facciate prossime alla strada. Sono come due edifici in uno.
A livello statico, la struttura portante è data dal corpo ascensori e scale, vera e propria colonna vertebrale che sorge sul retro, sostenendo i vari piani, liberi e aperti dalle vetrate verso le altre tre facciate.

In questo modo la torre dispone di due dimensioni verticali: quella del corpo centrale e quella delle facciate prossime alla strada. Sono come due edifici in uno. A livello statico, la struttura portante è data dal corpo ascensori e scale, vera e propria colonna vertebrale che sorge sul retro, sostenendo i vari piani, liberi e aperti dalle vetrate verso le altre tre facciate.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)