TANTE IDEE PER IL BAGNO

Quando la casa è dotata di almeno due stanze da bagno può rivelarsi utile collegarne uno direttamente alla camera da letto. Se camera e bagno sono affiancati è sufficiente creare un collegamento tra i due ambienti, chiudendo la porta del bagno che dà sul disimpegno. Organizzando uno spazio di questo tipo, va tenuta in considerazione la necessità di creare un antibagno o almeno di separare, per evidenti motivi igienici, la zona in cui è installato il water. In questi casi capita spesso che l’areazione naturale non sia sufficiente; questa difficoltà è facilmente risolvibile ricorrendo ad un buon impianto di areazione forzata. Una volta superate le difficoltà tecniche, si possono scegliere soluzioni fantasiose e articolate, come quella presentata in questa pagina: il locale rettangolare è stato organizzato in modo da ospitare la camera da letto, il bagno e la cabina armadio. Letto e bagno sono separate da una parete in diagonale. Il bagno è stato risolto molto razionalmente, situando la vasca idromassaggio nell’angolo e, frontalmente ad essa, la zona lavabi. Pareti e piastrelle bianche danno una piacevole sensazione di luminosità e pongono in risalto il bel soffitto in legno perlinato.

1. Vasca lineare dai morbidi contorni, unisce al design più attuale la praticità di collocazione. “Kenzia”, Young Collection di Jacuzzi
2. “Ianira”, prestigiosa vasca angolare, presenta la funzione effetto cascata, decisamente affascinante. Cm 140x140x59h. Calyx/Palazzetti
3. Vasca/doccia multifunzione per soddisfare anche chi non vuole rinunciare al piacere di una doccia rigenerante. “Sidney+box” di Busco

Diverse soluzioni a confronto, studiate per risolvere una stessa situazione strutturale
In queste pagine quattro progetti, sempre dell’architetto Fusi, dimostrano come anche il bagno possa venire organizzato ed arredato in tanti modi a seconda delle esigenze e della personalità di chi lo deve abitare. Si tratta in questo caso di una situazione abbastanza comune: un locale regolare, di forma rettangolare ed illuminato da un’unica finestra, aperta nella parete opposta a quella da cui si entra. In tutte le soluzioni, bidet e vaso sono stati posizionati vicini alla finestra, mentre il lavabo è stato collocato in modo da poter essere facilmente raggiungibile, in quanto se ne prevede un utilizzo frequente, soprattutto nei casi in cui l’abitazione sia provvista di un solo bagno. La disposizione dei sanitari non segue regole fisse, ma è determinata di volta in volta, dalla massima comodità dell’utente e da eventuali problemi di scarichi e tubazioni. E’ bene quindi deciderne il posizionamento in
tempo, durante la costruzione o la ristrutturazione, per evitare interventi impegnativi anche dal punto di vista economico, se affrontati in un secondo tempo. La soluzione ottimale prevede una divisione netta tra il water e il resto dell’ambiente, che in questo modo si trova a svolgere una funzione simile a quella dell’antibagno, ma per separare le diverse zone funzionali è sufficiente ricorrere alla realizzazione di un piacevole gioco di dislivelli che rende più articolato il locale e lo suddivide senza per questo creare ostacoli al passaggio o condizionarne negativamente l’illuminazione. Nella scelta dei rivestimenti tenete presente che le piastrelle, una volta posate, possono sembrare più scure dei piccoli campioni ammirati in negozio.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)