Nuova luce a San Petronio

Illuminotecnica – Basilica di San Petronio a Bologna

Illuminazione d’ambiente morbida, soffusa con delicate accentuazioni sulle membrature architettoniche, sugli elementi di pregio artistico e sulle componenti devozionali legate alla liturgia.

Il nuovo impianto integrato di illuminazione artistica di San Petronio a Bologna è stato inaugurato il 19 Dicembre 2004. La Basilica è oggi illuminata in un modo completamente nuovo dalla luce di ben 1029 sorgenti luminose gestite da un unico computer e da 285 schede elettroniche in grado di regolarne l’intensità luminosa secondo il modo di utilizzo dello spazio liturgico. I lavori, durati circa un anno, sono stati progettati e realizzati dalla Valerio Maioli SpA di Ravenna, sotto la direzione tecnica dei propri collaboratori Roberto Randi, Alex Babini, Marco Conti, Alessandro Pattuelli, Alberto Palazzi, Mirko Pantoli e con la collaborazione dei tecnici dell’impresa Roberto Fraschini di Bologna.
Per realizzare l’opera sono stati appositamente costruiti corpi illuminanti di piccole dimensioni in modo da non deturpare o modificare l’architettura del luogo mentre, per dare dolcezza all’illuminazione, sono state utilizzate lampade particolari a bassa potenza con differenti angoli di apertura dei fasci luminosi. Sono oltre 70 le chiese realizzate con questa tecnologia dalla Valerio Maioli, che ne detiene il brevetto, e che ha curato la valorizzazione anche di importanti centri antichi tra cui Cervia e Napoli, oltre ai percorsi di effetti e suggestioni negli scavi archeologici di Paestum e Pompei.

Basilica di San Petronio, la Cappella Bolognini.
Basilica di San Petronio, la Cappella
della Madonna della Pace.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)