LA CAMERA DA LETTO – LETTI SURREALISTI


Letti progettati cambiando il punto di vista: una base che si apre come un ventaglio, una costituita da strisce di feltro, un’altra sospesa su lastre di vetro.

Una casa onirica, quasi tratta da un quadro di Magritte, generata da un approccio creativo sperimentale. La base in HPL del letto Air, (foto 1), progettato da Daniele Lago, poggia su un telaio metallico su cui sono innestate quattro lastre di cristallo trasparente, che fanno sembrare il letto sospeso in aria. Una luce posta sotto la base conferisce un effetto scenografico.
Il letto 184Steps, (foto 2), di Monica Graffeo, ha un sistema di assemblaggio a baionetta: sulla struttura in alluminio
vengono calzate una serie di fette di feltro industriale, completamente riciclabile come l’alluminio. La testata permette di riporre un libro sospensioni spostando e allontanando le fette di feltro.

Ewan Robertson e Lagostudio, ispirandosi al sole, disegnano Beam, (foto 3 e 4). La base è costituita da assi che si aprono a raggiera da un fulcro centrale ed il sistema d’illuminazione genera un seducente effetto chiaroscurale. Il trasporto è facilitato dalle dimensioni contenute dell’imballo.
(Produzione Lago). G. C.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)