LUCI IN CASA – MODELLARE LA LUCE


Lampade d’accento: spot che individuano un’area precisa e abitano lo spazio con una presenza plastica e flessuosa alle frontiere della tecnologia.

Proiettata verso il futuro: la tecnologia della luce riconnette l’artefatto (lo strumento) con la natura (i fotoni). E la sua frontiera è nell’OLED (Organic Light Emitting Diodes), per la prima volta accolti in una lampada da tavolo: Early Future (foto 1), modulare e in edizione limitata. Per studiare, lavorare, illuminare i pensieri: il primo supporto per l’intelletto, perché leggere bene è il passo previo per comprendere e quindi per creare.

E Alizz C. Cooper (foto 2, design Ingo Maurer e team) in materiale sintetico e tubo di gomma permette di regolare la posizione del riflettore partendo dall’alto.
Anche Kuddelmuddel ha simili qualità (foto 3, design Tobias Reischle) e poggia sul piano. E Zufall (foto 4, design Ingo Maurer e team) si annoda in un fiocco o in altre modellazioni libere: ed è arte variabile a piacere. (Produzione Ingo Maurer).

L.S.

 

Condividi
Pubblicato in FARE

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)