due soluzioni per l’angolo tv e stereo

Innovazione ed estetica vanno di pari passo ed ecco che, anche se la nostra casa si riempie di apparecchi elettronici che ci fanno esplorare il mondo dalla poltrona, grazie a nuove generazioni di contenitori appositi non viene persa di vista l’estetica e l’eleganza dello spazio domestico.

Sono entrati nel paesaggio domestico dapprima come accessori accanto ad impianti hi-fi e tv, poi si sono trasformati in oggetti di grande individualità. Si tratta di tutti i supporti per hi-fi e tv che molte case produttrici ci propongono con estro, colore e tanta fantasia. Fondamentalmente abbelliscono l’ambiente, sono dei veri e propri mobili che uniscono più funzioni (anche libreria, contenitore, espositore, ecc.), ma hanno anche funzioni più specifiche che migliorano la mobilità e l’estetica dei nostri apparecchi. Nel caso di tv e hi-fi problematici sono il groviglio di cavi elettrici e il lasciare in vista la cassa o il retro degli apparecchi. Pur rispettando tutte le norme di sicurezza e di buona funzionalità degli apparecchi, questi mobili tv e mobili hi-fi migliorano l’estetica generale e portano maggiore mobilità agli apparecchi. Piani o bracci mobili, schermi a scomparsa, cassetti e ribaltine, forme originali, “vestiti” intercambiabili, colore a go-go e suggestioni hi-tech sono solo alcuni degli “stratagemmi” usati per rendere piacevole e più funzionale la nostra parete attrezzata per il relax serale.

In mansarda
Chi vive in mansarda, spesso si trova a dover risolvere la collocazione di tutti i mobili e i contenitori utili quotidianamente, cosa difficile a causa dei soffitti inclinati. Il caso della parete attrezzata è emblematico: sfruttando la pendenza del soffitto che arriva in questo caso ad un minimo di 50 cm di altezza della parete, si può creare un contenitore che, pur lasciando libere le griglie di aerazione degli apparecchi, permette di nascondere tutti i cavi e di avere una parete attrezzata lineare e pulita che non distolga l’attenzione dalle immagini del video o che, non disturbando visivamente, ci lasci rilassare con una buona musica. Le ante sono senza cornici, senza zoccolatura (solo 1 cm di aria per facilitare l’apertura), senza decori. L’unica concessione al decoro è la cornice in legno che contiene tutti gli apparecchi e le casse. In questo caso è stata scelta una cornice in ciliegio naturale con angolo tagliato a 45°, ma si può optare per un diverso tipo di legno o per un profilo più elaborato. Le ante sono rivestite con un laminato a finitura morbida. Il vantaggio dei laminati è senz’altro la scelta del colore, hanno una buona resistenza al graffio e sono lavabili. Si può però optare anche per il legno. Gli interni sono in laminato o in legno. Lo schienale del mobile è stato dotato di fessure che permettano l’aerazione e l’uscita dei cavi che si collegano alle prese di corrente. Inoltre sarebbe meglio prevedere anche uno sportello che permetta l’ispezione delle prese e dei collegamenti a muro. All’interno ci sono ripiani e cassetti per lo stereo, per CD, video cassette, per la raccolta di vecchi LP e cassette musicali.

In camera da letto
Anche in questo caso si tratta di un ultimo piano di un moderno palazzo, che poneva però il problema di ampie pareti vetrate e di poche pareti in muratura dove di solito si posizionano gli apparecchi elettronici. È stata creata una parete attrezzata con incassati gli impianti. Dato che questa parete doveva essere un qualcosa di prezioso e di particolare si è pensato di trattarla a stucco. La gamma dei rivestimenti è comunque molto varia, si va dalla stoffa, al legno, alla tappezzeria, fino alla pelle. La scelta dipende dal tipo di impianti, dalle loro cornici e dalla loro forma, ma anche dal resto dell’arredamento. In questo caso sono stati scelti una TV, uno stereo e un videoregistratore della Bang & Olufsen dato che hanno dimensioni minime, colori uniformi e forme compatte. Quella che frontalmente sembra una parete, sul fianco si rivela un contenitore con cassetti estraibili per CD e videocassette. È chiaro che lo spazio è ridotto rispetto ad un mobile contenitore da soggiorno, in quanto si presuppone che la TV e lo stereo in camera siano di uso supplementare.
progetti di Rossella Mombelli, architetto

 

  Il sistema di cornici intercambiabili clip’on sono un’esclusiva Thomson che ha creato un modo nuovo per adattare in base al colore il proprio apparecchio tv in armonia con la propria casa.  
  Mobile-parete curvo porta TV con contenitore per CD laterale. Tagliabue Programma di mobili da soggiorno e porta TV estremamente eclettico, è stato disegnato da Tarcisio Colzani. “Concerto”, Besana

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)