I LUOGHI DEL RELAX


Una terrazza sul mare, una veranda, una sala da pranzo invasa dalle piante che si affaccia su un giardino. Tre luoghi che invitano all’ozio, alla lettura, al relax, da arredare secondo il proprio stile.

Quando gli ingredienti sono giusti e usati in modo equilibrato, vuoi per casualità vuoi per intenzionalità, il cocktail
non può che essere perfetto. In questo caso lui è pittore di fama internazionale, lei arredatrice di lunga esperienza e la location è l’appartamento di un residente con affaccio diretto sulla costa del nuorese. Con tali premesse non poteva che prendere vita un piccolo grande rifugio lontano dal continente, adibito ad atelier, dove la sobrietà e il minimalismo lasciano spazio a due ospiti speciali, il mare e il genio creativo di chi lo abita: il pittore Lorenzo D’Andrea con la moglie
Barbara Grifoni, interior decorator. L’ampio terrazzo protetto su tre lati costituisce la vera anima della casa. Infatti, perché il mare possa entrarvi, è stato realizzato un infisso scorrevole ad anta unica, che una volta aperto
consente un dialogo totale con il terrazzo arredato sobriamente. Particolare il piano del tavolo in pietra sarda di Orosei progettato da Barbara Grifoni.

In quest’appartamento ubicato sulla costa nuorese la sobrietà e il minimalismo lasciano spazio a due
ospiti speciali: il mare, visibile anche d’inverno dall’ampia terrazza, e il genio creativo di chi lo abita.

Sopra un ritratto del pittore Lorenzo D’Andrea.
 Lettino per rilassarsi all’aperto, Il giardino di legno.

Il punto di vista cambia, si sposta nella veranda di un’antica villa veneta, talmente accesa e contaminata di colori e rappresentanze di stili che lo sguardo, seppur racchiuso dai vetri della struttura, può spaziare tra mille dimensioni diverse. L’arioso impianto della serra acquista la leggerezza di un disegno grafico sottolineata dalle decorazioni murali del Licata. Pino Danieli, architetto, e Fiorella Mancini, designer, ne hanno fatto il loro soggiorno.
“La costruzione di tipo inglese secondo ‘800 – specifica la Mancini – si configura come una lunga galleria vetrata il cui luminoso spazio è scandito dal ritmo di piedidritti in ferro perimetrali con decorazioni geometriche, e di colonne a palmette, scalanature, intrecci floreali, innalzate su alti basamenti ottagonali.
Lungo il perimetro della vetrata, sono le sedute lignee di Mario Ceroli a sottolineare la cadenza delle finestrature. L’eclettismo dell’arredamento raggiunge il parossismo con l’enorme drago di Canton che si libra leggero nell’aria, tra la lampada da terra di Kundalini, le sedie di Gaetano Pesce e l’opera colorata di Ettore Sottsas”.

L’eclettismo di questa veranda stile inglese contiene pezzi di design e opere
uniche d’artisti: uno spazio di relazione stimolante aperto alla luce a al verde del giardino.

Un ritratto della designer veneta Fiorella Mancini.
 Ceramiche, artigianali “Tarsie Pisane”, Cristiani Maro.

I Missoni, sono quasi un’istituzione italiana, conosciuti e amati in tutto il mondo come reinventori di un modo di vestirsi colorato e decontratto. Prima con i loro maglioni e poi col prêt – à – porter di alta classe, hanno arricchito il mondo della moda con un tono allegro e sportivo alquanto fuori schema e certamente molto attuale. La loro casa rispecchia fedelmente questa filosofia di vita, con in più un accento di spontaneità che conferma quanto sia genuina la loro ispirazione. All’inizio questa casa, che sorge vicino all’impresa di famiglia, era tutta bianca, con i muri lisci, molto vuota e neutra, poi si è ricoperta a poco a poco di oggetti trovati andando in giro per il mondo. “In questo spazio che all’inizio era abbastana anonimo – ci confida il figlio Luca – sono proprio i flussi di oggetti con le loro forme e i loro colori che hanno composto di volta in volta un diverso arredamento”. Qui, il verde interno si lega a quello esterno, in una sorta di terra di mezzo. Una serra lussureggiante dove gli unici mobili presenti sono un lungo tavolo e le sedie. Un
ambiente intimo e accogliente che rispecchia l’amore per l’universo domestico.

 Un ritratto della famiglia Missoni nella loro villa.
 Adatta anche come arredo esterno la poltroncina “Lovely” realizzata in polietilene colorato. Di linea avvolgente è disegnata da Marco Maran, Parai.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)