La versatilità dell’ascensore. Per eliminare le barriere architettoniche

Per eliminare le barriere architettoniche

Nei luoghi pubblici si pone il problema dell’accessibilità a tutti e, quando si ha a che fare con stabili non recenti su più livelli, la soluzione può presentare discrete difficoltà. Oratori, chiese storiche, case di cura e ospedali sono edifici dove soddisfare questa esigenza è una priorità, e in molti di essi non ci sono spazi sufficienti per l’installazione di un ascensore tradizionale, o può accadere che i costi di messa in opera e mantenimento siano eccessivi. Si rende allora necessario trovare soluzioni più economiche e di agevole utilizzo. In realtà esistono prodotti tecnologicamente avanzati, pensati per risolvere i problemi di accessibilità in modo semplice, sicuro ed economico, come la linea Domus di IGV, il cui prodotto di punta è DomusLift – l’elevatore personale pensato per la mobilità verticale in edifici sia pubblici che privati. Le versioni S-Small (concepita per i piccoli spazi) e XL (ideato per cabine ampie) lo rendono ideale per tutte le esigenze. Si installa in pochi giorni con limitati interventi murari, grazie alla cabina sempre fornita con pareti su tre lati.

Visto su

Due esempi di ascensori oleodinamici in un interno e un esterno. Si evidenziano le ridotte dimensioni del vano corsa e la versatilità delle installazioni, che si adattano ai contesti più diversi. Nell’esempio di sinistra si notano i due livelli ravvicinati e le aperture su due lati opposti (DomusLift di IGV).

Ha bassi consumi e utilizza i normali punti luce da 230V presenti anche nelle abitazioni private. La messa in servizio richiede minime formalità burocratiche e, nel caso di installazione esterna, la speciale struttura in alluminio protegge la cabina dagli eventi atmosferici, garantendone affidabilità e durata nel tempo e riducendo al minimo gli interventi di manutenzione. La fossa può avere una profondità minima di 55 mm, rilevante novità tecnologica che permette di sostituire la fossa nel pavimento (che negli ascensori tradizionali dev’essere di dimensioni cospicue, spesso non ottenibili negli edifici esistenti) con una rampa di dimensioni contenute: le opere murarie risulteranno così semplificate e l’installazione nel suo complesso ancora più veloce. Il design e la silenziosità di esercizio permettono a tale elevatore di integrarsi in ogni tipo di ambiente, nuovo o esistente. L’eleganza è assicurata dalla struttura in alluminio anodizzato e dalla porta di serie in vetro panoramico, che offre grande luminosità e visibilità.
La corsa della cabina consente, da un ambiente interrato, come può essere il box auto, o dal piano terra di superare fino a 5 livelli. La cabina chiusa su tre lati e le fotocellule all’interno garantiscono la sicurezza dei passeggeri. Le chiavi di abilitazione sulle bottoniere impediscono l’uso a persone non autorizzate. In caso di black-out un dispositivo automatico riporta la cabina al piano e permette l’uscita dei passeggeri. L’ampia gamma di accessori specifici, come il telecomando a controllo totale, lo rende utilizzabile anche da chi ha difficoltà di movimento. Una novità di questo genere di prodotto è la manovra universale automatica certificata senza il comando a “uomo presente” che fino a ieri costringeva l’utente a tenere premuto il pulsante per tutta la durata della corsa. Tra le principali caratteristiche, DomusLift è silenzioso e semplice da installare; consuma come un comune elettrodomestico; si collega a un punto luce qualsiasi; occupa poco spazio; abbatte le barriere architettoniche; è garantito tre anni; è disponibile in 36 modelli, per interni e esterni; consente agevolazioni fiscali e pagamenti rateali a tasso zero. Tra le specifiche tecniche: le dimensioni cabina vanno da cm 58×55 (DomusLift S-Small) a cm 110×140 (DomusLift XL); la portata da kg 250 a kg 400; le dimensioni gruppo di comando (che va posizionato entro una distanza di 7 m dalla piattaforma) sono di cm 60x28x100. Tra gli accessori: telecomando, apertura motorizzata della porta, sintetizzatore vocale di avviso fermata al piano, display in cabina, dispositivo di allarme telefonico, lettore mp3 (light Touch by Giugiaro Architettura).

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)