In angolo

Testo di: Roberto Summer

Apparentemente un angolo è semplice da arredare, infatti si pensa un mobile, a una pianta, a qualche oggetto per dare una fisionomia particolare e solo quando l’insieme dell’ambiente è completo ci si rende conto di quanto sia complesso offrire una personalità anche a questi spazi in modo che non sembrino abbandonati o di risulta. Diventa allora piacevole rivalutarlo e renderlo vivo magari con una bella visione della legna che arde e costruirgli intorno un ambiente che rispecchia la personalità di chi lo abita. Per venire incontro a chi vuole costruirsi il proprio spazio domestico o rinnovare quello esistente offriamo alcuni interessanti spunti per creare una casa calda e accogliente oltre che funzionale ed economica perché il riscaldamento a legna, oltre a essere bello è decisamente conveniente!

Il camino realizzato su disegno
del progettista ha la
cornice in marmo bianco di
Carrara. Realizzazione Architetto
Accornero. Foto Athos Lecce.

Dove collocare il focolare

Collocare un camino o una stufa nell’angolo tra due pareti, al di là del fatto che in quella zona sia presente la canna fumaria (ma questa di solito non vincola anche la disposizione precisa del manufatto ma solo la sua posizione entro una distanza precisa, diversa a seconda che ci sia una stufa o un camino) o sia possibile installare la presa d’aria esterna, è una scelta che si lega a quella di tutta la sistemazione dell’arredamento: infatti, la posizione d’angolo è quella che permette di proiettare la vista del fuoco verso tutte le zone dell’ambiente, sfruttandone la diagonale (che come è noto è sempre maggiore dei lati), e questo consente di organizzare le sedute e i divani, i punti di aggregazione e il tavolo da pranzo (se c’è) in modo che la maggior parte dei presenti possa ammirare lo spettacolo
del fuoco. Questo sarebbe meno possibile con un apparecchio a fiamma posto su una parete, che tenderebbe invece a raccogliere attorno a sé solo una zona dell’ambiente, solitamente quella conversazione, e a trascurare le altre, meno raggiunte dalla positiva ondata di calore e di luci altalenanti provocante dalle lingue danzanti delle fiamme. Inoltre, e questo vale soprattutto nel caso di un camino, la collocazione angolare consente di legare maggiormente il manufatto alla struttura muraria e arredativa, giocando con panche e mensole, nicchie e aggetti, piani e alzate, tavolini e divani, in modo tale che il camino diventi parte protagonista e dialogante non solo quando è acceso,
con lo spettacolo delle fiamme, ma anche a fuoco spento, come un importante arredo fisso e come una struttura validamente espressiva di una precisa idea di architettura d’interni, in cui l’alternanza di linee ortogonali e diagonali crea un piacevole dinamismo d’immagine proiettato nello spazio dell’ambiente. Ovviamente, con un camino posto lungo una parete, questo gioco sarebbe più statico e quasi bidimensionale.

Nella ristrutturazione di un
antica casa di campagna a
Volterra Valdera curata dal
geometra Roberto Diciotti si
sono mantenute le caratteristiche
originarie dell’edificio come il camino a
cappa cilindrica ricostruito su disegno
e i mobili realizzati da artigiani locali.
Foto di Athos Lecce
I camini della collezione 8000 prodotta da Don-Bar
e distribuita da Mont Exportè concepita per essere
posizionata ad angolo e per coniugare l’estetica di
un fuoco aperto con il calore di un fuoco chiuso ad alto
rendimento. È disponibile anche nella versione con
tre lati vetrati che offrono una visione molto
panoramica della fiamma. L’altezzaè realizzata su
misura a seconda delle esigenze.

Stufe e camini in acciaio

Due sono le grandi famiglie di stufe: quelle di muratura refrattaria rivestita di maiolica e quelle di ghisa o acciaio (si tratta sempre di derivati del ferro, cambia solo la percentuale di carbonio e di altri minerali), espressione di due diverse filosofie del riscaldamento. Parliamo delle stufe di ghisa o acciaio: la loro caratteristica è quella di raggiungere rapidamente la temperatura d’esercizio, e quindi di cominciare subito a scaldare l’ambiente, in questo solitamente agevolate dal fatto che scaldano in buona percentuale per convezione dell’aria, naturale o forzata (l’aria a temperatura ambiente viene aspirata dal basso tra la camera di combustione e il mantello, scaldata e poi dall’alto reimmessa più calda nel locale, dove circola, scalda, cede temperatura, scende verso il basso e reinizia il ciclo),

e solo in piccola percentuale per irraggiamento (la superficie calda emette raggi infrarossi simili a quelli del sole); l’altro lato della medaglia è che, spento il fuoco, il raffreddamento è veloce (ma si può rallentare unendo l’acciaio con la ceramica di rivestimento). Altro punto di forza delle stufe d’acciaio è che la materia permette superfici lisce e brillanti, eleganti e decorative, vere e proprie espressioni del design contemporaneo.

Camino Handöl prodotto da Nibe distribuito
da Mont Export

Quando è il camino a creare l’angolo

Trias il camino sospeso
che garantisce una visione laterale ottimale
è prodotto da Harrie Leenders e distribuito
da Mont Export. È ideale quando
l’angolo salotto è situato nella parte laterale
della stanza.
Dalla tradizione artigianale della lavorazione del tufo
nasce il rivestimento del camino nell’abitazione nei
“Sassi di Matera”. Una presenza che rievoca l’antica
cultura contadina senza rinunciare al fascino della
moderna funzionalità, infatti, l’interno
è un prefabbricato ad alto rendimento.
Le forme hanno un disegno semplice e lineare.
Progetto: Ing. Gregorio Padura.
Foto di Athos Lecce.
Nella casa di montagna a
Tarvisio, in Val Canale, l’angolo
relax è una versione
moderna della stube con
un camino muratura prodotto
da Edilkamin.

Paccagnel

Carolina Solo 2 è la stufa in pietra ollare prodotta da
NunnaUuni e distribuita da Paccagnel disponibile anche
nella versione con forno tradizionale che si riscalda
con il calore generato dalla stufa. Nei modelli
duo è possibile bruciare la legna in due camere
di combustione separate, una soluzione ideale
per non rinunciare al piacere della cottura nel forno
a legna anche in estate.

Nell’agriturismo Il Casale di
Max a Selci in provincia di
Rieti il camino è in mattoni
con una grossa trave
in legno antico.
Originale cornice realizzata
con un ramo per il camino
angolare nella casa al mare
a san Pantaleo in Sardegna.
Il piano del fuoco è in
pietra locale. Foto: M.L. Bonivento
e Tiziano Canù.

Oekotherm

Il camino Classic Eck prodotto da Oranier e distribuito da
Oekotherm, può essere montato come camino angolare
o a filo parete. Cappa, elementi laterali e zoccolo sono
in lamiera d’acciaio massiccia, verniciata e rivestita di intonaco grezzo. Cornice e perimetro del camino in granito paradiso mentre l’inserto in acciaio KE 706 P ha vetro panoramico prismatico e sportello autochiudente.
La stufa camino a pianta triangolare e frontale elegantemente ricurvo, 4656–6 Polar prodotta da Oranier e distribuita da Oekotherm, ha il rivestimento in maioliche disponibili nei colori champagna, beige pino, blu fumo e siena (qui nella foto) o in lamiera d’acciaio con piastre in pietra ollare e ha un vano scaldavivande. Il rivestimento del focolare è in Skamol e argilla refrattaria con griglia di ghisa. È omologata
per la combustione di legna e mattonelle di lignite.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)