Relax tra le nevi francesi

Servizio di Luisa Carrara
Foto di Athos Lecce
Progetto Pierpaolo Court, architetto

Ai piedi del monte d’Arbois, in un antico chalet interamente ristrutturato, ci si concede il privilegio del lusso. Senza dimenticare la vera anima di questa architettura montana e quel legame inscindibile con la tradizione abitativa locale.

Lo chalet Hauteluce, fa parte di una antica fattoria centenaria di Megève che è stata completamente ristrutturata da Jocelyne e Jean – Louis Sibuet (fondatori della Compagnie des hotels de Montagne), una giovane coppia che da anni si occupa di restaurare e decorare antichi chalet della zona. E’ un “rifugio” caldo e accogliente, trasformato in un luogo di qiueta eleganza, dove un lusso sobrio ma ricercato si concede momenti di grande protagonismo: dalla scelta raffinata dei tessuti alla presenza discreta di pochi oggetti e mobili antichi, che arredano gli ambienti con coerenza e grande senso del comfort. La struttura della facciata esterna che alterna il rivestimento in pietra del piano terra a quello in legno del piano superiore lascia solo supporre quella che è l’articolata disposizione interna.

Diversamente da quanto si potrebbe pensare il piano terra ospita uno spazio dedicato unicamente al relax e al benessere: un ambiente dall’impronta decisamente nordica, con pareti completamente spoglie, foderate con semplici pannelli in legno e al centro una grande piscina rivestita con piccole piastrelle verdi a mosaico. Al primo piano l’atmosfera si fa più calda e ogni ambiente assume i connotati che più si addicono ad un antico chalet savoiardo. Travi antiche, boiseries centenarie e pavimenti in legno e terracotta provenienti da antiche dimore della zona “vestono” ogni ambiente con una forza materica e strutturale che si mostra in tutta la sua bellezza. Il grande soggiorno è uno spazio aperto dalla verticalità imponente, accentuata e sottolineata dalla presenza totemica di un grande camino in legno. E’ il cuore del salone, con un grande fuoco centrale aperto sui quattro lati, ma protetto lateralmente da una serie di pannelli in vetro. In ogni ambiente si respira un’atmosfera intima, pacata dove anche il minimo dettaglio si esprime discretamente e con assoluta eleganza.

Alla cucina è stato dedicato uno spazio ampio ed arredato in maniera funzionale, ma se non si è voluto rinunciare
al calore tipico dello stile alpino savoiardo ottenuto anche grazie ai rivestimenti in legno vecchio delle pareti, ad eccezione di quelle della zona operativa che, per maggior praticità, sono rivestite con piastrelle posate in diagonale.

Relaxing in the snowy mountains of france

At the foot of Mont Arbois, in a totally restructured ancient chalet, one can savour in the pinnacle of luxury without overlooking the true soul of mountain architecture and inseparable ties to local housing tradition. Hauteluce chalet belongs to a hundred-year-old farm in Megève that has been completely restructured by Jocelyne and Jean-Louis Sibuet (founders of Compagnie des hotels de Montagne), a young couple who for years have specialised in restoring and decorating ancient chalets within the region. It is a warm and inviting “refuge”, transformed into a peaceful and elegant retreat where simple but refined luxury remains the main feature through a fine selection of fabrics with a discreet use of objects and antique furniture, which furnish the rooms with consistency and an entire feeling of comfort.

Saliti tre gradini si accede alla sala da pranzo, arredata e impreziosita da una serie di antiche cassepanche, alcune credenze e un grande tavolo, tutti mobili provenienti delle regioni della Maurienne e della Tarentaise.

The structure of the external façade has a stone facing on the ground floor while the upper floor is covered with wood, thus anticipating the internal layout. Perhaps differently from how you might have imagined, the ground floor accommodates a large area devoted to total relaxation and well-being. This ambience is reminiscent of those in Nordic climes with its entirely bare walls, simple wood panelling and a large pool lined with small green mosaic tiles. The atmosphere of the first floor is warmer still and each room embraces elements that most befit an ancient Savoyard chalet. Ancient beams, antique wood panelling, wooden and terracotta floors salvaged from ancient local
homes “dress” every room with a structural and stylistic force that is demonstrated to the full.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)