News – CONFLITTI

Salerno
Complesso Monumentale di Santa Sofia
17 dicembre 2005 – 19 marzo 2006

Servizio di: Caterina Parrello

Proprio ai “conflitti” dell’architettura oggi in Italia è dedicata una mostra-evento che, con un’impostazione assolutamente inedita ed originale, si svolge a Salerno nel complesso monumentale di Santa Sofia, dal 17 dicembre 2005 al 19 marzo 2006, (promossa dal Comune di Salerno con la Provincia di Salerno).
Sede congeniale, Salerno, e quanto mai “opportuna” ove affrontare la questione, dal momento che, oltre ad essere città di grande tradizione storico-artistica, il capoluogo campano si è affermato in questo decennio come autentica “capitale” dell’architettura moderna grazie ad una sistemat ica politica di interventi di ri-progettazione urbana, affidati ai più noti architetti internazionali: da Oriòl Bohigas a Zaha Hadid, da David Chipperfield a Massimiliano Fuksas.
L’idea della mostra nasce dalla percezione di un profondo cambiamento nella presenza dell’architettura nel nostro paese.
La mostra “Conflitti” prevede la presentazione multimediale di otto casi d’architettura contemporanea di rilievo nazionale ed internazionale per qualità della progettazione, significatività dei luoghi, soluzioni adottate per la trasformazione urbana.
L’esposizione si sviluppa attraverso le “stanze delle meraviglie” nelle quali i casi architettonici sono illustrati con originali accorgimenti multimediali.

Immagine della mostra allestita
dall’arch. Franco Purini
Particolare della mostra

La mostra è stata ideata da due autorevoli protagonisti del settore: curatore scientifico l’arch. Pierluigi Nicolin, che da anni è il protagonista del dibattito architettonico e direttore della rivista internazionale d’architettura Lotus , curatore del progetto dell’allestimento e del progetto grafico dell’evento l’architetto e designer Pierlugi Cerri – vincitore con il suo studio, tra l’altro, di tre Compassi d’oro.
Gli otto casi simbolo dei “conflitti” che abbinano termini abbastanza inusuali per la critica architettonica tradizionale sono stati individuati nei seguenti binomi : Vecchio e Nuovo, Pedoni e Automobili, Ordinario e Spettacolare, High e Low tech, Volti e Maschere, Verde e Cemento, Casermoni e Villette, Antichi e Moderni.
I “ casi simbolo” trovano spazio nelle otto wunderkammer – sorta di stanze delle meraviglie – il cui allestimento è stato affidato ciascuno ad un noto architetto – Cino Zucchi, Roberto Collovà, Cherubino Gambardella, Giuseppe Marinoni, Alessandro Scandurra, Raffaello Cecchi con Vincenza Lima, Franco Purini, Marco Casamonti – che reinterpretano in chiave personale (attraverso modelli, installazioni, video, fotografie e disegni) i casi-simbolo scelti come emblematici di quel binomio oppositivo.

Sede Complesso Monumentale di Santa Sofia Salerno, Largo Abate Conforti

Periodo 17 dicembre 2005 – 15 marzo2006
Orario 10.00-13.00; 15.00-20.00

http://www.comune.salerno.it/conflitti

Versione .pdf dell’articolo:
CONFLITTI Architettura Contemporanea in Italia

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)