Le mantovane


Nell’ambito dell’arredamento classico, stanno avendo una grande diffusione le mantovane. Esse permettono una
varietà di soluzioni, dalle più semplici alle più sfarzose, in grado di soddisfare ogni esigenza ed effetto.
I drappeggi possono essere più o meno scenografici ed impegnativi a seconda delle dimensioni delle frange applicate
e del numero ed ampiezza delle pieghe del tessuto.
Le balze di stoffa drappeggiata necessitano di un sostegno (riloga) che consiste in una struttura rigida in legno oppure
in un sistema di piattine velcrate fissate al soffitto, oppure ancora in un doppio bastone: uno per sostenere la tenda tradizionale, l’altro per la sciarpa di tessuto coordinato che viene opportunamente allestita con morbide pieghe.
È possibile creare svariate configurazioni nelle mantovane, regolabili in altezza e in larghezza, grazie a sagome e mascherine di facile utilizzo anche da parte di chi non ha esperienza.

Ambienti realizzati da: Filippo Perego, interior decorator
Foto: Roberto Martelli
 

Prima dell’installazione, bisogna tenere conto del fatto che la mantovana è un tipo di tenda che implica per il montaggio
una struttura dotata di un certo ingombro. Non tutti gli ambienti hanno dimensioni e caratteristiche tali da poter accogliere l’allestimento di un tendaggio di tale foggia. La quantità di elementi e la spiccata personalità dello stile imposto dalla mantovana, necessitano infatti di ampi spazi, sia in altezza che in larghezza, oltre che di una buona quantità di luce, caratteristiche fondamentali per evitare che l’arredo risulti grave e opprimente. Ad alleggerire un ambiente così arredato, può contribuire la scelta di passamanerie non troppo pesanti e dai colori tenui e chiari.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)