La vasca a mezzaluna

progetto di Carlo Balena, architetto

Straordinario nelle dimensioni, nella scelta del materiale di rivestimento (il marmo e il vetrocemento), nell’impostazione spaziale, ma soprattutto per merito di una vasca doccia davvero particolare. Questo elemento, soggetto principale del locale, presenta una grande vasca solo apparentemente circolare, ma in realtà a forma di mezza luna, a causa della compenetrazione con la cabina doccia e del gradino che rende graduale la discesa in acqua. La doccia è provvista di una colonna che contribuisce a sostenere la parte superiore, illuminata da faretti alogeni incassati. L’antina in cristallo (1/4 di cerchio) scorre su binari chiudendosi dalla parte dei gradini e permettendo all’acqua di scorrere nella vasca. La parete che divide dai sanitari, per permettere il passaggio della luce, è costituita da mattonelle in vetrocemento, materiale che viene ripreso in una stretta fila verticale, posta tra i due lavabi, divenendo motivo decorativo. La forma curvilinea della vasca viene richiamata dagli alti specchi ovali, e dai sostegni dei lavandini. Sul pavimento quattro grandi piastrelle in marmo di colore azzurro intenso, a contrasto con il fondo chiaro, sono poste con ordine geometrico e riproposte nello spazio destinato ai sanitari.

1. Specchio ovale con profilo satinato. Artelinea
2. Un’alternativa ai due lavandini può essere questa: “Gabbiano” di Agape con nuova finitura in Corian®.
3. Vasca angolare (cm 130×130) con idromassaggio “Galena”, di Calix/Palazzetti, dalla morbida forma.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)