Nel bassanese, una villa secolare

Progetto di: Barbara Vettori, Architetto
Ristrutturazione parti in legno a cura di: Mocellin
Foto: Fabrizio Gini
Testo: Daniela Canoro

Questa splendida villa, costruita secondo linee architettoniche tipiche del bassanese, risale al 1500. In ogni angolo si respira la sensibilità artistica e il desiderio di mantenere intatta la dimensione storica del luogo. Entrando nell’abitazione si ha la sensazione di passeggiare tra le stanze di una galleria d’arte dove i numerosi e magnifici affreschi sono stati restaurati da giovanni grego, pittore del bassanese.

This splendid villa, architecturally quite typical of the bassano region, dates to the 16th century. Every nook and cranny oozes with aestheticism and a desire to keep the historical quality of the site intact. Inside, the house seems more like an art gallery with magnificent frescos restored by giovanni grego, an artist from bassano.

“In tutta la casa i soffitti sono rivestiti da travi di legno a vista originali che conferiscono agli ambienti una sensazione di raccoglimento e intimità. Il portico sembra avvolto in una cornice tra le decorazioni sulle pareti e il materiale in vimini delle sedie e della poltroncina.

Original beam ceilings have been used throughout the house to create warm and cosy rooms. The porch looks as though the wall decorations and the wicker of the chairs and armchair have enveloped it. ”

La sala, così come tutti gli altri locali, è un ambiente avvolgente nel quale si diffonde un gusto storico di epoca medioevale. Qui l’arte è ovunque: negli arredi, come la bella cassapanca, le sedie e il tavolino al centro di produzione artigianale, negli affreschi, conservati durante la ristrutturazione. Anche il camino non ha cambiato la sua fisionomia e bellezza originaria. L’arredamento è impreziosito dalle cornici dorate, adornato da candelabri lucenti e colorato dai bei tappeti persiani. Insolito il piccolo soppalco a balconcino con la balaustra in ferro battuto dalla forma rotondeggiante.

The living room, as with all the other rooms, has an enveloping atmosphere about it, and it has a historical Medieval style throughout. Art here is everywhere: in the furniture, such as the beautiful chest, in the handcrafted chairs and table in the centre, and in the frescos that were preserved during the renovation work. The fireplace has also maintained its original appearance and beauty. Furnishings have been embellished with gilt framework, adorned with glittering candelabras, and coloured with radiant Persian rugs. There is an unusual balcony gallery with a wrought iron curvilinear balustrade.

“Le colonne in stile dorico e la statua ci riportano in luoghi e in epoche lontane. Il grande camino in muratura ha linee semplici e pulite come si usava un tempo. Un ampio spazio dall’aria solenne e dedicato all’ospitalità.

The Doric order columns and the statue take us back to distant lands and epochs. The large fireplace in stonework uses the neat and simple lines that were once de rigueur. A large formal looking area is destined for social events. ”

Al piano terra si trovano la cucina tradizionale e moderna. Scendendo di soli due gradini, si entra nella cantina caratterizzata dal bel porta bottiglie a rombi creato da Mocellin con le botti di vino esposte sopra. Originale anche la piccola credenza in legno per dei piccoli rinfreschi nei ritrovi con amici. Il pavimento è in tavelle vecchie in cotto asolano tipiche della zona. Mentre ai piani superiori troviamo tavole in legno di larice recuperate da tronchi di un vecchio maso austriaco del 1680.

The ground floor has a traditional and a modern kitchen. Just two steps further down take you to the cellar with its beautiful rhombus bottle rack by Mocellin and the wine casks diplayed above it. Also of interest is the small wooden sideboard to keep refreshments in for friendly gettogethers. The flooring is made from the region’s typically hollow terracotta Asola tiles. By contrast, on the upper floors we come across larch-wood planks retrieved from the beams of an old Austrian farmstead of 1680.

"Nella sala da pranzo completano l’arredamento una bella cassapanca e una credenza in legno sempre di lavorazione artigianale. Le pareti spesse e antiche sono di ciottoli del brenta che in alcune parti della casa
non sono state intonacate ma lasciate nella loro struttura originale.

Complementing the furniture in the dining room are an attractive handcrafted chest and sideboard.
The walls are old and thick and made with brenta stone; in some areas of the house the walls have not
been plastered but have been left in th
eir original form. "

“La lussuosa testata del letto della camera padronale è un paliotto del 400 di origine spagnola
e il pavimento antico in abete del 500 è di provenienza tirolese. Nella camera degli ospiti
risalta in particolare il bel rotolo del 700 della Val di Fassa.

The luxurious headboard of the bed in the master bedroom is a 15th-century Spanish frontal;
the floor is made of old 16th-century Tirolean pinewood. Of particular interest
in the guest bedroom is an attractive 18th-century scroll from the Val di Frassa.”

“Il cristallo diventa il materiale protagonista delle stanze del bagno: semplice
ed essenziale crea un effetto di luminosità e trasparenza sia
nella forma piccola e rotonda che in quella rettangolare.

The predominant material used in the bathrooms is crystal. Its simplicity
creates an effect of brilliance and transparency, whether it be small and round or rectangular.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)