Rilassarsi tra sole e ombra :

Un invito a scoprire la dolcezza della pigrizia. Il giardino si concede al piacere del relax e si ritaglia angoli verdi da dedicare al riposo e alla pura contemplazione della natura. Pergole ombrose, chaise longue ai bordi delle piscine,
ombrelloni attrezzati e gazebo da mille e una notte diventano l’occasione per lasciarsi sedurre dal “dolce far niente”.

Come and discover the sweetness of idleness. The garden will treat you with the pleasures of relaxation, where green
areas are dedicated to rest and the pure contemplation of nature. Cool shady pergolas, deck chairs by the sides of the
pool, large umbrellas, and exotic gazebos will lure you and seduce you towards the pleasures of ‘sweet idleness’.

Le premesse

Lo spazio è un elemento imprescindibile per progettare la propria “oasi verde”: considerare le dimensioni e la forma del giardino è quindi il primo passo per decidere come attrezzarlo. Valutare gli alberi presenti, l’orientamento rispetto al sole e i limiti naturali saranno i passi successivi. Tenete sempre presente che bisogna pensare in prospettiva: la natura ha i suoi ritmi e qualunque sia il progetto, l’elemento tempo va sempre preso in considerazione.

Prerequisites

Space is an essential element in the design of your ‘green oasis’. Thinking about the size and shape of the garden is the first step towards deciding what to put in it. Assessing existing trees, exposition, and natural barriers is the next step. Always bear in mind the rhythms of nature; no matter what type of project you have, the element of time will always need to be taken into account.

Nelle foto, al riparo dell’ombrellone quadrato “Monaco” trova posto un angolo pranzo della serie “Cadiz”; Gloster. Sopra, una pergola in legno per creare un angolo d’ombra al bordo di una piscina; Pircher.

Qualche suggerimento per verdi equilibri

Un giardino è fonte di continue emozioni, di profumi, di suoni e colori capaci di trasmettere un appagante senso di benessere. Chi ha il privilegio di possedere uno spazio verde, anche piccolo, può dotarlo di tutte le comodità per assaporare, in totale relax, tutte le sensazioni che la natura trasmette. Qualche consiglio e un pizzico di sana vocazione alla pigrizia, possono rivelarsi preziosi. Innanzitutto, per non alterare l’equilibrio della natura con interventi troppo marcati è sempre bene affidarsi al genius loci, cercando di assecondare quelle che sono le caratteristiche proprie del giardino. Spesso i problemi nascono quando l’ambiente è ridotto, ma con qualche accorgimento si può ovviare in parte a questo inconveniente. Per le vedute in lontananza, per esempio, si possono usare i paesaggi altrui, come i giardini o la campagna adiacenti, badando che l’altezza e la struttura delle recinzioni non ostacolino lo sguardo ma lo invitino ad andare oltre. Per “ampliare” lo spazio verde si può ricorre all’escamotage delle prospettive, giocando sulla forma degli alberi e delle aiuole per dare profondità agli spazi.

Some suggestions for well-balanced greenery

The garden is a continuous source of emotions, full of scents, sounds and colours capable of conveying a satisfying sense of well-being. Some advice and a healthy dose of laziness can also prove very useful. First of all, to maintain nature’s balance, it is worth respecting the spirit of the place by respecting natural features. It is easier to intervene in a large area because this can be fitted out at will, with a pond, gazebo, and under-tree shaded areas; although a small garden can turn out to have a more compact and cosy atmosphere. If you are working on a small area but you prefer more open landscapes, you can use to a few tricks of the trade. For distant views try making use of other people’s landscapes, and make sure that the height and structure of fences do not obstruct the view but invite the eye to go beyond. Alternatively, play around with perspective, using the shapes of trees and borders to provide a sense of depth.

Un’oasi nel verde

Un angolo di relax in giardino può essere realizzato ovunque, sia isolato in spazi aperti per dare vita a scorci e nuove vedute, sia lungo vialetti e sentieri come pretesto e meta di una passeggiata. Ai bordi di una piscina si trasforma in un solarium e nascosto tra le frasche diventa un salottino raccolto. Possono bastare un divanetto, una chaise longue o un semplice tavolino con qualche sedia, oppure ci si può divertire creando angoli attrezzati per colazioni all’aperto e allegre grigliate con gli amici.

An oasis in the green

An area of relaxation can be made anywhere in the garden, be it secluded in an open space, or along footpaths. A solariumby the pool, or an area hidden beneath branches are well worthwhile. All you need is a chaise longue or just a table with a few chairs; alternatively you can create areas for open-air lunches or enjoyable barbeques amongst friends.

Arredi e materiali per tutte le stagioni

Funzionalità, resistenza e, non ultima, eleganza sono le tre qualità che devono possedere gli arredi da esterno. Sdraio, sedie e tavolini devono essere realizzati in materiali altamente sicuri che sfidino il vento, il sole e la pioggia.Tra tutti spicca il legno, in particolare nell’essenza del teak perché presenta una struttura compatta che la rende impermeabile alla penetrazione dell’acqua. Seguono poi le fibre sintetiche, materiali innovativi e all’avanguardia, idrorepellenti e resistenti agli sbalzi di temperatura. Infine il ferro battuto, lavorato a mano come una volta ma trattato con tecniche antiossidazione, che conferisce ai mobili per esterno un fascino intramontabile.

Furniture and materials for all seasons

Practicality, strength, and elegance are three qualities that outdoor furniture must have. Chaiselongues, tables and chairs need to be made of materials that will stand up to wind, rain, and sun. Wood is a prime contender, especially teak, thanks to its compact water-resistant structure. There are also synthetic fibres, and innovative materials that are water-resistant and do not suffer temperature changes. Finally comes wrought-iron, which gives outdoor furniture an everlasting appeal; this is worked
by hand as in the past, and is treated with anti-oxidation techniques.

Nelle foto: Hanno la struttura in ferro battuto dalle linee romantiche i lettini e il tavolino della collezione “Nido d’ape”; Dante Negro.
Lettino e pouf su ruote in fibra sintetica. Ogni elemento è intrecciato a mano su una struttura in alluminio, leggera e resistente; “Luxor”, Emu.

Al riparo dai raggi dal sole

Strutture mobili ma capaci di riparare efficacemente dal sole sono gli ombrelloni, disponibili sul mercato in formati e
colori diversi. A differenza di pergole e gazebo, possono essere spostati a piacere, montati e smontati in un battibaleno,
e il tessuto che li ricopre può, in molti casi, essere lavato o cambiato. Alcuni modelli sono retrattili o scomponibili così
da occupare un ingombro minimo ed essere riposti, nelle stagioni invernali, in cantina, in box o in fondo a un armadio.

Protection from the sun

Large umbrellas, available in various shapes and colours, are mobile structures that provide effective protection from the sun. Unlike pergolas and gazebos, they can be moved around at will, and the textile used to cover them can, in most cases, be washed or replaced. Some models are retractable or can be taken down so as to occupy a minimum amount of space in winter, either in the cellar, a lock-up garage or at the bottom of a wardrobe.

Due lettini prendisole della linea “Manhattan” in fibra Hularo rivestiti con morbidi cuscini; Gloster.
Un aperitivo improvvisato a bordo piscina: l’ombrellone, la panchetta, le sedie e il carrellino hanno la struttura in legno richiudibile; F.lli Aquilani.
E’ un vero salottino all’aperto l’angolo relax della linea “Podio”: tutti gli elementi sono in metallo con comodi cuscini che rendono confortevole la seduta; Emu.

Nelle foto: assecondano il piacere di pranzare all’aperto il tavolo e le sedie della collezione “Kingstone”, una linea che coniuga l’eleganza del design alla resistenza; Gloster.
Le ampie dimensioni, ben cm.80×240, caratterizzano il tavolo “Perseo” in ferro battuto verniciato. Può essere abbinato alle sedie “Antea” con struttura in ferro e sedute e schienali ergonomici in legno nell’essenza di teak; Unopiù.

La pergola e il gazebo

In origine la pergola, dal latino “pergula”, era una loggetta formata da colonne poggianti su un parapetto. E’ dal XIV secolo che ha assunto il significato prima di percorso come una galleria o un viottolo coperto da un struttura su cui crescevano piante rampicanti e poi, più in generale, di struttura anche di un solo lato atta a sostenere tralci di vite o piante rampicanti in genere. Tradizionalmente la pergola è in legno che, se impiegato in forma grezza, dà vita a pergolati di aspetto rustico e a basso costo, ma si possono utilizzare anche materiali differenti come il metallo, la pietra o addirittura la muratura. Se la struttura della pergola sfrutta le pareti perimetrali della casa il vantaggio, una volta che è stato ricoperto da piante rampicanti, è una maggior protezione dei muri dal gelo invernale e al surriscaldamento estivo e una maggiore ossigenazione dell’aria anche all’interno dell’abitazione.

The gazebo

Originally, the pergola, from the Latin ‘pergula’, was an open gallery made of columns resting on a parapet. Since the fourteenth century pergola has meant a gallery with a structure covered with climbers or vine shoots. The pergola is traditionally made of wood, which if used unhewn can provide low-cost and rustic looking structures; other materials such as metal, stone, or even brickwork can also be used. If the structure of the pergola makes use of the outer walls of the house, the advantage, once covered with climbers, is greater protection of the walls from winter freezes and summer heat, and greater oxygenation of air inside the home.

La scelta del rampicante

La decisione deve essere guidata da ragioni pratiche, come il tipo di terreno, la luminosità o il periodo di fioritura, e dal proprio gusto personale per il colore, la bellezza dei fiori o delle foglie e soprattutto per i profumi. La varietà è infinita, dal gelsomino con la sua fragranza inebriante, alle cascate viola del glicine fino alla vite canadese che in autunno s’incendia di colore. O ancora l’edera sempreverde, l’ortensia rampicante in ambienti d’ombra oppure la passiflora in pieno sole. Unica avvertenza: se la pergola è molto vicina all’abitazione bisogna prestare attenzione alle radici, che devono essere poste lontano dalle fondamenta e dai pozzetti di scarico.

Choosing climbers

Your choice of climber will depend on a number of practical considerations. The variety is infinite, from jasmine with its inebriating fragrance, the violet cascades of wisteria, andcanadian vine with its burst of colour in autumn. Then there is evergreen ivy, climbing hydrangea, and passionflower. If the pergola is very close to the home, be careful of roots, which need to be placed far from foundations and drains.

Per i più…solitari

For the more solitary inclined

Nelle foto: la pergola “Esperia”, disponibile anche nella versione addossata. E’ formata da una struttura in legno di iroko che sostiene elementi in ferro battuto e teli in tessuto; Emu.
Un lettino prendisole in legno dotato di ruote con tre posizioni anatomiche; F.lli Aquilani.
Due lettini con telaio in alluminio e sedute in tela; “Ethos”, Gloster.

Il gazebo

E’ un chiosco o un piccolo belvedere di pianta quadrata, rettangolare o ottagonale, protetto dal sole da coperture rigide o in tessuto. Per gli amanti del giardinaggio il gazebo può essere chiuso da vetrate anche solo parzialmente diventando una sorta di serra dove coltivare piante e fiori.

The gazebo

This is a kiosk or small square, rectangular, or octagonal belvedere, protected from the sun with rigid covers or fabric. For gardening enthusiasts the gazebo can be closed, even partially, with glass, to create a sort of greenhouse in
which to grow plants and flowers.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)