ISOLE IMMERSE NELLA NATURA


Spazi di relazione, isole di vetro immerse nella natura, prolungamenti della casa pensati per il relax. Sono le “zone di confine” progettate per allargare gli orizzonti domestici.

La veranda aggiunge alla casa un’area vivibile in tutte le stagioni.
Utilizzata spesso come serra può diventare anche un soggiorno, uno studio, un atelier. In diversi stili e
dimensioni costituisce l’area immaginifica della casa, il centro di gravità di sogni e progetti.

Portici, verande, gazebo e padiglioni sviluppano il concetto di un’area di mezzo, di una zona riparata che comunica
con l’esterno prolungando l’interno della casa. Aree conviviali o spazi di riflessione da dedicare a sè stessi questi
luoghi fanno spesso da romantico contrappunto alle più diverse tipologie architettoniche. Un invito ad immergersi
nella natura dedicandosi ai propri hobby, allo sport, al ricevimento.

1. Le aree vetrate definiscono la relazione tra spazi interni ed esterni. "The window is a wall, a screen, a garden" dichiarò il celebre architetto Mies van der Rohe. Un concetto ripreso e sviluppato da Le Corbusier, un maestro, nell’articolare gli spazi e nel considerare i muri non come barriere ma come diaframmi, come mediatori. Proprio per la sua trasparenza il vetro è considerato il mediatore per eccellenza, come in questa immagine, dove tutta l’area del dining room si affaccia sull’esterno.
2. Questa originale greenhouse, che rispecchia la tradizione inglese delle serre è stata convertita nello studio di un artista. Le tende a pacchetto controllate manualmente assicurano un riparo dalla luce diretta del sole ed attenuano la sensasione di calore nei caldi pomeriggi estivi. Un luogo ideale per lavorare ispirati dalla natura.
3. Il cielo in vetro si chiude come un emisfero poggiandosi su esili colonne. Un portico ma anche una serra che offre alloggio alle viti rampicanti piantate all’esterno.
4. Balconi rosa shocking, la scala valorizzata da un piccolo pulpito semicircolare, la facciata arancione, danno a questa casa un’immagine fantastica. La presenza del cielo visto attraverso il tetto vetrato rinforza la sensazione di trovarsi in un salotto all’aperto.
5. Una seta jacquard color crema ingentilisce le finestre di questo padiglione, un piccolo boudoir nel bosco in stile inglese con un raffinatissimo arredamento dei primi del Novecento.

Le immagini del servizio sono tratte dal volume: Porches & Sunrooms
di Jessica Elin Hirschman – Ed. Little, Brown and Company .

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)