Quadri e cornici

L’arredamento è il frutto di un accordo fra molti elementi. Il colore delle pareti, lo stile dei mobili e dei complementi, gli oggetti e la struttura stessa della casa. In questa ricerca di armonia le cornici creano un legame tra il quadro e l’ambiente. Fondamentali dunque le scelte cromatiche, le forme, i materiali.
servizio di Laura Perna e Letizia Rossi

Una casa priva di quadri è una casa priva di vita. Ma al quadro, indispensabile complemento di ogni ambiente, è strettamente legata la cornice. Chi ama il classico, tornato fortemente in auge, abbinerà preziose cornici dorate a tendaggi in velluto o a sofisticati paralumi. Allo stile minimalista, sobrio ed essenziale si sposeranno profili semplici, preferibilmente bianchi o neri, in sintonia con un arredo volutamente spoglio. E se protagonista della cornice è ancora il legno è nello stile Old England che trova la sua massima espressione sottolineando la poesia di vecchie collezioni di stampe. I “composit” e le ambientazioni che vi presentiamo in queste pagine vogliono essere dei suggerimenti, degli stimoli a cercare una liaison tra diversi linguaggi espressivi.

1. Nella casa di Graziella Lonardi, collezionista e gallerista non sono inseriti veri e propri mobili, i tavoli sono composti da sculture architettoniche, da antichi capitelli, così non ci sono elementi decorativi, ma solo superfici bianche su cui si stagliano le opere degli artisti senza nessun disturbo, nessun compromesso. Non fa eccezione la camera da letto dove oltre allo “Specchio con catena “ di Pistoletto si intravvede sullo sfondo la “Donna distesa” di Schaad racchiusa in una severa cornice nera, e sulla parete a destra le lastre di Boetti.

2. Quest’immagine evidenzia come una casa possa essere pensata in funzione dell’arte, con pochi mobili, assolutamente minimali. Un discorso che si riflette anche sulle opere, incorniciate in modo sobrio e univoco per non interferire con un linguaggio espressivo forte e definitivo.

3. Sopra, un “composit” realizzato con le cornici di Albor (Firenze). Un‘affascinante collage pensato per suggerire i giusti accostamenti tra lo stile della casa, i suoi oggetti e le atmosfere e gli stimoli culturali che esso evoca.

1. Lo stile classico, con la sua ricchezza espressiva è tornato in auge. E con esso, i tendaggi, ricchi di drappeggi, gli imbottiti comodi e importanti, i paralumi candidi, ampi come cappelli ottocenteschi, orlati di passamaneria. A tanta opulenza si contrappongono le cornici, secche nel segno ma disegnate in mille profili che evidenziano le venature del legno o lo rendono scintillante con una patina d’oro.

2. Tappeti, velluti, parti di affresco che emergono dalle pareti come un “memo” di antichi splendori. Sullo sfondo è protagonista uno specchio, o meglio la sua cornice, che risuona di echi barocchi. Per contrasto, stampe e dipinti sono incorniciati semplicemente. L’oro è il refrain che li collega.

3. Pur trattandosi di una casa patrizia, o forse proprio per questo, l’arredamento di questa villa rinascimentale è sobrio e pulito. Il divano è disegnato da Mario Caron, i tavolini sono “traccia Oppenheim”. Sullo sfondo un dipinto antico si staglia sulla parete trattata con stucco a cera. La cornice riprende la doratura dei tavoli.

1. Oro per ricordare gli splendori bizantini, preziose lacche e legni scuri per evocare l’oriente. Su tutto domina la fusion, un mix ideale fra diverse culture, tradizioni, stili di vita.

2. Se qualcuno ha dei dubbi su dove sia meglio posizionare i quadri, la risposta è. . . dappertutto! Qui il problema della disposizione non si pone, ogni centimetro di parete è sfruttato per ospitare dipinti, disegni, gravures. Anche le cornici, pur ispirate tutte alla semplicità, alternano profili bianchi all’oro.

3. L’ex officina di un argentiere è diventato un sofisticato open space. Qui la pittrice e scultrice Fulvia Levi Bianchi vive e lavora e, naturalmente espone le sue opere e quelle dei suoi amici artisti. Una convivenza di stili e di espressioni leggibile anche nelle cornici in una piacevole convivenza di generi.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)