La cucina economica

IN UNA CASA POPOLARE SCOZZESE RIVIVONO I SAPORI DEL PASSATO

Località: Glasgow, Scozia Materiali: il blocco cottura è realizzato interamente in ghisa Foto: Ianthe Ruthven (Le immagini sono tratte dal volume di Ianthe e Malise Ruthven, The Scottish House, Collins & Brown, London, 2000)

Al 145 di Buccleuch Street a Glasgow, all’interno di un caratteristico edificio in arenaria rossa disposto in fila con altri sette uguali, è possibile fare un salto nel passato e trovarsi improvvisamente in una suggestiva tenement house, una casa popolare, costruita nel 1892. Oggi l’appartamento, disposto a misura d’uomo e composto da due camere, bagno e cucina, appartiene al The National Trust for Scotland, che ritenendolo significativo per la storia sociale l’ha comprato e riportato al suo aspetto originale, mantenendo il mobilio in stile vittoriano, le stoviglie e gli attrezzi della vita quotidiana, tutti conservati meticolosamente dalla proprietaria. La cucina è sicuramente l’ambiente che offre il più reale spaccato di quotidianità: su un economico e massiccio fornello a legna, interamente in ghisa e inserito a parete, sono immobili gli utensili ottocenteschi: pentole in rame e ferro, bollitori, attrezzi per la manutenzione del fuoco, tutti sovrastati dai panni stesi ad asciugare che penzolano sul calore dei fornelli. E poi il tavolo in legno con i segni dell’uso, passaggio obbligato degli infiniti utensili della vita domestica: vasi, ciotole, stoviglie, piatti, bicchieri… confusi e accatastati in una varietà di forme e materiali, con colori sbiaditi ma rigorosamente originali.

Glasgow, caratteristica città della Scozia, fu patria dell’architetto Charles Rennie Mackintosh (1868-1928) e di quell’indirizzo architettonico sorto tra la fine del XIX e gli inizi del XX secolo denominato Scuola di Glasgow, che inaspettatamente portò la piccola cittadina alla ribalta del rinnovamento artistico europeo noto come art nouveau. La città vide a fine ’800 un’enorme crescita della popolazione e una riorganizzazione urbanistica dovuta in particolar modo all’estendersi dei grandi quartieri operai. Gli edifici progettati in modo da accogliere numerose famiglie furono realizzati in arenaria rossa riprendendo gli stessi materiali impiegati per le abitazioni monofamilari.

 

 

   
Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)