Dimora di un collezionista- The house of a collector

L ’amore per l’antico e il prezioso è sicuramente il filo conduttore di questa affascinante residenza. Antico e moderno si fondono in un’armonia particolare che il progettista ha saputo sottolineare in ogni singolo locale. I pezzi d’antiquariato, raccolti dal proprietario e amorevolmente custoditi, fanno diventare questa casa una sorta di “reggia”. Girovagando tra le stanze, si respira un’atmosfera d’altri tempi, carica di storia. Colori neutri accesi da colpi di rosso e giallo, mobili antichi, oggetti preziosi, collezioni di libri, sono ciò che a colpo d’occhio caratterizza in modo unico questo appartamento. Nell’atmosfera ovattata che aleggia, difficile non apprezzare, la bellezza dei singoli oggetti e arredi che i progettisti D.& L. Gian Farioli hanno composto come una sinfonia di stili, creandone un concerto davvero particolare.

Love for antique and valuable things is certainly the key concept of this fascinating house. Ancient and modern melt into a peculiar harmony the designer has underlined in every single room. The antique pieces, collected and cherished with love by the house master, turn this house into a sort of royal palace. Walking around the rooms, you breathe an atmosphere of bygone times, laden with history. Neuter colors “lit” by strokes of red and yellow, ancient furniture, precious objects, collections of books are the unique distinctive features of this apartment. In the soft “padded” atmosphere, you will appreciate the beauty of the single objects and pieces of furniture that the designers D.& L. Gian Farioli have combined like a symphony of styles, composing a really peculiar concert.
PROGETTO D&L GIAN FARIOLI
FOTO ATHOS LECCE

L’ ingresso (in alto) ha come elemento dominante il punto luce, realizzato ricavando una cupola centrale rivestita in foglia d’oro (lampada disegnata da Achille Castiglioni per Flos). Di particolare ricercatezza è la nicchia utilizzata per sistemare una collezione di libri antichi, raddoppiata dallo specchio laterale che sfonda lo spazio. A lato, lo studio, dove il proprietario-collezionista lavora attorniato da libri e quadri d’epoca. Sotto, una ribalta di fine Seicento alto veneto fa da sfondo ad una preziosa collezione di orologi. Il grande soggiorno (pagina successiva) dal pavimento rosso, con muri in stucchino cerato e segnato da cornici in stucco bianco che corrono lungo le pareti, con ribalta lombarda Luigi XVI, lampadario in vetro di Mura-no dell’800, quadri bergamaschi del XVIII, la cassaforte epoca Impero e pouf leopardato creato su disegno, è sicuramente il locale più ricercato.

The dominating element of the hall (above) is the light fixture, made by creating a central dome with goldleaf decoration. A sophisticated detail is the niche that contains a collection of ancient books, visually doubled by the side mirror that “breaks through” space. Next, the study, where the owner-collector works surrounded by ancient books and paintings. Below, a folding desk from the late 17th century is the background to a precious collection of watches. The large living room (next page) with red floor, waxed stucco walls and white stucco frames all along the walls, a Louis XVI folding desk, a Murano glass chandelier from the 19th century, pictures from Bergamo from the 18th century, an Empire style safe, and a leopard pouf made to design, is certainly the most sophisticated room.

Nella pagina accanto, dall’alto vediamo la “Galleria gialla” che è in realtà un elegante corridoio, caratterizzato dagli specchi a parete nei quali sono inserite incisioni a soggetto di caccia, fine 700. Sotto, lo “Studiolo rosso” che racchiude collezioni pregiate di oggetti, sculture e mobili, come lo scrigno in tartaruga e argento posto sulla ribalta veneta e il portale in legno intagliato, dorato con policromie, fine 500. Altrettanto suggestiva è la “Galleria rossa” (foto in basso), rivestita di specchi, che riflette la particolare porta borchiata rivestita in sky colore rosso. In questa pagina, in alto il bagno padronale con pareti trattate ad encausto nuvolato nero, caratterizzate dall’inserto di fasce orizzontali in specchio incorniciate in legno naturale. In basso, il bagno degli ospiti rivestito di specchi e pietra di luna (Sanitari Ideal Standard).

In the facing page, from the top, the “yellow gallery” is actually an elegant corridor, with mirrored walls with inserted decorations of hunting scenes from the late 18th century. Below, the “Red study” which contains precious collections of objects, sculptures and furniture, including the turtle and silver casket on the Venetian folding desk and the carved wood portal with polychrome golden decorations from the late 16th century. Equally charming is the “Red gallery” (below), paneled with mirrors, reflecting the peculiar studded door with red cladding. In this page, above, the master bath-room with walls painted in black encaustic, characterized by the addition of horizontal mirror belts framed in natural wood. Below, the guest bathroom is covered with

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)