La porta

Tratto da:
Chiesa Oggi 46
Architettura e Comunicazione

LA PORTA

 

LA STORIA, L’ARTE E IL SIMBOLO

“Non ammirare né l’oro né la spesa, ma il lavoro dell’opera…”
Abate Suger de Saint-Denis

“Portarum quisquis attollere quaeris honorem, Aurum nec sumptus, operis mirare laborem. Nobile claret opus, sed opus quod nobile claret Clarificet mentes, ut eant per lumina vera Ad verum lumen, ubi Christus janua vera. Quale sit intus in his determinat aurea porta: Mens hebes ad verum per materialia surgit. Et demersa prius hoc visa luce resurgit.”

Suger de Saint-Denis (citato nell’Introduzione di Maurizio Calvesi, “Nona Biennale d’Arte Sacra”, Fondazione Stauròs, San Gabriele – TE 2000)

“Chiunque tu sia se vuoi celebrare la gloria di queste porte, non ammirare né l’oro né la spesa, ma il lavoro dell’opera. Riluce la nobile opera, ma l’opera che nobilmente riluce illumina le menti per modo che esse possano procedere, attraverso vere luci, alla luce vera dove Cristo è la vera porta. Come esiste nelle cose del mondo lo dimostra l’aurea porta: la cieca mente si innalza al vero attraverso ciò che è materiale e da oscurata che era si leva al vedere questa luce.”

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)