Giochi d’ARREDAMENTO

La poltroncina girevole Allegra, (foto 1), dotata di meccanismo di ritorno alla posizione iniziale, è composta da una struttura e un basamento in legno, con seduta e schienale in poliuretano espanso a quote differenziate: design dello Studio Res, (Produzione Bodema).Bell, (foto 2), è una collezione di lampade in dieci colori costituite da un telaio metallico a campana, rivestito con fettuccia di tessuto pongè liscio, progetto di Fly Design, (Produzione Axo Light). L’immagine 3 mostra le poltroncine Mobius di Stefan Heiliger, che prendono nome e forma dal famoso nastro del matematico Möbius, (Produzione Leolux).
La linea Bondo, di Harri Korhonen, (foto 4), si chiama come una popolazione dell’India che lotta per difendere la propria identità, mentre dall’inglese ”bond” acquista il significato di collegamento, quello molteplice possibile tra le varie sedute, (Produzione Inno). Play, (foto 5), è una poltroncina circolare di Jorge Pensi che permette un gioco di multiple composizioni, unendosi a un’altra seduta, a un pouff o ad un tavolino, (Produzione Beltà, Frajumar).Stratos, (foto 6), è un divano con struttura realizzata in multistrato, massello di abete e pannelli in fibra di legno compresso, rivestito con tessuti elasticizzati, (Produzione Corinto). La linea di divani, dormeuse, (foto 7), chaise longue e pouff Gold, di Marconato & Zappa, con cuscini in piuma d’oca e inserto in poliuretano speciale, permette di realizzare molteplici soluzioni compositive, (Produzione CTS salotti). Fly, (foto 8), design di G. Gualtierotti, scompone l’idea del divano: una curva gioca con un rettangolo, un’onda con un semicerchio, (Produzione Bosal). La poltroncina Antony, (foto 9), ha il telaio in legno massello e la seduta in poliuretano espanso e Dacron con inserto in legno, rivestita in tessuto protettivo. (Produzione Flexform).Giuseppe Bavuso è l’autore della libreria Wavy che vediamo nella foto 10, composta da elementi di forma irregolare in pietra acrilica bianca impermeabile HI-MACS® di LG Hausys, che formano, sovrapponendosi, una struttura simile a un alveare, (Produzione Alivar). Brenno, (foto 11), è un sofà progettato da Francesco Binfaré: la pelle è stata lavorata mantenendo le abbondanze, su una struttura in legno multistrato e metallo, con un’imbottitura in Gellyfoam ricoperta da uno strato di piuma d’oca, (Produzione Edra).

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)