L’elevatore “con i fiocchi”.


Abbattere le barriere e riuscire esteticamente gradevole: quale la priorità per voi che producete ascensori?
Premetto che tecnicamente il DomusLift è una "piattaforma elevatrice per disabili", familiarmente la chiamiamo ascensorino.
Il suo scopo è consentire a tutti: anziani, disabili, persone temporaneamente in difficoltà di salire fino a 4 o 5
piani senza problemi (ma di solito tali apparecchi sono installati in case, appartamenti, negozi o altri luoghi pubblici di
2 o 3 livelli). Parafrasando Le Corbusier, se le scale dividono, l’ascensore unisce.

Il DomusLift è un importante ritrovato industriale italiano, come lo scooter o il frigorifero, e si è diffuso nel mondo perché ha i vantaggi dell’ascensore, la semplicità dell’elettrodomestico, l’estetica dell’oggetto di arredo. Fin dall’inizio infatti (una decina di anni fa) ci siamo proposti di renderlo bello e coordinato con gli specifici ambienti domestici in cui entra.
Per esempio lo si può proporre in vetro e acciaio per un edificio moderno, o con superfici tipo legno per inserimenti in contesti d’epoca.
Ing. Giuseppe Volpe

Perché ascensorino e non ascensore?
La piattaforma elevatrice ha caratteristiche tecniche diverse da quelle dell’ascensore.
Per esempio, la sua velocità non supera gli 0,15 metri al secondo, la cabina è priva di porte, la manovra avviene a "uomo presente" (il pulsante va tenuto premuto per tutta la corsa).
D’altro canto rispetto all’ascensore ha il vantaggio di non richiedere per l’installazione né opere murarie o impiantistiche
particolari, né alcun adempimento burocratico: è in tutto e per tutto come un elettrodomestico e quindi il suo costo è molto contenuto. Ora, con la Direttiva Macchine 2006/42/CE, da gennaio 2010 diventa obbligatoria l’aggiunta di porte di cabina e della "manovra universale", cioè di una pulsantiera come quella degli ascensori e, rispetto a questi, resta come unica differenza la limitazione di velocità, che però è irrilevante per corse brevi di due o tre piani.
Ci sarà quindi un aumento nella diffusione del DomusLift, vero e proprio ascensorino domestico, e sappiamo che oltre a installarlo in edifici esistenti, molti già li prevedono nei progetti per le case nuove.

(L.S.)

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)