Stufe e camini

Forme, funzioni, emozioni

In Italia non esiste tanta letteratura specializzata che si sia occupata di descrivere le tecniche di
progettazione e dunque di funzionamento dei camini. Poche mosche bianche come un libro di Giulio Bagnolini o alcune accurate riviste di settore.

Inserire nel progetto d’arredo della propria casa un camino vuol dire attingere a quella tradizione che identifica il fuoco con la convivialità e il “calore”, non solo metaforico, che emana da esso. Un segno architettonico forte che puntualizza il centro della casa, descrivendone un altrettanto forte contenuto emotivo. E chi voglia farlo con una certa oculatezza non trova molto riscontro nelle pubblicazioni librarie. Un po’ più in edicola. In qualità di stampa specializzata cerchiamo
da anni di divulgare le informazioni corrette, di segnalare le aziende all’avanguardia, di fornire gli strumenti adeguati per ciò che concerne stufe e camini. Un camino costruito correttamente produce calore, non fa fumo e migliora l’aria dell’ambiente richiamandone altra proveniente dall’esterno.

In Edicola

Ecco la prima regola e, come affermava Pelouze 150 anni fa, «…chi d’ordinario si accinge a rimediare i difetti dei camini, non conoscendo affatto la teoria dell’aria, altro non fa che esperimenti dei quali si tiene per cosa meravigliosa se uno finalmente viene coronato da felice successo.» Da qui la necessità di avvalersi sempre di un tecnico specializzato per la scelta e l’installazione di un camino o di una stufa, compatibilmente al luogo nel quale essi dovrebbero essere inseriti. (Nell’immagine in alto Shangai, un camino dal design contemporaneo, Palazzetti.)

Della serie Jessica, prodotta e distribuita dall’azienda
specializzata di Vescovi Lamberto, i forni dalle finiture,
gli sportelli, il top in fusione di ghisa, oppure in acciaio
inox o ancora in ottone. Differenti varianti per uno stile
indubbiamente retrò distintivo delle scelte stilistiche dell’azienda, tuttavia in grado di soddisfare aspettative
termiche moderne.
La tecnologia delle stufe ad accumulo in formato compatto distribuite da Paccagnel si fonda sull’utilizzo
della pietra ollare. A confermare la qualità delle stufe, l’elevata resistenza al calore e il potere d’accumulo
termico che fanno di questo il materiale per eccellenza
per realizzare stufe. Nell’immagine il modello Viveca.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)