L’oriente in tavola-A table from the far east


Tratto da:
Le case più belle
L’oriente in tavola
L’ORIENTE IN TAVOLA
L’incontro di più etnie all’interno dello stesso paese ci ha portato ad essere duttili, davanti ad ogni tipo di tavola e strumento per mangiare, come per esempio le famosissime “bacchette” che richiedono maestria e mobilità eccellente della mano. Superato l’imbarazzo di sedersi scalzi a terra, davanti ad una tavola apparecchiata come un “evento”, come uno spazio sce-nico dove i protagonisti si dovranno muovere con dimestichezza, nessuno può non rimanerne affascinato. Al piatto tradizionale tondo di cultura occidentale, si sostituisce il piatto rettan-golare concavo o dalla forma ellittica allungata (in alto il servizio “Ligne fusion” Bernardeau).
A TABLE FROM THE FAR EAST
The melting of different ethnic groups in the same country has made us more versatile befo-re any kind of table and eating implements, such as the famous “sticks” that require ability and excellent mobility of your hands. After overcoming the embarrassment of sitting barefooted on the ground, before a table laid like an “event”, like a scene where the actors shall move at full ease, everybody will be fascinated. The traditional round dish of Western culture is replaced by a concave rectangular model or an elongated elliptical shape.
Foto Athos Lecce- Allestimento a cura di Monica Sala
Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)