LE SCHEDE

S. MARIA DI COSTANTINOPOLI, CASALE DI BALSIGNANO-MODUGNO (BARI)

Località: Balsignano-Modugno (Bari)
Nome della Chiesa: S. Maria di Costantinopoli
Nome del Parroco: Don Giacinto Ardito
Oggetto segnalato: La Chiesa stessa nel contesto del borgo
Caratteristiche: Costruzione di calcare pugliese, sec. XIV
Costo di intervento: Non preventivato
Segnalato da: Prof. Arch.Vito D’Attolico, Napoli.

Dell’antico borgo medievale in località Balsignano, l’origine è ignota, come per la maggior parte dei paesi di Terra di Bari. La sua prima denominazione nel X e XI secolo è “Basilinianum” e quindi, a tutt’oggi, “Balsignano”. Di esso si ha una prima notizia nel “Codice Diplomatico Barese” del 962, in cui si legge di uno strumento riguardante la divisione di beni rustici posti in “loco basiliniano iuxta Castellum”. Balsignano è inoltre segnalato nelle “Cedulae taxationis” del 1276-77 del Giustiziorato di Terra di Bari e indicato nei Registri Angioini ai nn. 207 e 285. Dopo alterne vicende, varie dominazioni, devastazioni e ricostruzioni, il borgo fu certamente distrutto nel XVI secolo, ma già nel XV secolo il suo nome risulta nei documenti della vicina Modugno in cui si fa menzione di uomini e della curia di Balsignano. Dopo tale epoca, Balsignano si usa come indicazione di “contrada” con le superstiti emergenze architettoniche. Il complesso monumentale è delimitato da una prima cinta muraria di forma trapezoidale con camminamenti interni, esempio altomedievale quasi unico nella Puglia centrale. La seconda cinta, inserita nel muro a sud della prima, racchiude nella sua corte i resti del castello e la chiesa di S. Maria di Costantinopoli. Tra la prima e la seconda cinta muraria è ubicato il tempio di S. Felice, già segnalato e illustrato nella scheda 01002, CHIESA OGGI architettura e comunicazione n. 47. Il castello, in parte crollato, evidenzia la sobria maestosità stereometrica delle sue torri di diversa altezza e il corpo centrale di collegamento con scala esterna, costruito a conci di pietra calcarea. Sul lato sud della corte è ubicata la chiesa di S. Maria di Costantinopoli (sec. XIV); la fabbrica è chiusa per due lati dall’alto muro di cinta per cui da ovest non è prospetticamente percepibile. A essa si accede da una porta ad arco acuto di buona fattura ricavato nel muro di pietra della corte. La planimetria asimmetrica induce a pensare a una costruzione eseguita in vari periodi. È formata da due vani di forma rettangolare; il primo, a maggior sviluppo longitudinale, è coperto da volte a crociera ad arco acuto divise da un’arcata a tutto sesto. Dal presbiterio si entra: a sinistra nella cappella ricavata in una torretta e a destra nell’altro vano rettangolare coperto da volta a sesto ribassato. Sulla parete a est è ricavata l’abside e di fronte un grande arco a sesto acuto che doveva congiungere il transetto con la navata di maggiori dimensioni, mai realizzata. In facciata, nella solida muratura formata da conci di calcare, si colloca l’antico portale di eleganti proporzioni formato da semplici stipiti e architrave sormontato da un arcone ogivale con forte aggetto. Sulla stessa facciata la tessitura muraria evidenzia la primitiva forma a due falde della copertura, successivamente portata in piano. Sulle pareti interne, originariamente tutte coperte da affreschi di probabile scuola senese, si possono ancora vedere alcuni frammenti: una santa e un vescovo sulla parete sinistra e, nell’abside, la Vergine adorata da angeli e santi e, in basso, i tondi con gli apostoli. Tra indifferenza e inazione sono trascorsi molti anni con il conseguente avanzare inesorabile del degrado, pertanto è urgente affrontare con concretezza il destino di Balsignano. Da pochi mesi il borgo è stato acquisito dall’Amministrazione Comunale di Modugno, così dovrebbe essere possibile realizzare iniziative di corretta progettualità per la valorizzazione e fruizione dell’antico borgo con l’adiacente villaggio neolitico, in un paesaggio di rara bellezza.
Prof. Arch. Vito D’Attolico

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)