Il terreno di gioco dello stadio San Siro

Il punto focale dello stadio / The stadium focal point

Il terreno rappresenta il punto focale principale dello stadio. Le sue dimensioni sono 105 m x 68 m con fascia di rispetto retro porta di 9 m e fasce laterali di 6 m. All’interno del campo sono ubicate sul lato della tribuna rossa le due panchine delle squadre, griffate LINOSONEGO mentre in vicinanza dell’asse del campo è posizionata la panchina del 4° uomo. L’accesso al campo in posizione centrale avviene per i giocatori e gli arbitri attraverso un percorso
protetto, in modo temporaneo, con un sistema di pannelli scorrevoli incombustibili messo a punto dalla ditta KOPRON.
I cartelloni pubblicitari sono ubicati in modo tale da non arrecare intralcio o ostacolo in caso di evacuazione di emergenza degli spettatori verso il campo. Il problema del “green” dei campi di gioco degli stadi vecchi e nuovi più importanti a livello internazionale è quello di mantenerlo in perfetta efficienza durante il periodo invernale.
Il problema di garantire prestazioni globali come la conservazione della densità del tappeto erboso, la planarità, il drenaggio e la resistenza all’usura nel periodo più difficile dell’anno come quello invernale in quanto l’erba non è più in grado di rigenerarsi per la rigidità della temperatura e per l’azione negativa degli agenti atmosferici, si acuisce negli
stadi come quello di San Siro dove giocano due squadre, Inter e Milan, società sempre al vertice delle competizioni nazionali e internazionali. Il green pertanto è sottoposto ad un durissimo stress di usura dato dalla intensità di uso di circa una partita ogni 2,5 giorni (nel periodo invernale). Il numero ottimale di partite all’anno per mantenere in buona efficienza il tappeto erboso, a detta degli esperti, è di 30-35 partite. A San Siro durante l’anno vengono giocate oltre 70 partite, la maggior parte delle quali in inverno, comprendendo anche gli allenamenti prima del “match day” delle squadre straniere. Nessun tipo di green può resistere a questo stress perciò si rendono necessarie diverse rizollature
(4-5 volte all’anno) oltre a particolari pratiche manutentive. Anche nei nuovi stadi considerati all’avanguardia come l’Amsterdam Arena, il problema manutentivo per tenere sempre in perfetta efficienza il green, nonostante giochi una sola squadra, viene risolto con diverse rizollature all’anno. In questo contesto si può comprendere come sia necessaria una preparazione tecnica ed una capacità organizzativa di primo livello, al fine di intervenire tempestivamente e con sicurezza in ogni momento.

Nelle foto: Copertura in pannelli coibentati, scorrevoli in guide antideragliamento, con movimentazione agevolata da molle di torsione bilanciate.

The playground represents the main focal point of the stadium. Its dimensions are 105m x 68m, with back goal area measuring 9m and the distance from the ouch lines 6m. On the playground there are the two team benches on the
red stand side, LINOSONEGO designer, whereas near the field axis there is the referee assistant bench. Access to the centre of the playground is performed by players and referees through a temporary protected way with a system of fireproof sliding panels adjusted from KOPRON firm. Advertising posters are laid in such a way not to create an obstacle in case of emergency evacuation of spectators towards the playground. The problem of the “green” of playgrounds of old and new stadia (the most important on international level) is to be able to maintain it perfectly
during winter season. The problem to guarantee global performances such as preservation of the lawn density, flatness, drainage and resistance to wear in winter seasons – grass is not able anymore to grow again because of
weather rigidity and atmospheric agents – worsens in stadia like San Siro where two teams like Milan and Inter
play always at the top of national and international competitions. Green therefore undergoes a very hard weary
stress given by an attendance intensity of about 1 match per 2,5 days (in winter periods).

Nelle foto: Sopra un particolare del sistema di cavi che sono sistemati 25 cm sotto il manto erboso a una distanza tra loro di 30 cm che permettono di mantenere a 14 costantemente la temperatura del campo di gioco. L’impianto di
riscaldamento realizzato da Thermalu e completamnte automatico e si può controllare sia via web che via telefono
cellulare e inoltre è a manutenzione zero. Sotto, una sezione del terreno di gioco.

Dalla fine del 2003, Green Service Italia che è stata incaricata della manutenzione ordinaria e straordinaria dello stadio Meazza tiene monitorate le condizioni del tappeto erboso giornalmente, osservando lo stato generale di salute del prato, la presenza di eventuali malattie, la fittezza del tappeto erboso e la presenza di infestanti… Di conseguenza si operano differenti scelte agronomiche, un eventuale trattamento fungicida od erbicida, una concimazione o, nei casi più gravi, una completa rizollatura del campo. Quest’ultima pratica è sempre più utilizzata in quanto offre vantaggi unici nel breve periodo. Nell’arco di un’annata possono essere necessarie anche 4/5 rizollature totali, comeavviene del resto in molti altri stadi europei. Uno dei problemi da affrontare, dunque, è quello di reperire materiale di eccellente qualità, maturo, forte, ben radicato. Green Service Italia produce nell’area di Milano il manto erboso specifico per lo Stadio S. Siro. Questo prato si avvale di un particolare sistema denominato Sportgrass, consistente nella creazione di una superficie di gioco naturale insediata su uno strato di sabbia arricchita, all’interno del quale si trovano intrecciati fili di erba sintetica inseriti in un supporto di tessuto. Grazie a questo particolare
sistema la corona e le radici di ciascuna pianta risultano protette e, di conseguenza, la superficie di gioco rimane piana ed uniforme anche in condizioni di intensità di gioco particolarmente elevata. Inoltre, anche nel caso in cui si verifichino degli strappi ai fili d’erba naturali, le fibre sintetiche sottostanti mantengono la stabilità del campo permettendo
una discreta planarità. Un altro aspetto positivo di Sportgrass è quello di aumentare sensibilmente il drenaggio, non solo grazie alla matrice sabbiosa, ma anche grazie alla porosità della parte sintetica.

Nelle foto: Il trattore con posizionamento laser per l’inserimento dei cavi del riscaldamemto del terreno 25 cm sotto il manto erboso.

In experts’ opinion, the optimal number of matches to be played per year is 30-35 matches, so that the lawn can be maintained in a good efficiency. In San Siro roughly 70 matches are played per year, most of them in winter, including also training of guest teams before the “match day”. No green can resist to this stress, thus it is needed a work of re-turf (4-5 times a year) as well as particular maintenance practices. Also in new stadia like Amsterdam Arena, the problem to maintain perfectly efficient the green, although just one team plays on it, is solved with different re-turfs a year. In this context you can understand how it is necessary to have a technical preparation and an organizational skill of first level, in order to intervene opportunely and with self-confidence in every moment. From the end of 2003,
Green Service Italia – to which was given the responsibility of ordinary and extraordinary maintenance of Meazza– monitor daily the lawn conditions, observing the general health status, the presence of eventual illnesses, the lawn thickness and the presence of weeds… Consequently they make different agronomic choices, eventual fungicidal or herbicidal treatments, manuring or, in the worst cases, a complete re-turf of the playground. This last practise is always much more used as it offers unique benefits in a short period of time. Within the space of one year even 4-5 total re-turfs can be needed, as it moreover happens in many other European stadia.

Le attività della Green Service

Selezione di prodotti e materiali specifici per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei manti erbosi in ambito sportivo ed ornamentale. Rete di distribuzione sul territorio nazionale. Produzione di fertilizzanti a lenta cessione. Produzione di tappeti erbosi a pronto effetto in diversi formati ed installazione di
Big Rolls. Studio ed realizzazione di impianti di irrigazione, drenaggio e riscaldamento del suolo. Interventi di manutenzione straordinaria. Consulenza ed assistenza tecnica per la gestione delle problematiche del tappeto erboso. Corsi specifici e personalizzati per la formazione professionale degli addetti del settore. Ricerca e sviluppo di nuove tecnologie e metodologie per la progettazione e la manutenzione di tappeti erbosi ad uso sportivo, certificata a norme UNI EN ISO 9001:2000. Laboratorio di analisi chimico-fisiche del terreno e delle acque.

La scelta del miscuglio da utilizzare si è incentrata attorno all’utilizzo di varietà di Lolium perenne e Poa pratensis di provenienza USA Turf Seed che hanno una migliore capacità di resistenza sia nei confronti di agenti patogeni, sia nel caso di eccessi termici. Spesso, infatti, l’ambiente microclimatico che si viene a formare all’interno di uno stadio è di difficile previsione e tende ad influenzare negativamente le prestazioni della maggior parte dei miscugli. Le specie utilizzate sono state scelte principalmente in base alle loro caratteristiche di resistenza al calpestio e di velocità di recupero. L’impianto di irrigazione, di fondamentale importanza, è costituito da 13 irrigatori che coprono tutta la superficie del campo. Turni irrigui e portate sono variati di volta in volta a seconda delle condizioni climatiche e delle caratteristiche generali del prato. Il drenaggio, che riveste un ruolo forse ancor più importante dell’impianto di irrigazione, è costituito da una rete di tubi sotterranei che scaricano le acque in eccesso. Il sistema può essere definito “attivo”, infatti non solo i dreni favoriscono lo scarico dell’acqua tramite gravità ma, attraverso un sistema di pompaggio collegata a questi, promuove in maniera dinamica questo processo tramite una cospicua forza di aspirazione. Grazie a ciò sul campo di S. Siro è possibile giocare nelle migliori condizioni anche in caso di acquazzoni o temporali violenti. La pompa può essere, poi, invertita al fine di insufflare aria riscaldata nel sottosuolo. Questa pratica viene utilizzata per migliorare le condizioni climatiche del terreno, in particolare nel periodo invernale, favorendo di fatto una migliore radicazione e germinazione del seme. Dopo ogni evento, infatti, operatori specializzati entrano in campo e coprono con una miscela di sabbia, terriccio e seme pregerminato i danni creati al tappeto erboso dall’intensità agonistica.

Coming to the point, one of the problems to face is to find material of excellent quality, that are mature, strong, deeply-rooted. Green Service Italia produces in Milan’s area the green specific for San Siro’s stadium. This lawn avails itself of a particular system called Sportgrass, consisting in creating a natural play surface installed on an enriched sand stratum, inside which there are interwoven blades of synthetic grass inserted in a texture support. Thanks to this particular system, wreath and roots of each plant are protected and, consequently, the playground remains flat and even also in condi
tions of intensive play. Besides, even if natural blades get torn, synthetic fibres below keep the field stability allowing a reasonable flatness. Another positive aspect of Sportgrass is that it increases considerably drainage, not only thanks to the sandy property, but also thanks to the porousness of the synthetic part. The choice of the mixture to use centres on a variety of perpetual Lolium and Poa pratensis coming from USA Turf Seed; they have a better resistance capacity towards pathogen agents and in case of thermal excesses. In fact, the microclimatic environment often developing in a stadium is difficult to foresee and tends to have a negative influence on the performances of most of the mixtures. Those used have been chosen principally according to their characteristics of trampling resistance and of resilience. Irrigation equipment, which is very important, is made up of 13 irrigators that cover all the field surface.

La pregerminazione del seme viene effettuata adottando una particolare tecnica ed offre il vantaggio di velocizzare ulteriormente i processi di recupero, facendo risparmiare giorni preziosi soprattutto in periodi climaticamente avversi. Durante l’ultimo inverno si è deciso di intervenire rigorosamente sulle condizioni microclimatiche del terreno di S. Siro. È stato istallato un sistema di riscaldamento, del substrato superficiale composto da una fitta rete di cavi elettrici a bassa tensione che hanno lo scopo di riscaldare sensibilmente il suolo. La realizzazione di questo impianto, illustrata nella pagina qui a fianco, è stata affidata alla ditta Thermalu. Grazie a questo dispositivo, unico nel suo genere nei campi da calcio italiani, il profilo di terreno esplorato dall’apparato radicale può mantenere una temperatura costante durante l’Inverno intorno a 12-14 °C, favorendo in maniera significativa i processi germinativi e la capacità di recupero delle specie graminacee utilizzate. Durante il periodo invernale poi a S. Siro esiste la possibilità di utilizzare un sistema molto particolare, denominato Coverflex. Questo metodo si basa sulla completa copertura del campo tramite un telo
sintetico e sulla contemporanea introduzione di aria calda tra il telo e il tappeto erboso, effettuata da un convogliatore di adeguate dimensioni. I teli, in materiale antistrappo, consentono anche un adeguato passaggio della luminosità e sono ancorati a diversi punti sul campo. Il sistema offre, inoltre, il notevole vantaggio di poter continuare ad eseguire le normali operazioni di manutenzione al di sotto della copertura, in quanto la campata centrale sviluppa
un’altezza di 6 metri. Coverflex può essere utilizzato come “serra”, quindi, al fine di stimolare la crescita del prato nel periodo invernale e, di conseguenza, aiutare il potenziale di recupero del seme utilizzato. La manutenzione ordinaria del campo è effettuata giornalmente con personale qualificato ed attrezzature dedicate; Il taglio dell’erba, operazione
fondamentale, viene effettuato ogni 2 giorni con macchina a lama elicoidale. Il piano di concimazione viene stilato tenendo conto delle diverse esigenze nutritive del tappeto erboso durante l’annata, delle diverse intensità di utilizzo e delle eventuali condizioni di stress. I concimi utilizzati sono nella norma granulari con Azoto a lento effetto, al fine di
mantenere il prato in buona salute e capace di reagire da solo a stress sia biotici che ambientali. Concimi liquidi vengono utilizzati in concimazioni di emergenza, ad esempio in caso di alte temperature o di presenza di patogeni. L’ombrello fitosanitario è garantito da un sistema di monitoraggio delle condizioni climatiche mediante Centralina
meteo istallata a bordo campo, oltre che dalla costante presenza di un tecnico agronomo a verifica dello stato della vegetazione.

Irrigation turns and discharges change from time to time according to the weather conditions and to the general conditions of the lawn. Drainage, which plays perhaps a more important role than the irrigation equipment’s
one, consists of an underground drainpipe system that discharges water in excess. The system can be defined “active”: in fact drainage not only favours water discharge through gravity, but induces this process with a pumping
system in a dynamic way by a considerable suction force. Thanks to this, a match can be performed on San Siro’s playground even under a downpour or a violent storm. Pomp can be then inverted in order to insufflate warmed air into the subsoil. This practise is used to improve climatic conditions of the ground, in particular in winter, favouring a better rooting and germination of the seed. After every event, in fact, specialized operators enter the field and cover damages caused to the lawn by agonistic intensity with a mixture of sand, soil and pre-germinated seed. Pre-germination of seeds is carried out using a particular technique and accelerates further on recover processes, saving precious days above all in unfavourable climatic periods. During the last winter it has been decided to intervene
rigorously on the microclimatic conditions of San Siro’s ground, installing a heating system on the superficial substratum made of a thick low-voltage electrical cable network, having the purpose to heat the ground. Thanks to
this device, unique of its kind in the Italian football fields, the ground explored by this machinery can maintain a constant temperature of 12-14°C in winter, favouring significantly germinating processes and recover of the used grasses. During winter there is also the possibility to use a very peculiar system, called Coverflex. This method consists in covering the entire field with a synthetic length of material and in introducing simultaneously warm air between the length of material and the lawn, blown by an adequate conveyor. Lengths of material also consent an adequate light filtering and are anchored to different points in the ground. The system offers, besides, the remarkable advantage to continue performing the normal operations of maintenance under the covering, since the central span develops a 6metres distance. Coverflex can be used like a “greenhouse”, therefore stimulating the grass growth in winter and consequently helping to recover the used seed. The ordinary maintenance of the field is performed daily by a high qualified personnel and with dedicated equipment; grass cutting, fundamental operation, is performed every 2 days with an helicoidal blade machine. The manuring plan is drafted considering the different nutritional needs of the
lawn during the year, the different intensity of use and eventual stress conditions. The used manures are normally
granular with nitrogen at slow-effect, in order to keep the lawn in good health and make it able to react alone to biotic and enviro
nmental stress. Liquid manures are used in emergency manuring, for instance in case of high temperatures or in presence of pathogenic elements. The phytosanitary umbrella is guaranteed by a monitoring system of climatic conditions through a little machinery installed at the field edge, as well as by the constant presence of a agronomic technician verifying vegetation condition.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)