Il rosmarino “la rugiada del mare”

Un contributo della natura per la felicità…

Ros marinus significa rugiada marina, forse proprio perché i litorali marini costituiscono il miglior habitat per queste piante

Il Rosmarino appartiene alla famiglia delle Labiate ed è un arbusto a foglie sempreverdi che allo stato spontaneo cresce nelle zone rivierasche del bacino del Mediterraneo. Viene coltivato in Italia, Grecia, Spagna e Portogallo.
I rametti giovani si raccolgono in primavera, si essiccano all’ombra e si conservano in recipienti di vetro o porcellana. Come per quasi tutte le erbe aromatiche, sarebbe preferibile, quando possibile, usarlo fresco, tenendone un vasetto su balconi, terrazzi e giardini. L’Olio essenziale di Rosmarino trova impiego in estratti usati in profumeria, cosmesi, liquoreria e farmacia. In certe zone dell’area mediterranea, si usa stendere il bucato sui suoi rami perché asciugando al sole, i tessuti si impregnino del suo aroma antitarme. I genovesi lo chiamano "Rumanin". Il nome latino, ros marinus, significa "rugiada del mare”".

Un tempo….

Nell’antico Egitto, il Rosmarino veniva usato nei riti di purificazione e il suo olio essenziale, come per altre erbe, era usato sia per usi psicologici che pratici: è stata rinvenuta una ricetta di un deodorante per il corpo del 1500 a.C. Nella Grecia antica, se ne bruciavano i ramoscelli giovani durante le cerimonie religiose. Una leggenda narra che la Madonna stese il suo mantello azzurro su di un cespuglio di Rosmarino mentre fuggiva in Egitto e i fiori della pianta, che erano bianchi, divennero azzurri. Un tempo si bruciavano i suoi ramoscelli nelle stanze degli ammalati per purificare
l’aria e, durante le pestilenze, venivano tenuti rami di rosmarino nelle tasche e nei manici dei bastoni, per poterlo annusare in zone malsane. Fin dall’antichità, ha avuto fama di essere un tonico sia per il cuore che per il sistema nervoso e, per secoli, la Medicina naturale lo ha utilizzato per combattere l’esaurimento, le mestruazioni
dolorose, l’ansia, i disturbi della pelle e della circolazione, l’itterizia. Secondo l’erbario di Bancke, del 1525, "le foglie poste sotto il cuscino allontanano i brutti sogni". Nel 1500 e 1600 veniva anche molto usato nei giardini come pianta
da siepe, tosato a sfera o a cono.

Fa bene a…

Digestivo, antispasmodico, balsamico e antisettico, abbassa il tasso di trigliceridi e di colesterolo nel sangue e aiuta la funzione epatica. E’ disintossicante, stimolante, favorisce le mestruazioni scarse e la diuresi
ed è utile contro i dolori reumatici. Cura il raffreddore, fluidifica la secrezione bronchiale e calma la tosse convulsa. Si usa anche come repulsivo nei confronti di insetti come le zanzare. I colluttori al Rosmarino
rinforzano le gengive. Possiede proprietà analgesiche che lo rendono utile a essere usato, sotto forma di Olio essenziale, per massaggi o miscele per bagni in caso di dolori reumatici, artritici e affaticamento muscolare. Unito all’olio di Lavanda e di Incenso costituisce un ottimo unguento per massaggiare le ginocchia e le caviglie affaticate. L’olio essenziale di
Rosmarino è anche utile per curare la pelle grassa, la forfora e i pidocchi.

Napoleone lo sfruttava per
la sua proprietà di stimolare
la concentrazione intellettuale,
era convinto che il suo profumo
lo aiutasse a preparare i piani
di manovra degli eserciti.
Cleopatra usava le erbe aromatiche
menta, lavanda e
rosmarino, come stimolante…
Nel 1300, la regina Elisabetta
d’Ungheria, settantaduenne e
ammalata, si servì del rosmarino
per riacquistare un aspetto
così giovanile che il re di Polonia se ne innamorò follemente e la sposò.

Napoleone lo sfruttava per la sua proprietà di stimolare la concentrazione intellettuale, era convinto che il suo profumo lo aiutasse a preparare i piani di manovra degli eserciti. Sembra che usasse una quantità impressionante di bottiglie di acqua di Colonia al Rosmarino, pianta che senz’altro gli ricordava anche la nativa Corsica, dove cresce spontaneamente. Negli USA, ricerche sui profumi hanno accertato che, in effetti, l’essenza di Rosmarino aumenta l’attività elettrica nella parte del cervello preposta ai processi del pensiero logico.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)