Gli Artisti

Diretto da: Carlo Chenis
Periodico allegato a Chiesa Oggi architettura e comunicazione

Gli artisti

Silvia Scarpulla ha presentato il commento critico dei lavori più riusciti, nel volume Percorsi formativi 2004. Giovani artisti di-segnano il sacro. II, S. Gabriele (Teramo), Edizioni Staurós (2005).

“Angelo Alessandrini esprime con impeto la tensione
dell’anima che trepidante vuole raggiungere il Padre.
Sollevandosi da terra essa acquista un’energia interna
intensificata dal gesto delle mani protese verso l’alto.
La trasparenza dell’anima si contrappone alla concretezza delle mani testimoni del passaggio obbligato della dimensione terrena prima di raggiungere un livello
superiore d’esistenza. […]
ANGELO ALESSANDRINI
acrilici su tavola, cm 252 x 184
Per Sabina Carnevali il cuore dell’uomo, spesso inconsapevole della presenza del Padre, rimane una finestra chiusa. L’artista si avvicina al mistero e va oltre le barriere imposte dall’essere umano, creando una realtà impalpabile in cui la mano divina tesa verso la nuda terra diviene simbolo di un amore infinito.. […]
SABINA CARNEVALI
tecnica mista su tavola, cm 252 x 184
Un’intensità comunicativa è sprigionata dai colori urlanti
delle opere di Anna Di Corcia. La personale riflessione
sul Padre viene espressa attraverso la croce […].
L’artista scopre una nuova matericità del colore, mirando
all’affermazione delle potenzialità in esso contenute contenute e concentrando l’attenzione sull’energia interna delle tinte. Le immagini divengono inedite realtà cromatiche dettate da impulsi poetici.
ANNA DI CORCIA
tecnica mista su tavola, cm 252 x 184
In Rosaria Di Rienzo la materia […] si impone come
entità estetica compiuta divenendo veicolo di luce.
L’artista sfrutta le potenzialità espressive della plastica.
L’azzurro, il colore più profondo ed immateriale, simbolo
della creazione è ‘sorgente che si espande verso
la terra con un movimento armonioso’.
ROSARIA DI RIENZO
rete metallica, plastica, cm 400 x 200 x 70
Complesse poesie possono definirsi le creazioni di
Stefania Gabellini. Raffinate atmosfere monocrome,
intense profondità spaziali, creano un cosmo lirico,specchio intimo di sensazioni profondamente vissute. L’occhio […] scruta oltre la materia alla ricerca
dell’essenza divina. Questa, rappresentata dal rosso
della croce, lascia filtrare la luce non dall’esterno, ma
da un’ignota fonte endogena.
STEFANIA GABELLINI
tecnica mista su tavola, cm 184 x 252
Un tripudio di luce traduce […] la personale esperienza
religiosa di Roberta Giuliani. Il sole, metafora dell’immortalità e della resurrezione di Cristo, con i suoi
lunghi raggi illumina la terra imponendosi in una spazialità libera, slittante ma delicata. […]
ROBERTA GIULIANI
pietra, foglia oro, acrilici su tavola, cm 252 x 184
Un’energia possente ed una vibrante drammaticità si
sprigionano dalle opere di Sonny Insinna. Si avverte il
senso di una pittura spontanea che rivela un approccio
diretto con la tela. Nell’opera la finestra aperta svela la
presenza di Cristo nella sua concretezza di uomo e
nella consapevolezza del suo destino. […]
SONNY INSINNA
tecnica mista su tavola, cm 252 x 360
Un’atmosfera soffusa e velata si trova in Silvio Intiso.
L’artista popola le sue creazioni di immagini simboliche
sospese tra sensazioni di moto e di quiete. L’essenza di
Cristo è qui rappresentata dalla conchiglia, dal pane di
vita dell’Eucaristia e dal pavone simbolo per l’anima di
immortalità.
SILVIO INTISO
tecnica mista su tavola, cm 252 x 250
L’esigenza di libertà espressiva e di infinito emerge in
Nelli Maffia nel trasparente librarsi delle farfalle. Simbolo
per eccellenza della metamorfosi, la farfalla è paragonabile all’uomo spinto a riflettere sulla propria trasformazione. Egli abbandonata la natura corporea, grazie all’amore del Padre, può ascendere alla dimensione ultraterrena. Lo spirito divino è sempre presente. L’artista scrivendo sul bianco,emblema dell’anima eletta, la parola ‘Spirito’, in tre lingue diverse, cerca l’unione tra Occidente ed Oriente.
NELLI MAFFIA
gesso, plastica, stoffa su tavola, cm 350 x 184
La visione di Leonardo Magnani evoca sì un luogo fisico,
ma denso di carica spirituale. Il pozzo rimanda, tra
luce ed ombra, a misteriose profondità avvolte da un
alone memoriale. Nella decantata suggestione del ricordo emergono echi della pittura di Pontormo. […]
LEONARDO MAGNANI
olio, acrilici su tavola, cm 252 x 184
Improvvise accensioni cromatiche […] comunicano il
sentimento estetico di Beatrice Manganiello. I simboli
dell’albero e della croce sono matrice ed itinerario
delle immagini. In essi è racchiuso il senso dell’esistenza
umana. Radicato nella terra, ma rivolto con i suoi
rami verso il cielo, l’albero è come l’uomo, emblema
dell’essenza dei due mondi. […] L’artista conferisce
nel messaggio iconico del ‘Padre Nostro’ un’intensa
concentrazione lirica.
BEATRICE MANGANIELLO
foglia oro, acrilici su tavola, cm 252 x 150
Per Luca Mauceri l’oscurità della notte diviene condizione
essenziale del ritrovato rapporto con il Padre.
È la preghiera stessa che squarcia il velo della
notte con ombre misteriose e dense di poesia, conducendo ad un sentiero percorso da atmosfere sospese ed immobili. Il bagliore emanato dai cromatismi
traduce il buio fisico in luce dell’anima.
LUCA MAUCERI
acrilici su tavola, cm 252 x 360
La pittura sensibilmente coinvolgente e visivamente
affascinante di Marino Melarangelo si esprime con
inedite realtà d’immagine. L’ombra della verità e dello
Spirito sono presenze estatiche rassicuranti che
non abbandonano l’uomo. Nell’apparente dicotomia
tra bianco e nero si manifesta la totalità dell’essere.
L’artista attinge ad un universo mistico e metafisico
dalle impronte dechirichiane per trasferirne le
percezioni sulla tela. […]
MARINO MELARANGELO
tecnica mista su tavola, cm 252 x 184
La grafia sottile e leggera di Sandra Spelli dispone, in
un’atmosfera soffusa, forme mobili ed immobili tendenti
a smaterializzarsi. Il suo immaginario creativo si
riempie di connotazioni simboliche: il Cristo-Sole, icona
della vita oltre la morte, e la luce-buio, sintesi dei
due principi opposti e complementari. […]
SANDRA SPELLI
tecnica mista su tavola, cm 252 x 184
In Cristina Stara il mistero dell’emozione dipinta è
evidente nello slancio del gesto decisamente rapido
e nel respiro palpitante delle masse cromatiche. […]
L’artista esprime un mondo esistente nella sfera più
recondita della coscienza e traduce in pittura ciò
che segretamente percepisce. […] Le forme si uniscono
alla ricerca di una centralità trovata nella mano
del Padre.
CRISTINA STARA
foglia oro, acrilici su tavola, cm 252 x 150

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)