Tante idee per la linea di cottura estiva


Tante idee per la linea di cottura estiva

Quando si dispone di un giardino o, anche, semplicemente di un piccolo terrazzo, l’idea di collocare un barbecue e il forno, suo ideale complemento, è la soluzione ideale per preparare stuzzicanti pranzetti all’aria aperta o conviviali cene ‘illuminati’ dalle stelle.

Evoluzioni del fuoco primitivo, il barbecue e il forno, ci permettono di gustare all’aperto cibi cucinati in compagnia
di amici e parenti, in quella tipica e unica atmosfera di festosa ospitalità. Un modo per staccarsi dai ritmi frenetici della quotidianità, per ritrovare il piacere dei cibi genuini, godere la vita all’aria aperta. La semplicità e la genuinità dei cibi cotti sulla griglia conquistano tutti, l’importante è saperli cucinare a puntino governando la brace con grande attenzione perché è soprattutto dal suo uso corretto che dipende la buona riuscita della ricetta. Una struttura efficiente e funzionale è di fondamentale importanza, per questo le aziende specializzate nel settore mettono a disposizione molteplici soluzioni che vanno dai barbecue più semplici e di facile collocazione, ai modelli più articolati, progettati per concentrare più funzioni, ideali per gli spazi più ampi. La vasta scelta soddisfa tutte le esigenze e
facilita la collocazione in giardino, ai bordi di una piscina o in terrazza, oppure in un patio ombreggiato. La posizione migliore è quella più vicina alla casa, in modo da poter avere a portata di mano tutti gli ingredienti e per poterne usufruire anche in caso di tempo variabile o in primavera e autunno quando fa ancora freddo per mangiare all’aperto. La sua collocazione deve rispettare la vita del giardino, quindi è consigliabile mantenere 2 o 3 metri di distanza fra alberi e cespugli. Il barbecue fisso offre diversi vantaggi, come la possibilità di dosare l’intensità del focolare in modo da cuocere contemporaneamente più cibi a diversa distanza dal fuoco, la possibilità di avere più piani di lavoro e il controllo del tiraggio del fumo, studiato con apposita cappa. E cosa c’è di meglio che accompagnare i cibi con il pane cotto a puntino nel forno a legna? Ecco allora i modelli che affiancano alla griglia e allo spiedo, pratici forni per cucinare non solo pane e pizze ma anche arrosti e dolci.

1. Barbecue e piscina è un connubio ideale perché entrambi hanno la funzione di creare aggregazione che insieme si potenziano per garantire ore conviviali in allegria. Quando poi siamo vicino a una piscina come questa, con bordo sfioratore, sapiente illuminazione, zona idromassaggio e copertura invernale, non potremmo desiderare di meglio.
Piscina FM Studio.
2. Il compatto barbecue Nuovo Capri di Palazzetti è ideale per ogni ambiente.
3. Isola Maxime di Palazzetti è realizzato in conglomerato cementizio rivestito in spugnato lavabile, con piano in graniglia di marmo a finitura spazzolata a tinta rossa.
L’originale forma permette di cucinare all’aperto anche in spazi ridotti, ai massimi livelli, grazie alla potente piastra di cottura in pietra lavica alimentata a gas, completa di bistecchiera in acciaio.

Il Grill Maxime di Palazzetti è un vero e proprio angolo cottura modulare, composto da barbecue, forno, modulo cottura con quattro fuochi a gas e un pratico lavello.
La presenza del forno permette di cuocere in contemporanea anche gustosissime pizze, primi piatti, arrosti, selvaggina che, con la cottura a legna, acquistano un sapore diverso, più genuino. L’originale cappa, interamente in acciaio verniciato, permette di raccogliere i fumi sia dell’area grill che del forno. Interamente realizzato in conglomerato cementizio rivestito in spugnato lavabile bianco (nella versione finita), con piano in graniglia di marmo a finitura spazzolata tinta grigia, il modulo si caratterizza per il barbecue con focolare interamente in refrattario, particolarmente ampio e profondo per facilitare qualunque operazione di cottura.

Palazzetti in giardino

Specialista del mondo del fuoco, accanto ai suoi già noti prodotti per il riscaldamento domestico a legna e derivati e per l’arredamento d’interni, Palazzetti propone oggi un’ampia gamma di soluzioni per gli spazi all’aperto, che assecondano le esigenze di un consumatore sempre più esigente e desideroso di dare anche al proprio giardino o terrazza un tocco personale e di qualità, potendo così organizzare tanti piccoli eventi speciali, per svagarsi con gli amici e la famiglia. Con il nuovo “marchio”, Palazzetti in Giardino, fornisce qualità e benessere globali, con prodotti di design, originali, che spaziano dai barbecue alle mini piscine con idromassaggio Calyx fino agli eleganti pavimenti e rivestimenti di Easy Stone, la nuova pietra tecnica ecologica, che riproduce perfettamente la pietra naturale e che,
grazie alla sua leggerezza e maneggevolezza, è anche facile da posare. E’ la soluzione ideale per riprodurre in qualsiasi ambiente un’armonia con la natura. Come consulente globale sia per l’interno che per l’esterno della casa, Palazzetti ha pensato ad ogni minimo dettaglio del vivere all’aperto, proponendo ambientazioni e arredi diversi, a seconda dei gusti e degli spazi: in quest’ ottica la gamma garden si completa con un’ampia offerta di fioriere in pietra naturale o granito e di fontane disponibili in forme e dimensioni diverse e inalterabili nel tempo.

Pizza del Marinaio

Ingredienti per 4 persone: 500 gr. pasta per pizza; 250 gr. pomo
dori pelati; 1 scatoletta di alici; olive nere; aglio; olio; pepe; basilico.
Procedimento: stendere la pasta lavorata nella teglia unta e cospargerla di basilico fresco, tritato fine. Sgocciolare i pelati, schiacciarli con la forchetta e distribuirli sulla pizza, lasciando un po’ di bordo libero. Affettare l’aglio finemente e suddividerlo sulla pizza con le alici versandovi sopra, a piacere, l’olio delle stesse. Decorare con olive nere e cuocere in forno come di consueto.

Il buon isolamento

Uno degli elementi principali nella realizzazione dei forni è l’isolamento termico che deve essere ottenuto riempiendo il vuoto tra il muro di contenimento perimetrale e il prefabbricato che costituisce il forno con materiale inerte (tipo ‘leca’, vermiculite, lateri, cenere di legna, ecc.) tutti materiali ad alto potere isolante reperibili dai rivenditori di materiali edili. Altrettanto importante è la protezione dei manufatti dell’acqua piovana e dall’umidità ambientale in quanto i prefabbricati sono costituiti da terre molto assorbenti. Un fornetto di ingombro limitato può essere inserito anche in un piccolo spazio che consente un uso prolungato, con poco dispendio di energia.

In ogni spazio aperto fa sempre bella mostra di sé un camino o un barbecue, non solo perché vi si possono preparare squisite grigliate o altre appetitose pietanze, ma anche e soprattutto perché attorno ad essi si sviluppa
un clima di socialità e di festa facendoli diventare un naturale centro di attrazione. In questo caso il forno barbecue è realizzato con una
struttura di mattoni refrattari rivestiti di malta a cui fanno da contrafforte le parti in pietra locale a vista.
Progetto architetto Stefano Lazzarini
Art Director: L. Carrara.
Foto A. Lecce

Intorno la piscina

La sistemazione dell’area piscina è una realizzazione di Carobbio, azienda specializzata nella produzione di bordi e piastrelle per la pavimentazione.
I manufatti Carobbio sono realizzati in pietra naturale ricostruita e come tali possono assumere le forme e le dimensioni più diversificate, realizzabili anche su misura in base alle richieste del cliente. Per rendere più esclusivo l’ambiente esterno, l’azienda realizza piastrelle in diverse misure e colori coordinabili con il bordo della vasca.

Alla base del sistema di finitura ci sono quattro colori standard (bianco, giallo, rosa, cotto) e tre finiture (liscia, sabbiata e bocciardata).
Su richiesta è realizzabile qualunque altro colore.
Ciò consente di realizzare ambienti con o senza piscina estremamente personalizzati.

1-2. Moderni e innovativi i due modelli di barbecue multifunzione da terrazza e giardino proposti nell’interessante volume dedicato al camino: Encarna
Castillo, Fireplaces, HD Harper Collins Publisher, New York.
3. Quando si gode di una così bella vista sul mare bisogna progettare gli spazi esterni in funzione di essa, come ha
fatto in questo caso l’architetto. Tra le varie zone in cui ha suddiviso il terrazzo, una è dedicata al barbecue e al pranzo all’aperto, con la struttura in mattoni e un piano di marmo bianco; accanto ad esso un’originale scultura a
volumi ovaloidi di rame ossidato.
Progetto: architetto Maurizio Porro.
Art Director: L. Carrara.
Foto: A. Lecce

Barbecue estremi
Apparecchi complessi, multifunzionali: i barbecue più recenti e tecnologicamente avanzati sono modelli di grandi dimensioni: oltre alla plancia, hanno il grill e spesso un forno a legna.
Sono insomma apparecchi da cucina completi, realizzati in modo tale da poter trovare collocazione sia negli spazi aperti dei terrazzi e dei giardini, sia negli ambienti interni (con camino che fuoriesce). Naturalmente adatti in particolare per le case di campagna, i barbecue consentono almeno tre tipi di cottura: sul grill, per carni e verdure; arrosti di ogni genere; infine, sulla plancia o su una pietra riscaldata dal focolare. E’ un tipo di cucina in un certo senso primordiale, ma allo stesso tempo raffinata: riduce al minimo l’utilizzo dei grassi e col grill li può eliminare totalmente. Il design accattivante dei barbecue (ravvisabile per esempio negli svettanti camini e nelle forme di fantasia che li completano) diventa l’emblema di un nuovo modo di vivere e passare le vacanze.

Gli indispensabili

Tra gli utensili indispensabili per la cucina sul fuoco ci sono le molle con il manico lungo e una paletta per girare il cibo. Non giratelo mai con una forchetta perchè in questo modo la carne e il pollame perdono il loro succo. Possibilmente, le spazzole per ungere le pietanze dovrebbero essere di setole e non di nylon. Gli spi
edi metallici dovrebbero essere a sezione quadrata o rettangolare, non rotondi. Sugli spiedi rotondi, la carne e gli altri cibi tendono a scivolare, cosa che rende difficile esporre le diverse superfici della pietanza al calore. Gli spiedi migliori sono quelli lunghi con il manico in legno. Per la gestione ottimale del fuoco occorre un attizzatoio, un soffietto, un paio di guanti anticalore, un termometro per la carne, una paletta raccogli cenere con impugnatura in legno e uno scopino in saggina per la pulizia.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)