Scegliere le fonti luminose

Elementi funzionali e d’arredo che trasformano lo spazio.

Functional furnishing elements that transform the space.

A cura dell’Arch. Antonella Cafiero

Il bagno diventa sempre più un ambiente importante, di precisione e cura della propria persona: il suo spazio generale si suddivide in piccoli angoli, ognuno dei quali ha una funzione specifica e deve risolvere esigenze differenti a seconda degli elementi che ospita.
Sicuramente l’ambiente assume carattere attraverso l’uso di particolari materiali e divisori in grado di trasmettere la sensazione di un bagno lussuoso piuttosto che minimalista o tradizionale. Pietre che evidenziano vasche o box doccia ma anche lavabi in cristallo o resina, tanti materiali per tante idee.
Anche l’utilizzo di un’illuminazione ad hoc, puntuale e specifica, può migliorare la lettura di “questi
pezzi di stanza”.

Nelle foto: lampade in alluminio fluorescenti a parete. Lo scopo non è quello di illuminare in maniera decisa ma di rendere piacevole, in modo soft, la luminosità di tutta la stanza.
Qui a sinistra: lungo un corridoio o il box doccia, faretti incassati a luce calda, con possibile variazione di colore. Wever & Ducré
Nell’altra pagina: in alto, lampade fluorescenti con vetro centrale soffiato e satinato. Muranodue

Above, wall-mounted fluorescent aluminium lamp.
The aim here is not to provide strong lighting but to create a pleasant and soft light for the whole room.
Left, built-in spotlights provide warm light of variable colour, and are placed along a corridor or in a shower cabinet.
Wever & Ducré.
Other page, top, fluorescent lamps with blown and satin glass in the centre. Muranodue

The bathroom is an increasingly important room of the house dedicated to personal care and hygiene. It is subdivided into small areas, each one with a specific function that has to satisfy the various needs of those using it.
There is no doubt that the bathroom acquires character through the use of special materials and partitions able to convey a sensation of luxury rather than being minimalist or traditional.
Stones can set off baths or shower cabinets, and crystal or resin do the same for washbasins – there is a wide range of materials for countless ideas.
Also the use of ad hoc lighting can add definition to the various areas of the room.
If one considers the floor plan of a bathroom, one can make out three key areas: the washbasin area for basic personal hygiene; the area with the sanitary fixtures (toilet bowl and bidet), often separated with light partitions or
placed off-centre in relation to the floor plan; and finally the shower or bath area, which is becoming increasingly important given that it represents a moment of relaxation inside the bathroom.

Tipologie di illuminazione – Types of lighting

Negli schizzi, vengono mostrati, in modo schematico, i vari punti all’interno della stanza da bagno in cui generalmente possono venire posizionate le fonti illuminanti, a seconda delle azioni che vi si svolgono, della superficie del bagno e degli elementi d’arredo presenti. Con applique, lampade a sospensione, faretti a incasso, a soffitto o a parete, si può rendere efficace e piacevole l’illuminazione all’interno della stanza.

The diagrams show various points inside the bathroom where light sources are usually placed, based on what each bathroom zone is used for, its total surface area, and the furnishing elements present. With appliques, swinging lamps, built-in spotlights, walls lamps and ceiling lamps, pleasant lighting can be obtained inside the room.

Se si pensa allo schema planimetrico di un bagno, ad emergere sono sostanzialmente tre le aree principali:
la zona lavabo, dove si trascorre molto tempo per svolgere attività slegate dalla semplice pulizia personale;
la zona sanitari -wc e bidet-, spesso separata da divisori leggeri o decentrata rispetto alla planimetria della stanza; infine lo spazio doccia o vasca, che ottiene sempre più importanza ed esclusività perché risulta come il momento di maggiore relax all’interno del bagno. La progettazione illuminotecnica può dunque considerare questi spazi come un
unicum ma può sviluppare te
cnicamente anche una trattazione separata delle singole zone, pur tenendo sempre conto dell’importanza dello spazio inteso come superficie in metri veri e propri. Un bagno piccolo, rispettoso degli standard minimi, può essere illuminato attraverso una sola fonte, che può essere posizionata centralmente rispetto alla stanza oppure può essere legata alla zona di maggiore richiesta luminosa, ovvero la zona lavabo. Nel bagno esteso, con appositi corridoi e passaggi per raggiungere i sanitari, la luce deve essere distribuita in maniera
proporzionale e deve sviluppare una gerarchia di zone in stretta relazione con le azioni da svolgervi: un’illuminazione diffusa, attraverso applique o lampade a soffitto, tale da creare la giusta quantità per tutto lo spazio, ed una luce puntuale specificamente in corrispondenza del lavabo.

Nelle foto: un elemento da posizionare ad angolo nella stanza. Wever& Ducré
Qui a sinistra: due sorgenti a emissione diffusa e filtrata dal diffusore in vetro.
La struttura è in alluminio. Garantiscono basse temperature e bassi costi (Muranodue); due specchi ovali con annessa lampada con diffusore in vetro e struttura in alluminio.
Nell’altra pagina: in basso, tre lampade a parete modello Cubi con diffusore in vetro soffiato e modanatura in policarbonato gtrigio. ITre

Above, a corner light feature. Wever & Ducré.
Left, two diffused and filtered light sources with glass diffuser and aluminium structure for low temperatures
and low costs (Muranodue);
two oval mirrors fitted with lamp with glass diffusor and aluminium structure.
Other page, below, three ‘Cubi’ wall lamps with diffuser in blown glass and casing in grey polycarbonate. Itre

Zone di precisione

Quando si parla di zona lavabo si parla inevitabilmente di specchio ed anche di luce, un triangolo di elementi che diventa un sistema unico, perché tutto è strettamente collegato e diventa un importante momento nell’utilizzo quotidiano del bagno. Atal riguardo, l’illuminazione ideale dello specchio sarebbe quella usata dagli attori nei classici camerini: semplici lampade ad incandescenza posizionate tutt’intorno allo specchio, in modo tale da ottenere sul volto, che verrà truccato, un’illuminazione
omogenea priva di qualsiasi zona d’ombra. In generale comunque giocare con la luce vuol dire anche evidenziare la matericità degli elementi che compongono il bagno.
Luce come strumento in grado di accentuare i particolari del bagno, oltre ad esserne essa stessa dettaglio importante. Nelle foto, da sinistra, Tube è una lampada alogena cilindrica in alluminio applicata al soffitto, mentre Morning una lampada da parete in alluminio e policarbonato con particolari cromati.

Target zones

The washbasin area inevitably includes a mirror and some lighting. These three elements act in unison during the everyday use of the bathroom. Ideal mirror lighting is the type used in dressing rooms for actors. It consists of simple incandescent lamps positioned all around the mirror such as to create shadow-free lighting to the face. Playing around with lighting generally also means emphasising the materials that the elements of the bathroom are made of. Light is an instrument that can set off details of the bathroom, in addition to being an important feature in its own right. Photo, from left, ‘Tube’ is a cylindrical halogen lamp in aluminium applied to the ceiling, whereas ‘Morning’ is a wall lamp in aluminium and polycarbonate with chrome details.

ighting design can therefore consider these spaces as spaces in their own right, technically separating each area and at the same providing light to the room as a whole.
A small bathroom that respects minimum standards can be lit up using a single light source, which can be centrally positioned in relation to the room or can be placed where there is most need of light, i.e. near the washbasin.
In larger bathrooms that have corridors and passageways leading to the sanitary fixtures, the light has to be distributed proportionally, creating a hierarchy of areas in line with the various tasks that have to be carried out in
them.
Diffused lighting, which uses appliques or ceiling lamps, provides the right amount of light for the whole room, with a spotlight for the washbasin.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)