La stufa su misura


Quando la realizzazione rispecchia la personalità del cliente

La stufa è ancora uno dei pochi prodotti che ha ancora la possibilità di essere realizzato come un abito di alta sartoria: esattamente “tagliata” sulle misure del cliente, vale a dire non solo in base all’ambiente in cui verrà inserita (sia per volumi che per necessità caloriche) ma anche e soprattutto in base ai gusti e alla personalità

In un mondo in cui ormai prevale il prodotto industriale di massa, in cui la scelta può cadere solo su quello che hanno pensato gli uffici marketing e progettato i designer (quando va bene…) per una replica di centinaia di migliaia di pezzi, la stufa è ancora un oggetto che può essere realizzato su misura come un buon abito di sartoria e che quindi rispetta in pieno la personalità del cliente per cui è stato creato.
Questo soprattutto avviene per quelle tipologie di stufe, eredi di una tradizione secolare, che per la loro struttura e per il modo di costruirla richiedono ancora l’intervento diretto dell’uomo, della sua mente e della sua mano, in ogni fase: intendiamo soprattutto le stufe piene di maiolica e, in certa misura, quelle di pietra ollare.

Nella pagina accanto: la pietra ollare finlandese non solo ha eccezionali caratteristiche termiche per cui riesce a sfruttare in pieno l’energia della legna, ad accumularla e a cederla all’ambiente con alto rendimento, ma anche la
possibilità di essere ”scolpita” con una forma modernissima di scultura che dà calore; in questo caso, i progettisti della
NunnaUuni, importata in Italia da Erich Paccagnel, sono riusciti a realizzare questa imponente stufa che si fa protagonista assoluta.
In questa pagina: una stufa dalla forma avvolgente, dall’ampia superficie radiante, realizzata, come tutti i prodotti della Prosch Keramik, con formelle modellate e smaltate con esperto lavoro manuale. I suoi volumi sono studiati
per integrarsi alle strutture murarie e agli arredi, la sua posizione, baricentrica nell’ampio soggiorno permette di diffondere il calore in ogni angolo, la struttura delle maioliche con rigatura a bassorilievo crea un piacevole alternarsi di luci e ombre.

Infatti, queste tipologie di stufe hanno una struttura interna costituita da una camera di combustione realizzata in refrattario per le stufe di maiolica e in pietra ollare per l’altra tipologia (alcune possono avere il focolare in acciaio e refrattario per abbinare all’azione di accumulo del calore e lenta cessione per irraggiamento anche la rapidità della convezione termica) e una serie di condotti, realizzati rispettivamente negli stessi materiali, in cui i fumi caldi fanno
un percorso obbligato cedendo buona parte del loro calore; su tutto il rivestimento esterno, di maiolica o di pietra, si impregna di questo calore, non raggiungendo mai temperature elevate tanto che ci si può appoggiare tranquillamente alla stufa, e lo cede lentamente all’ambiente per irraggiamento, un modo più sano perché arriva direttamente ai corpi sulla stessa lunghezza d’onda dei raggi solari.
Questa struttura, per la sua complessità e per il peso dei componenti, deve essere montata direttamente nel locale in cui svolgerà la sua preziosa funzione con l’intervento del mastro fumista, che a priori ne avrà calcolato forma e dimensioni in base alle necessità termiche. E allora perché non fare un ulteriore passo e progettare tutto fin dall’inizio non solo in base ai calcoli termici, ma anche e soprattutto alle necessità e ai gusti, in una parola, alla personalità,
del cliente e realizzare la stufa su misura, perfetta?

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)