Dalle forme naturali sanitari e accessori

Il regno vegetale, con le sua infinita varietà di forme tutte perfettamente aderenti alla funzione che debbono svolgere, ha ispirato Massimo Iosa Ghini per la sua prima linea per il bagno. Nel voluto contrasto fra forma interna ed esterna si rispecchia la tensione tra natura ed avanguardia. Geniale il deflusso dell’acqua, studiato in modo di immettersi nello scarico come il letto di un fiume. Un’atmosfera un pò retrò, dove la bellezza del vetro tagliato a mano è protagonista, caratterizza la collezione di accessori in mosaico firmata Boxart. Le sagome innovative dei sanitari Duravit o Pozzi-Ginori o ancora la linea “Galatea” della Cesame, sono definite da aspetti ludici del soggiornare nella stanza da bagno. Accanto a forme pulite, rigorose e d’alto design si inseriscono gli intramontabili sanitari “Antalia” di Ceramica Dolomite o elementi giocosi e di forte carattere cromatico come i tappeti di Koh-I-Noor.

Come fanno gli astronauti ad andare in bagno nello spazio, a farsi una doccia e a lavarsi i denti? Questa è una delle più frequenti domande che è rivolta alla NASA e agli astronauti dello Space Shuttle. Di solito non c’è una doccia sullo Shuttle, così devono lavarsi con spugne e sapone a secco. Per i denti ingoiano il dentifricio o lo sputano nel water. Usare la toilette a zero gravità è molto difficile. Perché il water è dotato di sistemi ad aria che attirano e fanno scorrere i rifiuti solidi attraverso un sistema di compressione e stoccaggio a bordo e solo dopo l’atterraggio saranno eliminati, mentre i rifiuti liquidi sono evacuati nello spazio già riciclati. L’aria è filtrata per eliminare i cattivi odori e i batteri. Insomma take care caro astroman.
www.dibaio.com

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)