Eventi

Progetto città 2005

In concomitanza con l’inaugurazione ufficiale del nuovo Polo Fieristico Rho- Pero di Milano, è prevista la terza edizione di Progetto Città. La mostra dell’Architettura, dell’Urbanistica, delle Tecnologie e dei Servizi per lo Sviluppo del Territorio è l’evento fieristico del nuovo anno. Si svolgerà tra il 30 Marzo e il 2 Aprile e ad esso non mancheranno i migliori rappresentanti di tutti i settori produttivi e di servizio legati allo sviluppo commerciale ed edilizio delle città e delle attività da essa amministrate.

La manifestazione si rivolge ad un pubblico internazionale. Già nel 2003 la rassegna ha ospitato 565 aziende, con
un’affluenza di pubblico pari a 25.000 operatori professionali circa. Per questa prossima edizione si prevede un
ulteriore e sostanziale aumento di presenze. Oltre al valore aggiunto dovuto all’avveniristica location del nuovo quartiere di Fiera Milano e ad un programma particolarmente denso di convegni e mostre organizzati secondo percorsi tematici chiari, lo stimolo maggiore deriva da una sempre più affermata cultura del benessere psico-fisico, incrementando altresì la richiesta di strutture appropriate. I Saloni dell’Impiantistica Sportiva, delle Piscine e del Fitness di Progetto Città 2005 si suppone saranno quelli più affollati. Una fiera professionale dello sport: piscine, attrezzature e accessori per la progettazione di strutture pubbliche e private, saune, bagni turchi, idromassaggi e
attrezzistica per il fitness. Riconosciuto l’alto valore preventivo e terapeutico dello sport, le proposte all’interno
della kermesse saranno le più innovative e tecnologicamente avanzate nel campo del wellness. L’aggiornamento
tecnico sarà sostenuto da un interessante calendario congressuale che prevede la partecipazione di associazioni,
istituzioni e aziende private, leaders di settore, a workshop, tavole rotonde e seminari. In particolare verrà dato ampio risalto alla piscina, sempre più richiesta nei centri sportivi, nelle aree termali, ed anche dai privati per aumentare il valore del proprio immobile, emblema per eccellenza del rilassamento, del divertimento e del piacere
senso-motorio. A 16 mesi dai prossimi giochi olimpici di Torino 2006, Progetto Città si interroga sull’eventuale trasformazione che la città dovrà supportare, e a tale proposito il Coni, comitato organizzatore dell’evento, sarà chiamato ad intervenire.

Casambiente

Dal 4 al 13 marzo 2005 a Vaprio D’Adda, ritorna Casambiente, Salone dell’Arredamento e Complementi per la Casa. Nella splendida cornice di Villa Castelbarco, il prestigioso appuntamento festeggia quest’anno il suo decennale.

Le migliori aziende italiane operanti nel settore presentano stili e soluzioni di design dal classico al contemporaneo, dall’artigianato artistico all’arredo etnico. Proposte originali per qualsiasi area della casa, o curiosità per quanti seguono attenti l’evoluzione d’arredamento. Dopo il successo dello scorso anno, torna parallelamente anche Itinerarte. Verranno così aperte al pubblico le gallerie sotterranee decorate a mosaici della villa, il teatrino e la chiesetta.

Milano Annicinquanta

Il 3 marzo, apre a Palazzo Reale, Milano, “Annicinquanta”. La mostra mette in scena oltre 700 opere uniche fra oggetti di design, progetti architettonici, immagini del cinema e della televisione, abiti e opere d’arte, rappresentativi del decennio in cui maturarono quei fenomeni sociali, artistici e culturali che definirono la storia del costume del nostro Paese.

Dalla minuscola mitica Fiat 500 al rivoluzionario Settebello del trasporto ferroviario, dalla novità del grattacielo Pirelli Gio Ponti alla ricchezza espressiva di cinema, televisione e fotografia. Una rassegna pensata per ritracciare l’eccezionale espressione della forza creativa, del pensiero critico dell’Italia dell’epoca. (Foto Garolla, “Sorelle Fontana”.)

"Vetri. Nel mondo. Oggi. " Il movimento artistico studio glass

L’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, presso la propria rinnovata sede di Palazzo Franchetti a Venezia, ha inaugurato lo scorso 13 novembre l’esposizione internazionale d’arte “Vetri. Nel mondo. Oggi”. La mostra vanta ben 100 opere di oltre 80 artisti del vetro contemporanei, collocabili nel movimento artistico internazionale Studio Glass. Vere e proprie sculture di vetro, volte a rappresentare non solo la matrice storica del movimento ma anche e soprattutto le specificità raggiunte nei vari Paesi, in Europa e nel mondo. Il vetro cosiddetto d’atelier nasce negli anni Settanta, ed i numerosi artisti e maestri vetrai coinvolti hanno avuto notevoli difficoltà perché l’opera in vetro fosse considerata opera d’arte a tutti gli effetti. Oggi il movimento si è largamente diffuso: Australia, Boemia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Svezia, Stati Uniti e Italia mostrano i lavori dei propri rappresentanti in quest’importantissima occasione. La mostra chiuderà il 3 aprile. Contemporaneamente a Palazzo Loredan, sede storica dell’Istituto, verrà allestita una sezione documentaria di carattere tecnicoscientifico, realizzata in collaborazione con la Stazione Sperimentale del Vetro di Murano.

Mostre a Padova

Segnaliamo a Padova due mostre imperdibili. La prima a Palazzo Zabarella, fino al 29 maggio: &egrav
e; stata allestita una grande retrospettiva su Giovanni Boldini, magnifico interprete della Belle Epoque. Uno dei più importanti eventi della stagione espositiva europea del 2005, vanta 120 opere dell’artista provenienti dai più importanti musei del mondo e
dalle collezioni private europee e americane. Un escursus che di Boldini comprende i primi lavori ispirati dall’ambiente sperimentale dei macchiaioli, quelli del periodo parigino evocativi della grazia perduta del Settecento, fino alle opere della maturità che, pur sensibili alle nuove tendenze, appaiono ben radicate alla tradizione dell’arte italiana ed europea, tra Velazquez e Tiepolo. Uno dei protagonisti più celebrati tra Otto-Novecento, deve il suo successo soprattutto ai suoi celeberrimi ritratti.

“La marchesa Luisa Casati con penne di pavone”,
1915 circa
“Nudo virile”

La seconda mostra espone presso i Musei Civici agli Eremitani, un’importantissima collezione di disegni antichi, tra cui i fogli di Tintoretto, del pittore francese Louis Dorigny e di altri nomi significativi come Giambattista Piazzetta e Richard Cosway. Fino al 17 aprile, “Da Tintoretto a Bison” è un ulteriore prezioso tassello di un lavoro di studio, catalogazione, restauro e attribuzione per il quale sono coinvolti oltre i Musei, l’Assessorato alla Cultura di Padova e l’Università. La mostra è la risultante di 5 anni di acquisizioni e perizie, privilegia l’arco temporale tra Cinquecento e Seicento, ma annovera anche disegni riferibili al secolo appena concluso. Numerosi i fogli appartenenti all’area veneta, genovese ed emiliana.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)