Restituita alle funzioni liturgiche la chiesa di san Cristoforo alla Certosa


Con un concerto del Coro della Cappella Sistina, il 21 settembre 2007 il tempio di san Cristoforo alla Certosa, il cui progetto architettonico è attribuito a Biagio Rossetti, è tornato al suo antico splendore. Nel 2003, il Comune di Ferrara ha dato vita all’’istanza di restituirlo alla città, pienamente funzionante, con le opere e gli arredi di antica commissione certosina rimasti di proprietà comunale, e con quanto vi pervenne nell’ ‘800, con l’obiettivo di restituire la chiesa al culto, in accordo con le necessità liturgiche indicate dall’Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio. Il primo blocco di interventi si è concentrato sul “contenitore”, ovvero il tempio rossettiano. Il restauro architettonico ha migliorato la fruibilità e le condizioni di conservazione dell’edificio, mentre accurate ricerche e analisi stratigrafiche hanno permesso di riscoprire
la tinteggiatura originale e il complesso apparato decorativo.

Parallelamente ha avuto luogo il restauro e la ricollocazione delle opere pittoriche e degli arredi storici, lavoro di raro impegno per quantità e qualità degli oggetti interessati. Sono stati studiati, catalogati, restaurati e ricollocati complessivamente 130 dipinti, tre cori lignei, il ciborio con l’altare, 14 ancone con le relative pale, tre crocifissi e, inoltre, numerosi inginocchiatoi e mobili di varie tipologie liturgiche e funzionali. Il 21 settembre 2007, il tempio di san Cristoforo è stato restituito alla città. Non a caso ciò è avvenuto nell’anno dedicato a “Ferrara Città del Rinascimento” e all’età di Borso d’Este. Fu Borso, infatti, a promuovere nel 1452 la costruzione del monastero lontano dal centro abitato, come imponeva la regola dell’Ordine certosino.
Già pochi decenni dopo, tuttavia, con l’Addizione Erculea, il complesso fu inglobato nella cerchia delle mura estensi e nel 1498, accanto alla primitiva chiesa, fu avviata la costruzione di quella tuttora esistente.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)